Recensioni su Space Hulk: Death Angel – The Card GameIndice ↑

Articoli che parlano di Space Hulk: Death Angel – The Card GameIndice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Space Hulk: Death Angel – The Card GameIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Space Hulk: Death Angel – The Card Game: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Space Hulk: Death Angel – The Card GameIndice ↑

Video riguardanti Space Hulk: Death Angel – The Card GameIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Space Hulk: Death Angel – The Card Game: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
17071
Voti su BGG:
9581
Posizione in classifica BGG:
493
Media voti su BGG:
6,99
Media bayesiana voti su BGG:
6,81

Voti e commenti per Space Hulk: Death Angel – The Card Game

7

Carino, temevo molto peggio visti gli altri giochi di carte sfornati dalla FFG sull'universo della Games Workshop.
Non ho all'attivo molte partite, ma non mi è sembrato particolarmente difficile vincere, ma forse ci è andata particolarmente bene, dato che intravedo quanto il set-up possa incidere. Tutto sommato il gioco tenta di riproporre alcune delle situazioni tipiche di Space Hulk ed il feeling del mitico gioco è presente.. poi chiaro, NON è Space Hulk e proprio per questo risulta un po' inutile per chi già possiede l'omonimo gioco originale (magari nella versione deluxe uscita recentemente.. capolavoro). Tuttavia il prezzo è contenuto e il gioco abbastanza ben realizzato.
Componenti buoni.

Non Cogito, Ergo Digito.

6

Il gioco è carino, ma troppo fortunoso per i miei gusti.

7

Avrei dato a questo gioco persino 8 se non avessi temuto di venir frainteso: rispetto al tipo di esperienza ludica che propone (cooperativa, veloce, determinata dal caso) secondo me è un prodotto veramente ben realizzato: non è semplice sconfiggere il gioco (quindi immagino una discreta longevità) costringe i giocatori a cercare una pianificazione nonostante l'atmosfera del caotico combattimento all'ultimo marine sia ben resa. Belli i materiali e la veste grafica.
Unica pecca: la possibilità che qualcuno sia escluso velocemente dal gioco e sia costretto a far da spettatore.

7

(provato solo il solitario)

belle meccaniche (mi piacerebbe vederle riproposte in un gioco da tavolo con miniature).
Secondo me l'uso delle carte per rappresentare gli alieni rende il tutto molto confusionario e richiede troppo spazio sul tavolo. Bastava mettere dei segnalini di cartone al posto delle carte, così si potevano posizionare sopra le locazioni invece che a fianco.

7

Purtroppo ho poco tempo e lascerò un commento più esteso in futuro, ma per ora schematicamente:

+ ottima l'ambientazione, la grafica (sì, con poca luce c'è qualche difficoltà) ed anche ben fatto il meccanismo di gioco.

- il regolamento è orribile e non è colpa della traduzione: anche quello inglese originale è disomogeneo in modo quasi illeggibile (strano perché di solito la FF non toppa su questo punto). La fortuna è tutto, anzi troppo! Sia per le carte evento di cui alcune sono devastanti sia per il dado che davvero manda di continuo a putt... ogni strategia. Personalmente invece del ritiro userei la regola alla zombi, ovvero 1 supporto = +-1 al dado, ma è solo un'opionione mia.

In sostanza: se non fosse Space Hulk (e qui sono di parte io) e tutto sommato abbastanza originale nelle meccaniche e nalla scalabilità credo meriterebbe un bel 5!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

5

sarebbe 5,5.
Diciamo che come filler ha il difetto di essere un po' lungo e ripetitivo;
E' parecchio dipendente dalla fortuna (per quanto tu sia coordinato e organizzato tra le varie squadre, quando il dado non gira è tragica).
Il livello di difficoltà è arduo e questo è un bene, perchè almeno ne guadagna la longevità.

5

Provato a Lucca.
La partita parte bene ma si allunga enormemente nel finale (più di un'ora...)
Mi ha ricordato Doom. Preferisco altri tipi di filler più veloci se devo proprio scegliere.

7

Denso di atmosfera, cattivissimo, possibilità di sopravvivenza bassissime, necessità assoluta di cooperazione. Decisamente bello, ricorda parecchio da vicino addirittura il videogioco Space Hulk più che il boardgame, e tutto sommato riporta alla luce l'ispirazione (chiamiamola così) che la GW ha avuto da Aliens (nota la "s" finale). Bel gioco davvero.

7

Grande atmosfera, tensione ad ogni tiro di dado. E talvolta si ride pure, il che non guasta. Ottimo il materiale delle carte, un po' meno la varietà delle locazioni che magari si poteva arricchire di una decina di carte in piu'.
Scala bene da 1 a 6 giocatori, e sta in una scatoletta piuttosto pratica... il prezzo e' accessibile e la traduzione italiana ben fatta (al contrario del manuale, pessimo anche in lingua originale).
L'ho visto spiegato e l'ho preso, e non me ne pento ;-)

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: //tinyurl.com/h36zvft)

6

Nessun commento.

8

Rapido e conciso:
- Per una ventina di Euro ci si porta a casa una buona "riduzione" di Space Hulk, che funziona sorprendentemente bene.
- Supporta da 1 a 6 giocatori e sostituisce facilmente un gioco in scatola "grosso" (non fatevi ingannare dalle carte, NON è un filler o roba simile, tuttaltro)
- Le carte hanno una bella grafica, anche se quelle dei marine possono essere confusionarie: un codice di colore migliore avrebbe sicuramente giovato. O qualche simbolo più in vista.
- Gioco abbastanza imprevedibile: può durare mezzora così come più di un'ora. Lascia abbastanza col fiato sospeso.

Insomma, secondo me un buon acquisto, davvero versatile.

--
Stef - Stefano Castelli

7

Cooperativo carino, portatile, lascia molto al caso, ma per il pubblico a cui è diretto non dovrebbe essere un grande problema.

Difficoltà media, un gruppo di gamers agguerriti probabilmente vincerà spesso, ma per giocatori di livello intermedio può costituire una sfida, e comunque il livello di difficoltà si può variare verso l'alto anche solo limitando la conversazione al tavolo.

Apprezzabile la scelta simultanea delle azioni, per limitare l'effetto "leader che comanda e gioca da solo".

7

Divertente, regolamento facile e dalla durata contenuta.

8

A chi piacciono i cooperativi questo gioco non può non piacere... é veloce, divertente e bastardissimo: il dado conta e anche tanto, ma secondo me in un gioco impostato in questo modo non guasta, anzi...

8

Buoni materiali e un costo contenuto rendono questo gioco un buon acquisto. Le carte marine potevano avere colori un pò più diversificati, mentre le restanti carte hanno una bella grafica. Immediato e divertente per passare una serata in compagnia con partite variabili dai 30 ai 60 minuti circa. Il fattore fortuna incide pesantemente sulla partita e col passare dei turni diventa sempre più difficile vincere, ciò rende il gioco molto longevo. Le uniche due pecche che ho riscontrato sono date dal regolamento, anche quello in inglese, poco chiaro che lascia parecchio all'interpretazione personale e dalle carte locazione che potevano essere di più fornendo quindi più varietà alle partite.

8

Bello bello bello. E' vero, conta molto il fattore fortuna: se il dado non gira, è molto dura perchè ad ogni scontro fallito segue la morte del marine senza appello. Poche chance di sopravvivenza, molto lavoro di squadra. Proprio come l'ispirazione del gioco. Inoltre si può giocare anche da soli, il che non guasta. Sarebbe bella un'espansione che aggiungesse qualche variante, ma già così cammina bene. Regolamento caotico.

Anche se è "solo" un gioco di carte, non va assolutamente sottovalutato.

- Quindi?
- Quindi sei morto.
- Di nuovo?

8

Da grande fan di Space Hulk non posso non apprezzare Death Angel. Il gioco è semplice, con l'elemento aleatorio predominante. Regole scritte in maniera confusa.

"ludus est necessarius ad conversationem humane vite"

7

Death angel è un gioco cooperativo dove dei marines devono sopravvivere in una base affollata da alieni che non vedono l'ora di consumare un bel pasto.
I giocatori dovranno gestire la squadra di marines mettendosi d'accordo sulle azioni che dovranno effettuare, poi starà al gioco che attiverà gli eventi e gli alieni.
Se la gestione dei giocatori è ben coordinata allora i marines daranno del filo da torcere agli alieni, altrimenti non sarà facile sopravvivere in un ambiente così ostile.
I meccanismi del gioco sono semplici e il supporto si rivela essenziale per poter sopravvivere perchè è l'unica cosa che ti permette di rilanciare il dado: quest'ultimo influenza fortemente l'esito della partita e per poter ottenere risultati positivi è meglio lanciarlo più volte.

6

BELLO e molto semplice.

8

Difficile vincere, ma ottima ambientazione, non male con così poche carte e materiali!

7

Nessun commento

8

Un gioco di carte che riesce a creare l'atmosfera cupa, da "senza speranza", tipica delle missioni dell'ambientazione WH40K. Fondamentale la cooperazione tra i giocatori per proteggere i capi squadra di ciascuna coppia di marines, in modo da poter giocare le carte azione con effetti speciali per più turni possibile. Gli scenari sono limitati quindi tendono a ripetersi se li generate casualmente. Dal momento che vincere è difficile, può risultare frustante per i non appassionati del genere

7

Regolamento di difficile lettura, ho fatto fatica a gestire le prime due partite ma dalla terza in poi il divertimento aumenta, soprattutto la necessità di collaborare seriamente per arrivare quantomeno all'ultimo livello. Molto carino!

8

Nessun commento

"England expects that every man will do his duty" (H.Nelson)

7

- [FAIR-VOTE] Commento basato su 1 sola partita

Nel mondo del 40.000 un nuovo gioco sul filone di Space Hulk. Un interessante cooperativo, per nulla banale ed anche abbastanza ostico.
La prima partita è finita con una vittoria per i marine per il rotto della cuffia.
Sicuramente sono interessato a riprovarlo.
Confezione compatta.

MECCANICA 1,6
STRATEGIA 1,9
AMBIENTAZIONE 1,5
COMPONENTI 1,1
LONGEVITA' 1,1

7

Il regolamento, per come è scritto, è la vera pecca del gioco! Si è costretti a leggerselo tutto diverse volte per riuscire ad allineare tutte le regole di gioco ed impedisce una "prova in lettura progressiva!"
Il divertimento è molto alto, così come Originalità (seppur si riferisca ad un gioco molto vecchio), i materiali potrebbero essere migliori, ma per il basso costo sono perfetti.
Lo consiglio ai gruppi di giocatori che non giocano i cooperativi! Se ne vedranno delle belle!

Kane The Bastard Inside

5

Bel mio WH40000.................

//i.imgur.com/wfGqmRb.jpg)

7

Nessun commento

6

Nessun commento

7

un gioco che mi ha positivamente colpito facile da spiegare difficile da battere

6

No Comment

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

8

Nessun commento

7

Buon gioco di carte ... un pò ostico nelle prime partite ma poi diverte.
Manuale scritto malissimo, un concetto viene spiegato in mille rimandi fra pagine e a volte anche sbagliate ...
Non da tirar fuori per giocatori occasionali che lo troveranno troppo difficile da battere (mi è capitato 3 volte su 3).

7

Uno dei giochi collaborativi che preferisco, difficile, ben ambientato e che tiene tutti sulle spine. Ho già detto che è difficile? Maledetti gene-stealer!

8

Nessun commento

7

Un bel collaborativo veloce e facile da spiegare (regolamento ahimé scritto malissimo)...le combinazioni di squadre aumentano la longevità (di poco) anche se lo trovo un po' ripetitivo...se si ha poco tempo e voglia di qualche nerdata é comunque un prodotto ottimo!

8

Nessun commento

7

Un bel gioco da 3 giocatori in su.Ti fa imbestialire quando la fortuna non ti sostiene ma si gode quando le carte girano a tuo favore e le tattiche adottate sostengono le intuizioni dei giocatori.

7

Nessun commento

8

ottimo anche per 1 persona

6

Di per se il cooperativo è valido anche se poco pianificabile nel lungo termine.
Purtroppo non mi ha entusiasmato ma come gioco non è certo malvagio e nemmeno complesso.
La durata ( della nostra prima partita) mi é sembrata eccessiva ma l'ambientazione si sente abbastanza e questo aiuta a trascorrere meglio il tempo!
Voto personale 6,5

L'essenziale è invisibile agli occhi.

7

A me i cooperativi piacciono un sacco e questo mi dà sui nervi perché non riesco mai a vincere; lo trovo veramente difficile

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

7

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Il gioco e' bello, la componentistica di buon livello, ci sono anche le espansioni. Il difetto principale e' il regolamento che ho trovato abbastanza confuso, altrimenti il voto sarebbe stato 8.

Siver
_________________
"When playing a game, the goal is to win, but it is the goal that is important, not the winning."
Reiner Knizia

7

Difficile per i Terminator portare a termine la missione io ossequio al gioco originale da cui trae spunto, non per questo risulta brutto o frustrante, anzi: buona la componente tattica, dalla necessità di variare turno per turno l'ordine alla necessaria coordinazione tra gli space marine, il gioco non è mai banale. Buona la componentistica, onesto il prezzo, giovabile anche in solitario.
Più che buono il voto finale, peccato per il manuale veramente oscuro nello spiegare le regole...

8

Non metto punteggio pieno unicamente per la "praticità" di lettura del regolamento (cercare qualcosa su quel manuale è come dover tirare un 6 con il dado del gioco) e per la frustrazione che ogni tanto mi dà il gioco quando vedo la mia squadra morire per quel singolo genoraptor rimasto in gioco. Per il resto il gioco è una droga.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=gavhriel&numitems=10&header=1&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

9

Nessun commento

8

Ricrea perfettamente la scenografia del suo fratello maggiore (il gioco da tavolo)! Ottima la qualità delle carte ma alcune cose potevano farle meglio (specialmente il regolamento, troppo disarticolato!). La pecca e che ancora nn sono riuscito a vincere una partita!!! Conto molto sull'espansioni!

7

Longevità: 2
Regolamento: 0
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 1

8

Death Angel è un piccolo cooperativo che trovo estremamente accattivante per molteplici ragioni. Si tratta di un gioco estremamente tattico, in cui ogni scelta ha un peso che potrebbe risultare decisivo per la partita. In questo senso può essere un gioco "faticoso", ma le vittorie (per quanto sofferte) risultano spesso gratificanti.
Come tutti i cooperativi gli elementi casuali sono numerosi e preponderanti, ma l'impatto sullo stato di gioco delle scelte dei giocatori e dell'uso dei poteri speciali dei marines fanno spesso la differenza e il gioco raramente viene percepito come "ingiusto".

Death Angel è una prima scelta nell'ambito dei giochi "in solitario", e per più di un buon motivo. La modalità solitario è un bel puzzle che può restituire molte soddisfazioni, e in più ha il vantaggio di essere estremamente portatile con tempi di setup/cleanup minimi.

D'altro canto un difetto che si può trovare a Death Angel è l'imperfetta scalabilità al variare dei giocatori. L'unico accorgimento che il gioco usa è quello di variare il numero di nemici che vengono generati sui vari terreni di gioco, ma in certe configurazioni di gioco questo significa che si avranno delle zone in cui a ogni turno si concentreranno un gran numero di nemici difficili da sfoltire. Questo aspetto è critico, perché si incastra con altre due meccaniche di gioco che possono "rompere" la partita: il movimento e l'attacco dei nemici. Ciascun marine (a parte la squadra gialla) può muoversi solo di una posizione, e quindi avere tanti marines in formazione e solo due terreni per lato può significare che molti marines rimarranno tagliati fuori dalla battaglia per uno o più turni. Inoltre i nemici sono in grado di eliminare il marine che stanno attaccando se con un lancio di dado si ottiene un valore pari o inferiore al numero dei nemici che forma lo sciame attaccante: con un tasso di generazione di 4-5 unità (nel caso del major spawn) si localizzano moltissimi nemici che possono essere letali. In questo senso, reputo Death Angel giocabile e godibile solo con 1,2 e 4 giocatori.

Le regole sono confusionarie e non adatte a una consultazione veloce, però non presentano errori o deficit seri al punto da compromettere il gioco.

I componenti - in particolare le carte - sono di qualità eccellente, raro per giochi anche più grandi e costosi.

Longevità 2
Regolamento 1
Divertimento 1
Materiali 2
Originalità 2

Voto complessivo: 8. Ottimo in solitario, divertente con 2 o 4 giocatori, quasi ingiocabile con 3 o 6.

6

Nessun commento

Utenti con cui ho concluso trattative sulla tana:
Lleyenor, Farflyn, godjester, Clarisse, hoplomus, icata, prezio, paolo, AlexFab4, Jelerak, Verze77, etto23, mattnik, matmo, LordJack, ciabattino, Zerro73, remagio.
Tutti utenti affidabili al 100% :D

7

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Vittek&numitems=10&header=1&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

6

Nessun commento

6

Nessun commento

7

7.5.
Gioco molto carino, con due difetti: il primo (per me non da poco, ma opinione è): il fatto che ogni strategia/partita vada a frantumarsi contro la sfiga fantozziana del dado.
La seconda è che per rinnovare la rigiocabilità abbia bisogno di espansioni, ma visto i tempi forse difetto non è.

8

Bel gioco, semplice e divertente. Il manuale poteva esser spiegato un pelo meglio ma niente di incomprensibile. Ideale per chi vuole un gioco di carte cooperativo dato che è la sua colonna portante.

8

Nessun commento

8

Sono un fan di konieczka. Se non è da considerarsi proprio il re dell'ameritrash, un titolo nobiliare nel genere se lo stramerita. SHDA è un cooperativo cattivo, difficile, se si vince è sempre sul filo del rasoio, in solitario gira benissimo, viene completato molto bene dalle espansioni print on demand, ha un costo contenuto, materiali ottimi, sta tutto in una scatola di dimensioni esigue e crea dipendenza....

1

Gioco noiosissimo.
Inoltre il regolamento è strutturato in maniera del tutto disomogenea e illogica.

8

Questo gioco cooperativo portatile è uno dei miei preferiti. Impone decisioni ponderate e non è scontato. Difficile quanto basta dispone anche di interessanrti espansioni.

8

Giudizio basato su due partite (in 1,2 giocatori) - aggiornamento in futuro

Longevità: 2
Regolamento: 1
Divertimento: 1.75
Materiali: 1.75
Originalità: 1.5

Totale: 8

Cooperativo divertente e sicuramente non facile; scala bene anche in solitario, meccaniche molto buone anche se un po' macchinose; Regolamento leggermente ostico con errori di puntamento pagina.
Consigliato!

8

ottimo titolo, intrigante e appassionante. Risente molto del fattore fortuna dovuto al lancio dei dadi.

8

Nessun commento

Solo nel gioco è possibile per l'uomo essere veramente libero. Il gioco costringe alla parità perché tutti i giocatori hanno le stesse istruzioni, e mette in pratica la certezza del diritto, perché un gioco può esistere solo nel rispetto delle regole.

6

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Sbucano mostri da ogni parte!!!

AIUTO!!!!!!!

Comodo da portare in vacanza, regolamento incasinato ma una volta capito è facile da spiegare, un po' meno da giocare.
Bisogna pianificare non solo il turno in corso ma almeno quello successivo.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare