Western Legends: guida ai personaggi base (parte 2)

Dimmi come giochi e ti dirò che personaggio sei… Approfondiamo insieme la vera storia e le abilità dei personaggi iniziali. Seconda parte.

Guide Strategiche

Nella puntata precedente…

Nella prima parte di questa guida ai personaggi (clicca qui se te la sei persa) abbiamo ripercorso la vera storia di alcune delle più importanti e famose leggende del West: Billy the Kid, Doc Holliday, Wild Bill Hickock, Jesse James, Calamity Jane e Wyatt Earp.

Per ognuno di loro inoltre ho provato a ipotizzare quella che, secondo la mia personale esperienza di gioco, potrebbe essere la strategia da preferire per sfruttare meglio l’abilità personale.

Oggi invece andiamo a conoscere altre sei leggende del West, completando così l’elenco dei personaggi inclusi nella scatola base del gioco.

In fondo alla pagina troverete inoltre dei collegamenti rapidi ad altro materiale e recensioni varie attinenti al mondo di Western Legends…

Bass Reeves

Bass Reeves nacque in una fattoria a Crawford County, nello Stato dell’Arkansas, nel luglio del 1838. Schiavo nero, ebbe il cognome del suo proprietario, il ricco possidente terriero e uomo politico George Reeves.
Bass, nel pieno svolgimento della guerra di Secessione, tentò di raggiungere il Nord, dove – aveva saputo – non esisteva la schiavitù, essendo stata abolita da tempo.
Ma dopo un cammino estenuante, si fermò nel vasto Territorio Indiano (l’attuale Oklahoma). Qui incontrò diverse tribù di nativi americani, tra le quali quella dei Seminole e dei Creek. Presso quest’ultimi visse per parecchi mesi, apprendendone lingua, usi e costumi.
Terminata la guerra, egli fece ritorno in Arkansas, e si stabilì vicino a Van Buren. Grazie alla sua abilità con le armi e l’ottima conoscenza degli indiani gli venne assegnato nel 1875 il ruolo di vice sceriffo. Fisicamente alto (circa un metro e ottanta), robusto e dotato di forza straordinaria, Bass ebbe un carattere mite e bonario, grazie al quale fu sempre cordiale e rispettoso con tutti.

Bass Reeves è stato il primo vice sceriffo federale afro-americano ad Ovest del Mississippi. Nei suoi 32 anni al servizio della legge arrestò più di tremila criminali.

Il suo luogo di partenza è chiaramente l’ufficio dello sceriffo e la sua abilità speciale è quella di pescare una carta poker all’inizio del proprio turno. Parte già con un punto marshall di vantaggio e un revolver migliorato, ma solo una carta poker in mano, per cui la mossa meno rischiosa per lui all’inizio dovrebbe essere vedersela con i banditi vicino a lui con lo scopo di guadagnare qualche taglia e avanzamento sul tracciato marshall. I suoi obiettivi personali come sceriffo richiedono di raggiungere il sesto spazio del tracciato marshall, scartare una provvista nell’ufficio dello sceriffo e vincere uno scontro sia fuori città che in città. Dato che parte già marshall, a prescindere dal vostro livello di ricostruzione storica, reputo controproducente una sua conversione al crimine a meno che non venga fatta subito all’inizio della partita o alla fine di essa da ultimo giocatore pur di aggiudicarsi i tre punti in palio per il più ricercato.

 

“Stagecoach” Mary Fields

Mary Fields nacque già schiava nella Contea di Hickman in Tennessee nel 1832. Quando, dopo la Guerra Civile, conquistò la libertà, si trasferì in Mississippi, dove lavorò come cameriera. Mary Fields fu davvero molto amata, ammirata e rispettata in tutta la regione per aver trascorso la sua esistenza vivendo a modo suo in un mondo che pareva tutto contro di lei. In un tempo in cui, ovunque nel mondo, gli afro-americani e le donne di ogni razza avevano spazi di libertà veramente esigui, Mary Fields era più libera di molti uomini bianchi. Mary indossava comodi abiti maschili, compreso un berretto di lana e un paio di stivali, sotto il grembiule portava un revolver assicurato alla cintura che le cingeva la vita. Sebbene sia stata una delle donne più incallite che abbiano mai lavorato in un convento, “Black Mary” si guadagnò il rispetto e la devozione di molti residenti della comunità di pionieri di Cascade, nel Montana, fino alla sua morte, che sopraggiunse nel 1914.

Mary Fields fu la prima donna afroamericana a gestire un giro di consegne postali in America. Scommetteva con chiunque lo volesse fare, che avrebbe messo “KO” un uomo con un pugno soltanto, e non dovette mai dare un soldo a tutti gli sciocchi che accettarono la scommessa. È forse per questo motivo che la sua abilità personale le permette di ottenere 10$ ad inizio turno più altrettanti 10$ ogni volta che contribuisce a una carta storia.

Inizia con appena 10$, un fucile e una carta poker, ma grazie alla sua determinazione e a qualche naso rotto nei saloon, la nostra “diligente” Mary riuscirà a farsi rispettare in tutto il West. Per completare i suoi obiettivi personali deve raggiungere il sesto spazio del tracciato marshall o ricercato, commerciare/razziare del bestiame, vendere quattro pepite alla banca e vincere una mano di poker al saloon di Red Falls.

 

Kit Carson

Conosciuto da molti per essere un personaggio della serie a fumetti Tex, nonché migliore amico del protagonista Tex Willer, Kit ha trascorso la sua intera vita come ranger. Nato alla vigilia di Natale del 1809, Carson passò la maggior parte della sua prima infanzia a Boone’s Lick, nel Missouri.
Suo padre morì quando lui aveva appena 9 anni e la necessità di lavorare impedì al giovane Kit di studiare.
Divenne pertanto apprendista di un mastro sellaio a 14 anni, ma lasciò la casa per trasferirsi a Santa Fe, nella zona del New Mexico nel 1826.
Dal 1828 al 1831 Carson si appoggiò a Taos, New Mexico, come campo base per continue spedizioni di caccia al fine di procurarsi pelli da vendere e questa attività lo portò spesso nel West, fino alla California.

Kit Carson era un uomo di frontiera, cacciatore di pellicce, guida, agente indiano nonché ufficiale dell’esercito americano. La sua passione per i viaggi e per le spedizioni si ritrova in pieno nella sua abilità di muoversi sempre di uno spazio aggiuntivo quando esegue un’azione movimento. Personaggio ideale per coinvolgere anche il giocatore di ortodossia german: 1) catturo una mucca, 2) porto la mucca in stazione (che dista sei spazi) avanzando sul tracciato marshall e ottenendo il relativo bonus più quello della mucca 3) torno indietro nel ranch da cui sono partito. Faccio questo giochetto un paio di volte e ottengo un sacco di soldi e PL. La sua arma ideale è senza alcun dubbio il peacemaker (che si trova nella espansione “Per un pugno di extra”) in quanto gli consentirebbe di fare un ulteriore avanzamento sul tracciato marshall ogni volta che commercia il bestiame in stazione.

Non è tutto oro quel che luccica però, perché per adottare questa strategia bisogna comunque avere un cavallo mustang migliorato (spendere 100$ per i suoi cinque passi) più eventualmente altri 50$ per avere il peacemaker... e la partita rischia di finire prima del previsto. Kit Carson parte in miniera e già possiede la mappa del minatore (che permette di ritirare un dado miniera), oltre ad avere un revolver migliorato, per cui ovviamente i primi turni li spenderete a scavare pepite e rivenderle alla banca, per poi usare i soldi guadagnati per comprarvi il fantomatico cavallo di cui sopra. Giocatori german all’ascolto: ringraziatemi...

Tra i suoi obiettivi personali abbiamo sia commerciare/razziare del bestiame, sia scartare una provvista in stazione (a dimostrazione della strategia german sopra riportata), vendere quattro pepite in banca e vincere uno scontro fuori città (dove oltretutto abbassa di uno la carta avversaria).

 

Annie Oakley

Esiste una bellissima fotografia che ritrae una ragazza minuta, non molto alta di statura, in piedi di fronte a uno sfondo di cartone dipinto che raffigura un villaggio indiano; questa affascinante e misteriosa giovane donna imbraccia orgogliosa un Winchester ed ha uno Stetson calato sui folti riccioli scuri e la camicetta appuntata con un paio di medaglie. Rimasta orfana di padre, Annie Oakley aveva iniziato a sparare da bambina per procurare cibo alla famiglia, e, in quelle fortunate battute di caccia nei boschi dell’Ohio, si era resa conto di avere una mira fuori dal comune.
Probabilmente la più famosa tiratrice al mondo, resa leggendaria dalle imprese compiute nel Wild West Show di Buffalo Bill e che lo stesso Toro Seduto, ammirato per le prodezze balistiche alle quali assisteva con i propri occhi, soprannominò “Little Sure Shot” e cioè “Piccolo Colpo Sicuro”.
Annie era infatti in grado di colpire (quasi) infallibilmente una monetina lanciata in aria alla distanza di 90 piedi e, sempre alla stessa distanza, poteva forare anche per sei volte una carta da gioco prima che questa toccasse terra.

Annie Oakley era famosa per la sua mira infallibile, tanto che si esibì perfino davanti a importanti capi di stato e alla Regina d’Inghilterra. Oakley era convinta che anche le donne dovessero essere ammesse nelle forze armate e pertanto insegnò a più di 15.000 donne a usare un’arma. La sua abilità speciale ricalca in pieno la sua bravura con le armi: all’inizio di ogni scontro il giocatore avversario deve darle una delle proprie carte o subire a titolo gratuito una ferita. Oltretutto parte già da inizio partita con una carabina e pertanto può ogni volta guardare due carte del giocatore avversario prima di giocare la sua. È sicuramente il personaggio più indicato per iniziare di propria iniziativa un duello contro un altro giocatore (2PL in caso di successo), anche perché gli avversari non verranno molto volentieri da voi.

Con molta facilità dovrebbe riuscire a risolvere le carte storia che indicano di iniziare uno scontro contro un altro giocatore (le trovate nella espansione "Il bello, il brutto e il cattivo").

Per soddisfare i suoi obiettivi personali sarà necessario vincere uno scontro in città e uno fuori città, mentre nel saloon di Red Falls dovrete vincere al casinò e scartare una provvista.

 

Y.B. Rowdy

Yuma William “Bill” Rowdy nacque in Arizona e servì nell’esercito in qualità di sergente scout nella cavalleria degli Stati Uniti. Non si sa molto di lui, ma per le sue azioni durante la campagna di Cherry Creek gli fu consegnata la “Medal of Honour”, la più alta decorazione militare. Tre anni dopo aver ricevuto la medaglia fu ucciso e sepolto con tutti gli onori militari nel Cimitero Nazionale di Santa Fe.


Quando Rowdy inizia il turno fuori città, grazie alla sua abilità, può decidere di scartare una carta poker per spostarsi fino a un massimo di tre spazi. Tale abilità permette indubbiamente al giocatore massima versatilità in quanto con una semplice cavalcatura può andare sostanzialmente dove desidera. In tutta onestà non ho avuto occasione di provarlo in prima persona anche se, data la sua capacità di fare grossi sprint a inizio turno, lo vedrei molto bene come bandito e in particolare a trafficare mucche tra Darkrock e Red Falls se conserva una mucca dal turno precedente.

Per capirsi: se parte dal ranch verde e usa la sua abilità per rimuovere il bandito B, può usare la prima azione per raggiungere il ranch blu e scaricare la mucca, la seconda azione per catturare una nuova mucca blu e la terza azione per occupare il posto del bandito. All’inizio del turno seguente dovrà solo scartare una carta per spostarsi sul ranch verde e far scendere la mucca blu facendo un secondo avanzamento sul tracciato ricercato e senza dover spendere azioni. Può usare quindi le sue tre azioni per spendere eventuali soldi guadagnati o per continuare con la sua strategia di portare mucche da un ranch all’altro.

La sua cavalcatura ideale è ovviamente il cavallo da tiro (che si trova anch’esso nella espansione “Per un pugno di extra”) in quanto gli permetterebbe di trasportare ogni volta un segnalino bestiame aggiuntivo. Giocatori german all’ascolto: poi non ditemi che non vi ho avvertiti...

Un suo obiettivo personale gli chiede di scaricare una provvista nel ranch verde per cui se riuscite a scaricare anche una mucca blu riuscite a completare senza sforzo anche l’obiettivo che prevede di razziare (o commerciare) del bestiame. Gli altri suoi due obiettivi prevedono invece di vincere uno scontro sia in città sia fuori città.

 

Coltello Insanguinato

Coltello Insanguinato è stato un nativo americano che prestò servizio di guida per l'esercito degli Stati Uniti d'America. Nato intorno al 1840, in un villaggio dell'allora Territorio del Dakota, da ragazzo visse con il popolo della madre e per questo motivo fu sempre pesantemente discriminato dai Sioux.
Nel 1866 il presidente Andrew Johnson firmò l’Indian Scout Enlistment Act con cui si istituiva un corpo di guide indiane e ciò diede la possibilità a molti nativi di entrare nei ranghi dell'esercito come esploratori. Due anni dopo, anche Coltello Insanguinato entrò a far parte, come soldato scelto, delle guide indiane di stanza a Fort Stevenson, nell’attuale Nord Dakota. A partire dal 1872 e fino alla sua morte, avvenuta nel 1876, svolse il compito di guida per i soldati del 22º Reggimento di Fanteria.

Per chiudere in bellezza questa guida ai personaggi di Western Legends ho scelto Coltello Insanguinato, con la sua fantastica abilità di essere l’unico personaggio capace di attraversare le mesas e di curarsi gratuitamente ogni volta che lo fa. Sebbene sia stato il più famoso scout Nativo americano ad aver prestato servizio nell’esercito non ha particolari caratteristiche che influenzano la strategia, per cui sentitevi liberi di usare la sua abilità per servire la legge o per rapinare la banca e scappare via con il bottino attraverso le mesas. Cercate quando potete di fare dei duelli, perché se anche doveste perdere e prendere una ferita, potrete curarvi semplicemente attraversando una mesa (senza dover quindi andare dal dottore e spendere soldi). Per soddisfare i suoi obiettivi personali avrete bisogno di scaricare due provviste*, di vincere uno scontro fuori città e di commerciare o razziare del bestiame.

 

Grazie per avermi seguito fin qui... e buon gioco a tutti.

* Piccolo promemoria per tutti: l’abilità del personaggio è attiva solo a partire da 5PL; se giocate con la variante obiettivo uno di essi scelto casualmente va scartato; scartare una provvista richiede sempre una azione (seguire le indicazioni della carta stessa) mentre scartare una carta qualsiasi non lo richiede; infine potete tenere al massimo tre oggetti generici purché siano diversi tra loro (quindi mai due provviste insieme).

Ringrazio Korn73 per la revisione

Alcuni link molto utili per approfondire Western Legends:

Recensione gioco base

Riassunto del regolamento

Espansione Il bello, il brutto e il cattivo

Espansione Per un pugno di Extra

Community Italiana Western Legends

Storie del vecchio west

Commenti

Grazie per questa guida, sicuramente la userò, anche per leggere la storia dei personaggi a mia figlia.

Il mio preferito è Coltello Insanguinato, attraversare la mesa e curarsi è molto utile.

Cercate di vedere voi stessi nei vostri avversari. Vi porteranno a capire il Gioco. Ad accettare il fatto che il Gioco riguarda la gestione della paura. D.F. Wallace, Infinite Jest

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare