Recensioni su Sid Meier's Civilization: The Board Game Indice ↑

Articoli che parlano di Sid Meier's Civilization: The Board Game Indice ↑

  • [Report]LOdR: Sid Meier's Civilization
    Ho giocato a...
    | 3 commenti
    Salute a voi, Goblins! Siamo ormai tornati a pieno regime ed eccovi quindi un nuovo report tutto da gustare per la rubrica "L'Occhio della Redazione", che come ormai sapete altro non fa che selezionare i VOSTRI migliori contributi...
    Autore:
    sava73

Eventi riguardanti Sid Meier's Civilization: The Board Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Sid Meier's Civilization: The Board Game Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Sid Meier's Civilization: The Board Game in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
(Lucca Games) Sid Meier's Civilization Offro gioco singolo €35.00 No Consegna a mano amedeoab 23/10/2017
[RM] Sid Meier's Civilization ENG FFG Offro gioco singolo €25.00 No Consegna a mano romendil 17/10/2017

Video riguardanti Sid Meier's Civilization: The Board Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Sid Meier's Civilization: The Board Game: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
15193
Voti su BGG:
11594
Posizione in classifica BGG:
143
Media voti su BGG:
7,50
Media bayesiana voti su BGG:
7,30

Voti e commenti per Sid Meier's Civilization: The Board Game

8

7,5 approssimo ad 8 per il tema a me molto caro...

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

8

Giocone paura! Componentistica spettacolo, grafica meravigliosa (non concordo infatti col recensore), meccanica molto articolata, anche a me caro per interminabili partite al PC.

Il fattore "K" è...Bandito!

9

Gran bel gioco in tutti i suoi aspetti. Notevoli le condizioni di vittoria asimmetriche che rendono le partite smepre varie ed emozionanti!

9

Al momento è il gioco che mi diverte maggiormente. Riconosco che la vittoria culturale è veramente dura da ottenere, sbilanciata rispetto alle altre forme di vittoria. Ma per condensare in 1h a giocatore tutto quanto c'è in questo gioco bisogna fare un plauso all'autore.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

8

Un gioco ben progettato e riuscito.
Certo la quantità e qualità delle miniature fa tristezza e il tabellone non ha una gran valenza estetica, ma quando parliamo di gioco le regole vengono al primo posto. Fare un gioco di civilizzazione che comprenda tutte le ere non è mai una cosa semplice. Trovo le scelte che hanno fatto interessanti, pur con i loro difettucci. Se volete trovare dei motivi per risparmiar soldi (o stemperare l'entusiasmo per riuscire ad attendere la versione italiana) eccoveli elencati:
- sei sempre dietro a contare quanti martelli e quanti commerci hai. Anche più volte nel corso del turno per esser sicuro. Poi ti ricordi di un'abilità e li riconti di nuovo;
- con così tante cartine capita che ti dimentichi di usare l'abilità "poco utile" proprio quando avrebbe fatto la differenza (sopratutto quelle attivate dal token "spia");
- se militarmente le cose girano male la partita è rovinata;
- alcune carte culturali sono farti, altre delle merde. Perchè non è stato possibile bilanciarle meglio?

Al momento il mio voto è volutamente tenuto basso. Ho una gran paura che delle strategie miratissime verso un tipo di vittoria risultino così tanto vincenti da costringere anche gli altri a scelte estreme. E trovo che il gioco dia il meglio se si tenti di tutto un pò con lievi preferenze verso un tipo di approccio. Se questo modo di giocare diventasse "da sicura sconfitta" mi piacerebbe meno. Il voto è quindi una media fra quanto vorrei votarlo ora e quanto lo voterei se scoprissi il peggio...

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

7

Aggiorno alla luce dell'espansione. Lascio in calce il vecchio commento che resta valido per il base "liscio".

L'espansione mette più di una pezza al gioco base. Finalmente variabilità di vittoria, nuovi modi di gestire i "danari" (non più unica via ottimale di vittoria) e elementi nuovi (meraviglie, eventi, tecnologie ecc).

Non è un caso che il grosso ruota attorno alla re-implementazione dei danari vero baco del gioco base.
Le nuove fazioni sembrano forti rispetto alle base ma il turbinio di carte, scelte, interazione diretta, dovrebbe appianare le cose senza lasciare strategie "zero".
Ricreato bene il feeling del videogioco in un titolo certo non difficile ma lungo da digerire. Molte cose semplici da sapere, ci vuole un po' di pratica per goderselo, neanche tanta a dire il vero.

Si lascia giocare bene.

Peccato che l'espansine sia fondamentale per godere del gioco: più che una "espansione" è una doverosa correzione.

Voto 8 SOLO CON L'ESPANSIONE ma la FFG potrebbe far uscire dei giochi base più "onesti" che tanto le espansioni noi Goblin le compriamo lo stesso...ma che ve lo dico a fare?!

CIV FFG solo base: 7, bello ma incompleto
_____________
Aggiorno, alla luce di una partita con giocatori pro. A parte le asimmetrie dei popoli (bilanciate o meno poco importa) la grave pecca di questo titolo sono le condizioni di vittoria. Il sospetto che ebbi alla prima visione si conferma. La vittoria tecnologia è impossibile. La vittoria militare è un azzardo che favorisce il terzo incomodo. La vittoria culturale è fattibile ma la vittoria con i "soldi" è decisamente troppo semplice. Si può chiudere, se gira bene, in 7 turni e nessuno al tavolo può farci niente. L'elemento aleatorio non mi dispiace in un gioco purché sia simmetrico rispetto ai giocatori. Qui se si pesca un personaggio con moneta e si parte con un territorio con moneta alla seconda città....beh è fatta. Basta giocarsela in solitaria e amen. A quel punto forse con la morra cinese si risparmia tempo. Ad ogni modo è evocativo e divertente una solo per poche, pochissime partite.

La variante "Dominazione totale" proposta dalla comunità di giocatori riassume il problema di questo titolo: si vince o facendo tecnologia+cultura+monete OPPURE militare. Delle quattro opzioni di vittoria ne restano 3 contemporanee contro 1. Fate i vostri conti.

lascio il primo commento:

Seppur non mi sia particolarmente piaciuto (fino ad ora sono 1 partita e mezzo) ammetto che possa avere del buono. Ad occhio non mi pare bilanciato e che forse certe condizioni di vittoria siano più facilmente conseguibili di altre.

Longevità: 0
Regolamento: 1
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 1

8

Mini-commento che vado di fretta.

Il nuovo Civ è uno spettacolo per chi ha amato il videogame negli ultimi 20 anni(!)... il feeling è quello del videogioco, ma alcune meccaniche più che semplificazioni (ovviamente necessarie) sembrano forzate e soprattutto sbilanciate: la Cultura è TROPPO una scelta binaria, mentre l'Economia si puo' sviluppare assieme alle altre strade.
I regolamenti sono in stile FF: belli da verdere e magari pure da leggere, ma assolutamente disorganizzati e sopratutto, INCOMPLETI... capita a volte di fermarsi, sforgliare il manuale e chiedersi "e adesso?".
Se non altro la cosa apre la strada alle house rule... io in questo sono "esperto", ehehehe... il gioco guadagna parecchio con alcuni aggiustamenti, per quanto mi riguarda si puo' parlare anche di un 9, con le opportune modifiche.
Ultima nota: e' un gioco MOLTO velenoso, si vince solo giocando di diplomazia con gli altri giocatori (alleanze E tradimenti), scatena il veleno in molto persone. Avvisati!

Voto arrotondato a 8 per via delle carenze sulle regole e sui regolamenti, si poteva e si doveva far meglio.

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: //tinyurl.com/h36zvft)

10

Ho letto attentamente la recensione, mi sembra un tantino severa nei confronti di quello che a parer mio è un grandissimo titolo. Specifico che ho dalla mia circa una ventina di partite giocate in un gruppo di gioco di ottimo livello. In tali partite ho avuto modo di osservare tutte le condizioni di vittoria conseguite da civiltà differenti. Le cose che voglio far osservare sono soprattutto tre:

1) Bilanciamento: posso garantire che le 6 civiltà sono ben bilanciate, nel mio gruppo ciascuna di esse ha raggiunto la vittoria più di una volta, il tutto sta nell'imparare a giocare. Ci vuole pazienza ma si traggono grandi soddisfazioni nel poter apprezzare vittorie di diverso tipo da parte di tutte le civiltà (per le loro caratteristiche e tecnologie iniziali generalmente ogni civiltà è facilitata in due tra le quattro condizioni di vittoria). L'autore merita un voto alto già nell'aver saputo bilanciare perfettamente il gioco (che per un Ameritrash non è cosa da poco :P)

2) Azioni cittadine: non è vero che la costruzione sia la più importante, anzi.. più si fa esperienza e si impara a giocare questo gioco e più ci si rende conto di quanto si debbano limitare le proprie costruzioni all'essenziale per poter vincere la corsa alla vittoria. In questo raccogliere le risorse è fondamentale, in quanto si possono sfruttare le proprietà delle tecnologie che fanno uso di risorse e vi assicuro che sono fortissime se usate bene. Il votarsi alla cultura costituisce un avanzamento verso la condizione di vittoria (e poi le carte cultura portano vantaggi considerevoli).

3) Le condizioni di vittoria: esse sono tra loro equivalenti se confrontate in base alla civiltà. Il bello del gioco è che ogni civiltà è più portata verso determinate condizioni di vittoria, ed ognuna di esse può raggiungerla in 10/11 turni (un turno in meno nel caso si proceda senza essere ostacolati)

Per concludere non è un gioco semplice, si tratta essenzialmente di entrare nell'ottica che si sta partecipando ad una corsa: ogni azione che non è finalizzata alla vittoria è un'azione persa (evitate di costruire troppo, avere una città bella e completa di ogni comfort a fine gioco non serve a niente, perché un'azione impiegata a costruire qualcosa che non serve è un turno sprecato).

Vi suggerisco di contare i turni quando giocate: partite ben giocate termineranno intorno ai 10/11 turni allora potrete apprezzare in pieno la quadratura ed il bilanciamento di questo bellissimo gioco.

PS Una piccola parentesi: preferisco i giochi alla tedesca, Through the Ages come profondità è una spanna sopra, ma questo titolo è divertentissimo, perché considera aspetti che nel titolo di Cvatil sono stati (giustamente) tralasciati. Un gioco spettacolare in tutto e per tutto.

8

Gioco divertente e ben strutturato, am non per tutti. La complessità che lo rende completo e vario non aiuta però i neofiti o gli impazienti!

Sceglietevi bene i compagni: attorniarsi di persone poco disposte e disponibili renderà tutto più arduo, e quando dovrete rispondere per l'ennesima volta a domande del tipo: "Ma i capitelli a cosa servono?", "Adesso cosa devo fare?" o "Perchè non mi hai dato la moneta?", anche la pazienza dei più miti sarà messa a dura prova! Anche un approccio del neofita tipo Risiko è molto dannoso nelle dinamiche di gioco, rischiando di compromettere la partita.

Altra pecca resta la lingua inglese, non facilmente digeribile per tutti. Persopnalmente ho cercato di risolvere tale problema traducendo personalmente tutte le carte e il materiale di gioco (lo trovate nei download), ma quando vi presenterete ai vostri compagni con una risma di fogli A4 con le carte tradotte in molti storceranno il naso!

Concludendo, credo che la Vittoria Culturale sia la più difficile da ottenere e anche la Vittoria Economica non mi sembra ben spiegata nel regolamento. Forse con qualche Civiltà in più da scegliere e pedine più graziose delle abusate bandierine poteva guadagnare qualche punto.

Resta in ogni caso un gioco godibile e divertente e. dato le scelti molteplici, rigiocabile più volte.

8

Giochillo interessante che permette di diversificare la partita e di intraprendere condizioni di vittoria differenti. Delle mie considerazioni:

1)Buona grafica del gioco (a parte le insulse bandierine,ma vabbè) e azzeccata l'idea di ricreare la stessa atmosfera del gioco per PC...infatti i provenienti da quest'ultimo potrebbero apprezzare maggiormente le meccaniche del titolo.

2)Condizioni di vittoria forse un pò sbilanciate....io giocando male alla prima partita sono quasi riuscito ad ottenere una vittoria economica nonostante fossi indietro nello sviluppo militare e produttivo.

3)Impossibile giocare senza prendere carte cultura poiché quest'ultime aiutano veramente e possono cambiare le sorti di una battaglia o di un turno di gioco.

4)Grande importanza funge l'inizio del gioco...se si sbaglia una mossa o si perde uno scontro contro gli indigeni si può veramente correre il rischio di restare indietro.

5)Fico il sistema ad albero per lo sviluppo tecnologico,un pò meno il combattimento che mi sembra un pò farraginoso.

Monopoli?Risiko?Hotel? No grazie,preferisco vivere 8)

8

Nessun commento

//i.imgur.com/8WRAG0Q.png?1)

8

Un bel gioco di civilizzazione in salsa americana, classico biig box della Fantasy Flight con tante carte e segnalini, mettere giù il tabellone è uno spettacolo, hanno toppato solo con le miniature in plastica delle armate.
La fortuna non mi sembra tanto eccessiva (certo, si pesca), il gioco funziona anche in 2 (si perde la parte diplomatica, si guiadagna un bel po' in tempo di gioco), il feeling con il videogame si sente.

Sento molto parlare di una non equivalenza dei 4 percorsi di vittoria. Non ho molte partite per fare una statistica, ma per me non è un grosso problema. Più grave sarebbe se le civiltà (molto caratterizzanti, spingono a strategie differenziate) si rivelassero non bilanciate.

8

Nessun commento

9

Nessun commento

Tutto cominciò per colpa di Lord Fiddelbottom... chi l'avrebbe mai detto!
Poi la seduzione di Madame Zsa Zsa ed il rapporto con Colonel Bubble...hanno fatto il resto!

9

dopo un adeguato stress test posso dire la mia..

gioco OTTIMO, molto scalabile (2-3-4 cambia solo un po' la lunghezza), rende in maniera ottima il gioco per pc

Un po' ostico per chi gioca solo a risiko, o chi non parla mezza parola di inglese, e la cosa migliore è spiegare le regole mano a mano che si presentano , e non tutte assieme..

Trovo la vittoria tecnologica troppo facile, e quella culturale quasi impossibile, per questo sto pensando di testare le house roules

Consigliato

6

vorrei capire che cos'ha di bello un gioco da essere votato con degli 8-9-10 quando le condizioni di vittoria sono sbilanciate e i popoli sbilanciati anch'essi.

belli i materiali, bella l'ambientazione, belle le idee per rendere il progresso della civiltà, ma non è che tutte queste cose che luccicano hanno gettato fumo negli occhi non facendo vedere i difetti basilari del gioco?

per me non va oltre la sufficienza.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

7

Da vedere non è una bellezza, tanti particolari belli che messi insieme fanno tanto "pastone per il cane".
Purtroppo, io, non sento minimamente il trascorrere del tempo. Lo sviluppo tecnologico non mi da l'idea della "conquista" vera e propria.
Le carte quadrate non le sopporto.
Non di co le miniature di ogni singolo edificio (ma perché no?) ma almeno quelle delle meraviglie ci potevano stare nella scatola.
Il gioco in sé mi piace, non grido al miracolo ma mi piace. Le condizioni di vittoria sono schifosamente sbilanciate. Gli do un 7 perché spero venga migliorato in alcuni aspetti da una qualche espansione (e mi stupisco di averlo detto).
TtA è un altro pianeta però.

"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)

8

Nessun commento

7

Premetto che commento dopo 1 sola partita (in 4) e svariate partite (solo guardate, però).
Da amante della serie per PC, sono rimasto piuttosto deluso: il gioco è la versione cartacea di Civilization: Revolution (quello per DS ed X-box per intenderci), ossia il più brutto della serie.
Ma andiamo per gradi:
1) Longevità: il gioco si presta ad essere esplorato e giocato più e più volte e credo che questo sia un punto forte del gioco. L'unico dubbio permane sul fatto che in un gioco per 4 giocatori ci siano così poche civiltà...Temo sia stato fatto in virtù di future espansioni, a scapito del gioco base, francamente. Voto: 1.5
2) Regolamento: Probabilmente il punto forte del gioco. Lineare e facile da spiegare/comprendere. Il problema sono le regole in sè che in alcuni casi (vedi pesca casuale delle carte combattimento e uscita delle Wonder) non ha molto senso nell'economia del gioco ed è un'escamotage per rendere più difficile la vita a chi si dedica al militare...Voto: 1.5
3) Divertimento: Il gioco è bello e divertemente ma tende a momenti morti lunghi se i giocatori non pensano alle proprie azioni prima che tocchi a loro. Voto: 2
4) Materiali: probabilmente la più grande pecca del gioco. La mappa non mi piace proprio e potevano sforzarsi un po' di più nel renderla modulare. TROPPI token, sono tanti, rallentano il gioco e rendono Setup e inscatolamento post partita...infinito. Poi un po' di plastica per miniature più carine e delle wonder potevano sprecarla: qui la FFG ha proprio toppato, al 100%.Voto: 0
5) Originalità: poca. Si sono traslati i concetti del gioco per PC al cartaceo ma senza troppe innovazioni nel farlo. Tutto sommato alcune trovate sono piuttosto strane.... SI spera in un'espansione. Voto: 1

Totale: 6 -----> 7

Concedo un 1 voto in più perchè potrei essere stato troppo duro dopo una sola partita completa.
Mi riservo di confermarlo o meno dopo altre 3 o 4...

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [Platone]

8

molto semplice e carino. Adatto per famiglie

5

Ho giocato diverse volte partite intere, ma tutte le volte ho trovato un forte sbilanciamento nei tipi di vittoria, quella economica è troppo semplice, tanto che ho deciso di modificare le regole e toglierla!
Per il resto ho avuto diversi dubbi interpretativi che ho risolto in qualche modo personalizzando le regole, ritengo però che le regole possano e debbano essere modificate grazie all'abbondanza di "materiale", mi sono iscritto al sito della FFG ed ho visto che testano i giochi, ma che lavoro hanno fatto su questo?
Il voto forse è un pò duro, ma non è senza appello.
Si accettano suggerimenti su regole da aggiungere o modificare.

8

Come tutti i giochi anche questo ha i suoi bug. Ma, a differenza di Through the Ages, in 4 giocatori esperti, riesce a durare meno (i turni con cui chiudere la gara sono sempre al max 17), ad essere più equilibrato sebbene anche qui se 2 giocatori si accaniscono militarmente contro un terzo, questi subirà effetti devastanti. I bug? La vittoria culturale, praticamente irraggiungibile se un avversario punta a quella economica, molto più semplice. Eppure, il territorio, gli edifici, la gestione della guerra, ha qualcosa di veramente azzeccato. Da rigiocare

8

Nessun commento

8

Nessun commento

Engineering: where the noble semi-skilled laborers execute the vision of those who think and dream. Hello, Ooompa-Loompas of science

7

Un bel giocone, variabile e che merita di essere scoperto.

8

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Gran bel gioco! Con l'espansione è ancora meglio, perché vengono sistemate alcune cosette che "non giravano troppo bene" (vedi l'inflazionata vittoria economica)

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

8

Nessun commento

7

7.5.
Una parziale delusione.
La stesura e ramificazione delle regole a mio avviso non è il massimo,
non è bilanciato e graficamente triste.
Il titolo comunque è (per una volta) esplicativo: è solamente una trasposizione di un gioco per computer.
Se cercate un gioco di "civilizzazione" ce ne sono di migliori (ma anche di peggiori)

7

Bello ma non eccezionale... forse alcune scelte "obbligate" tendono a sbilanciare un po' troppo il risultato finale, privilegiando troppo alcune strategia rispetto ad altre.
Il mio giudizio si basa comunque su un'unica partita neanche teminata completamente, per cui va preso un po' con le molle...

8

gioco molto difficile ma interessante giocato 3 volte ma finito 1 credo che capendo meglio le regole sara un super gioco

7

Longevità: 2
Regolamento: 1
Divertimento: 2
Materiali: 1
Originalità: 1

7

Nessun commento

7

Nessun commento

//s12.postimg.org/3obm9k6cd/ds2.jpg)
"And there was war in heaven: Michael and his angels fought against the dragon; and the dragon fought and his angels.."
Revelation 12:7

9

E' un gioco che da tanto, vario, il senso di sviluppo e di differenziazione delle diverse civiltà in gioco si sente molto.

VENDO:-Masmorra(kickst)-RailroadRevolution-Thunderstone+esp-CastlesOfMadKingLudwig-Raja-Drako-MiTierra(kickst)-TheseusTDO+Esp-Navegador-Uppsala-Flick'emUp-Kanban-Martinique-La Isla-LeHavreAncoraInPorto-Runewars-SignoreDegliAnelliLaSfida ecc.
6

Un gioco molto bello, ma anche molto lungo, il fatto che ci siano volute ore per poterlo apprendere e altrettante ore per poterci giocare non aiuta a comprenderlo a pieno.
Lo studio del gioco è di qualità superiore, soprattutto per il fatto che puoi veramente personalizzare la tua civiltà.
In ogni caso la longevità è forse anche il suo punto debole.

8

Nessun commento

l'uomo genera il male come le api il miele...

9

Un giocone, in tutti i sensi. La creazione e lo sviluppo della propria civiltà è appagante e stimolante, e il tutto si rivela molto corposo e abbastanza complesso, sebbene i turni scorrano via in maniera fluida. Le possibilità strategiche sono molte, e saper scegliere la giusta strategia da seguire, in funzione soprattutto della civiltà scelta, è la chiave per vincere, visto che in questo gioco la fortuna conta poco o niente, anche nei combattimenti, basati su un meccanismo che premia la pianificazione e la tattica. Ho spesso sentito parlare di condizioni di vittoria sbilanciate, ma ciò è vero solo in parte, e, come detto, dipende dalla civiltà scelta. Nelle nostre partite ad esempio ho notato che la vittoria militare è stata conseguita più facilmente, mentre le altre bene o male sono rimaste sullo stesso livello di probabilità. Certo, tutto dipende dai giocatori al tavolo, se ognuno sta attento a difendere la propria capitale, ecco che la situazione cambia e può ribaltarsi. L' unico difetto che ho riscontrato è la durata, se le cose vanno in un certo modo il gioco può durare anche più di 4 ore, per questo io lo preferisco massimo in 3 giocatori. Materiali al top come da abitudine della Fantasy Flight. Se vi piacciono i giochi di civilizzazione, e magari avete amato come me il glorioso videogioco da cui proviene, dovete assolutamente avere questo titolo in collezione insieme a Through the Ages.

P.S. Aggiungendo l'espansione Fama & Fortuna il gioco acquista variabilità e migliora ulteriormente, permettendo una maggiore personalizzazione grazie agli Investimenti (che aumentano anche l'importanza delle monete controllate), al mazzo dei Grandi Personaggi e alle nuove possibilità offerte (Metropoli, Vestigia, Carovane, Fortificazioni ecc.).

9

Commento basato su 2 partite. Non conosco il videogame da cui è tratto quindi non sono influenzato da vecchi ricordi di gioventù.

- Materiali: gioco molto ricco (miniature, carte, tokens), tabellone componibile piacevole (al contrario del recensore io lo apprezzo), dipendente dalla lingua visto il testo sulle carte (da cui dipende tutto il gioco);
- Regolamento: chiaro (anche i rimandi sono ben specificati), non è un gioco difficile dal punto di vista delle regole. Inoltre già alla seconda partita non c'erano più grandi dubbi irrisolti (questo parla a favore del gioco e della sua linearità);
- Originalità: va detto che io non posseggo giochi di civilizzazione quindi per me il tema è trattato in modo originale, l'ambientazione è ben resa e le azioni si collegano in modo logico con la tematica;
- Meccaniche: interessante la meccanica del combattimento e bella l'evoluzione della propria civiltà tramite le carte tecnologia che danno grande varietà di strategia anche usando le stesse civiltà. Non avendoci giocato molto non posso esprimere un opinione sul bilanciamento delle varie civiltà (anche se credo che conoscendole bene non ci sia una vera e propria sproporzione);
- Longevità: 4 modi per vincere, 6 civiltà, un numero importante di carte tecnologia, una decina di edifici, tabellone modulabile, beh non credo ci sia da discutere...
- Scalabilità: provato in 2 e in 3. Visto che il tabellone varia a dipendenza del numero di giocatori la scalabilità è buona. Più si è e più c'è il rischio di pestarsi i piedi per accaparrarsi risorse o meraviglie;
- Divertimento: gran bel giocone, ben congegnato ma non difficile da capire. Moltissime scelte e strategie di gioco. Unico vero difetto. Il gioco è soggetto al virus di Analysis Paralysis soprattutto perché la pianificazione a volte deve essere fatta dopo aver visto come hanno agito gli altri prima di te!

8

Nessun commento

Solo un bambino neccessita di mostrarsi adulto.

7

Commento basato su un paio di partite.

Una piacevole sorpresa, che soddisfa appieno le bellicose esigenze del sottoscritto; è vero che gli obiettivi sono sbilanciati a favore di guerra ed economia, ma la cosa è giustificabile: Egizi e Romani prima di costruire colossei e piramidi hanno dovuto prima costruire un esercito per difendersi ed espandersi.

dopo altre partite, confermo il mio entusiasmo su questo gioco, così come confermo lo sbilanciamento di alcune civiltà: finora i tedeschi hanno sempre vinto, mentre Americani e Romani sono le civilità più deboli della situazione.

Quando ho un mano un American Game, non mi faccio scrupoli a modificarlo a mani basse per soddisfare le mie esigenze di gioco: sbilanciamenti immondi e situazioni assurde nel gioco fanno parte del divertimento

9

Commento basato su poche partite fatte in 2 giocatori
Longevità: 1.75
Regolamento: 2
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 1

Totale: 8.75 -> 9

Gran giocone, non adatto ai neofiti non tanto per la difficoltà del gioco in se ma per l'apprendimento iniziale delle regole che richiede un certo impegno.

Come meccaniche personalmente mi ricorda molto il gioco per pc (ovviamente con le debite proporzioni) e questo è un punto a suo favore.

Pecca principale (anche se non è un vero difetto): ci vuole una tavola molto spaziosa e ci si mette un po' a preparare il gioco :-)

Consigliato!

6

Molto lungo ma non mi ha dato soddisfazione,alcune cività partono forti quasi da sembrare sbilanciate.

Se devo spendere al meglio il mio tempo scelgo Through the Ages tutta la vita..

7

Nessun commento

7

Nessun commento

---THE SUPER GUARD, TO YOUR SERVICE--- ---DELLA MIA COLLEZIONE DI GIOCHI NON VENDO NULLA---

8

Nessun commento

8

longevita':2
regolamento:1
divertimento:1,5
materiali:2
originalita':2

tot.:8,5.... un must per chi lo gioca su pc. la vittoria tecnologica e' un po troppo facile da conseguire. regolamento poco chiaro in molti punti. comunque scorre benissimo

7

Nessun commento

9

Short: Dopo l'espansione il gioco gira benissimo, non gli do 10 solo perché il regolamento ha necessitato alcune partite per essere digerito e perché un nuovo giocatore abbisogna di un paio di partite per giocare almeno decentemente.

Long: Pur essendo un fan del genere 'civilizzazione' e 4X, non l'avrei mai comprato, un gioco che viene da un videogame ne sfrutta la nomea e può essere semplicemente un'operazione commerciale. Aggiungiamo il fatto che alcuni amici fidati me lo sconsigliarono apertamente per via di sbilanciamenti verso le condizioni di vittoria e il destino sembrava segnato a farmelo dimenticare.

Per cause fortuite invece ho dovuto provarci lo stesso e ne sono entusiasta.

Il gioco è divertente mentre ci giochi anche se perderai, la varietà strategica è notevole e riesce a far divertire sia appassionati di wargames che appassionati di giochi alla 'Agricola'. Ottimo mix, grandi limate e intuizioni del game designer.

Ci vorrò sempre fare una partita.

Provatelo (sopratutto con l'espansione).

ESC:wq

5

Un'ambientazione ricreata nell'impatto e nell'esplorazione iniziale, per il resto monotono, ripetitivo e inutilmente lungo.

9

Nessun commento

8

Nessun commento

L'unica febbre che sento è la febbre della battaglia. Mi ribolle nelle vene! Gotrek Gurnisson

6

Bel gioco nel complesso,
rischia di premiare spesso una stessa strategia, specie se incrociato con le scarse scelte tra i personaggi.

Bello lo spirito e la presenza di alcune trovate che faranno sorridere gli appassionati del video-game.
Non è intuitivo ed una padronanza completa richiede più di una partita.
Le cose da ricordare sono molte, ma la struttura del turno non ne esce completamente appesantita.
La lunghezza è un altro aspetto da mettere in conto.
Per il resto ci sono aspetti molto curati come quello tecnologico e militare e il sistema di gestione delle città.

Non colpiscono particolarmente i materiali e la soluzione trovata per il tabellone componibile (a volte un vero colpo all'occhio)

Coinvolgente
ma la sensazione che lascia è di qualcosa non del tutto completo.

9

Nessun commento

7

Gioco dalle alte pretese le cui meccaniche non sono riuscite bene come si sarebbe dovuto.....

8

Secondo me è un giocone...Sempre stimolante con meccaniche intraprendenti anche se con un regolamento non sempre chiaro...l'ho provato soltanto a 3 giocatori, aspetto di provarlo in più...ma dalla prima partita ne sono rimasto innamorato: Voto: 8,5

7

Bei materiali, tempi ridotti rispetto agli altri Civilization, ma mi sembra che per vincere si deve perseguire fin da subito, solo e soltanto la 'vocazione' del tuo popolo.
Preferisco i giochi dove si fa un po' tutto.

8

Quello che poteva essere davvero un giocone è rovinato dallo sbilanciamento delle condizioni di vittoria. Per un gioco che richiede un certo impegno e 4 ore di gioco è un grossissimo difetto. Un vero peccato, perchè il gioco è molto molto interessante e profondo.

Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso.

10

Ottimo titolo. Scelte stratificate non tutte bilanciatissime (chi si orienta ad una vittoria sul versante economico può vincere presto); senza avversari attenti uno si può coltivare il proprio orticello senza fastidi e si può incontrare con l'avversario solo al momento di conquistargli la capitale! A me lascia la gran voglia di rigiocarci (come per il videogame, dove perdo sempre miseramente!), anche perché qui, finalmente, ho sotto controllo i progressi tecnologici, le scelte militari e la gestione delle città e mi sento veramente alla guida della mia civiltà; infine, cosa da non sottovalutare, qui, davanti a questa infinità di carte e tasselli, rispetto al monitor del computer, vinco!
Il 10 è dato per la soddisfazione che ti lascia questo gioco; ma, a mio avviso, va integrato necessariamente con l'espansione Fama & Fortuna, dove si correggono un paio di meccaniche.

8

Nessun commento

8

Nessun commento

Bazinga!

8

Il gioco offre tantissime possibilità di gestione della propria città, della politica, della milizia, diplomazia, tecnologia ecc ecc
Alcune scelte per la vittoria finale possono sembrare più semplici di altre, maè una sensazione data dall'inesterienza iniziale. Solo giocandoci tanto si possono comprendere le varie tattiche per vincere in un modo più che in un altro.
Per una esperienza più appagante consiglio anche l'espansione Fama e Fortuna perché introduce degli elementi a mio parere essenziali.
Gli do "solo" un 8 perché per riuscire a giocarci davvero bene, bisogna fare tante e tante partite, dove ognuna porta via minimo 4 ore di gioco. Insomma bisognerebbe giocare solo a questo :D

6

Gioco valido e piuttosto fedele, nella struttura, al suo genitore informatico. La vera domanda è: supera il padre? Assolutamente no. E allora, ce n'era proprio bisogno?

6

Nessun commento

Vendo con RIBASSI, The Foreign King Kickstarter 15€, Loony Quest ENG 15€,

9

Nessun commento

Me ni kyoufu ga mieru na (Vedo il terrore nei tuoi occhî)!

8

Gran gioco che poteva essere un piccolo gioiello, in ogni caso un 8 pieno se lo merita tutto, espansione Fama e Fortuna direi quasi obbligatoria.

8

no comment

Luigi La Guardia

8

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Gioco complicato, che da tanta soddisfazione.
In realtà, imparate le regole, basta seguire lo schema apposito e tutto fila liscio (le azioni non sono moltissime, ma bisogna tenere conto di molte variabili).
Consigliatissimo, ma proponetelo solo a giocatori motivati!

Voto: 8.5

8

Nessun commento

Ia mayyitan ma qadirun yatabaqa sarmadi
Fa itha yaji ash-shutahath al-mautu qad
yantahi

CTHULHU FHTAGN

7

Gioco molto bello con possibilità di raggiungere la vittoria finale perseguendo differenti strategie. Scala bene da 2 a 4 e offre la possibilità di scegliere differenti civiltà rendendo il gioco molto longevo. Materiali e disegni di qualità, il gioco però non è immediato e necessita di diverso tempo e spazio. - [Autore del commento: ottobre31]

7

Buon titolo, lungo da spiegare con numerose regolette. Tuttavia per i giocatori esperti è un problema facilmente risolvibile. Certe obiettivi di vittoria sono molto più facili da riaggiungere di altri e di conseguenza certe civiltà sono avvantaggiate nel raggiungere certe condizioni di vittoria - [Autore del commento: JohnTheBeast]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare