Fertility: introduttivo sulle sponde del Nilo

Fertility copertina
Catch Up Games

La Catch Up Games ci porta in Egitto per costruire il nostro quartiere sfruttando le risorse del fertile Nilo

Giochi collegati: 
Fertility
Voto recensore:
7,5

Fertility, titolo di Cyrille Leroy, è un piazzamento tessere per 2-4 giocatori dai 10 anni in su della durata massima di 45 minuti, presentato a Essen dalla casa editrice francese Catch Up Games. Lo avevamo provato in fiera e nei report dallo SPIEL avevamo notato come, oltre a noi, era piaciuto parecchio anche a Pennuto.

Il Gioco

Quartiere e risorse
Quartiere e risorse
Dopo aver costruito la mappa di gioco assemblando a caso un numero di tessere Nilo dipendente dal numero di giocatori, ciascuno riceve tre tessere risorsa, ciascuna divisa in due risorse, come una tessera del domino. Si posiziona la tessera iniziale in uno degli spazi indicati sul tabellone e a turno ci si alterna nello svolgere il proprio turno composto dalle seguenti fasi:
  • si posiziona una tessera dalla propria mano sul tabellone e si ottengono risorse;
  • si possono spendere risorse per acquistare una nuova tessera quartiere da posizionare nella nostra plancia personale;
  • si possono posizionare le risorse sulle tessere quartiere;
  • si scartano le risorse avanzate (tranne il grano) e si prende una nuova tessera, refillando le riserve di tessere risorsa e quartiere.
Parte centrale del gioco è il piazzamento tessere risorsa: ad ogni posizionamento si ottiene una risorsa per ogni collegamento che si riesce a creare, ovvero se si fanno combaciare due simboli uguali si ottiene una risorsa di quel tipo. Inoltre, se si copre una delle risorse prestampate sul tabellone la si ottiene e se la tessera tocca un campo di grano si ottiene un grano.
Piramide
Piramide
Se col piazzamento si riesce a creare un buco grande una sola casella si può scegliere se ottenere una risorsa aggiuntiva a scelta o piazzare nel buco uno dei propri monumenti. 

Le risorse così ottenute possono essere sia usate come moneta per acquistare una nuova tessera quartiere o usate per attivare gli edifici dei quartieri già sulla nostra plancia personale. Gli edifici possono fornire punti vittoria, moltiplicatori di punti per determinate risorse presenti a fine partita sulla nostra plancia, simbli divinità o grano.

La partita finisce quando terminano le tessere risorsa e vengono assegnati i punti vittoria dati dalle tessere quartiere attivate, dalla quantità di grano immagazzinata, dai simboli divinità diversi attivati e per chi ha la maggioranza di monumenti piazzati.

Considerazioni

La prima cosa che ci ha colpito, e che ha colpito tutte le persone cui abbiamo fatto provare il gioco, è il comparto grafico: colori accesi, illustrazioni che catturano l'occhio, materiali molto buoni tra cui spiccano le risorse sagomate e i monumenti in 3D. Da malpensanti quali siamo, abbiamo pensato che i materiali di pregio servissero a nascondere la mancanza di meccaniche invece... ci siamo dovuti ricredere. 

Fertility è un ottimo titolo per tutta la famiglia, che può essere considerato un introduttivo al mondo dei boardgame moderni perfetto per essere presentato a chi ancora non sa quanti bei giochi ci sono in commercio. Le regole sono semplici e intuitive, nessuna eccezione, nessun cavillo, si piazza la tessera e si ottengono risorse in modo logico: la possibilità di scegliere sempre tra tre tessere permette però anche ai giocatori alle prime armi di fare delle scelte e cercare di massimizzare le risorse ottenute dal piazzamento. I punti si possono fare in molti modi ma, siccome la durata del gioco è
Partita in corso
Partita in corso
molto contenuta, ci si deve da subito dare un minimo di indirizzo strategico, scegliendo un paio di aspetti del gioco: posso cercare di immagazinare tanto grano che dà punti incrementali, oppure cercare di collezionare tante divinità diverse. Un pizzico di fortuna è presente nell'uscita delle tessere, ma nulla di sconvolgente e sopratutto azzeccata per il target cui si rivolge. Molto interessante la scelta di far buttare via tutte le risorse inutilizzate che obbliga a pensare anche in modo tattico per ottimizzare il posizionamento della tessera considerando già l'acquisto e le risorse da utilizzare nel proprio quartiere. Secondo noi è un bel titolo da avere se si hanno amici e parenti da catturare, che si può tranquillamente affiancare ai classici gateway che tutti conosciamo. 

 

Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale

Commenti

Noi abbiamo cannato in pieno la regola degli spazi in cui piazzare i Monumenti. Il regolamento è parecchio lacunoso su questo punto...
Per chi dovesse approcciare il gioco: si può piazzare un monumento o prendere una risorsa ogni volta che si creano uno o più spazi in cui non è possibile posizionare una tessera. Quindi non devono necessariamente essere totalmente delimitati da Tessere o caselle Acqua e Grano.
A mio avviso tenere d'occhio la possibile di creazione di questi spazi è una delle necessità principali del gioco, una svista e l'avversario successivo rischia di fare davvero jackpot...

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=8lackjack&numitems=8&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Ciao, grazie della recensione. Mi sembra, come meccanica, che assomigli al nuovo "Carpe DIEM" di Feld. O sbaglio? Comunque è sempre bello trovare dei giochi introduttivi adatti anche ai neofiti e alle famiglie.

Ciao, grazie della recensione. Mi sembra, come meccanica, che assomigli al nuovo "Carpe DIEM" di Feld. O sbaglio? Comunque è sempre bello trovare dei giochi introduttivi adatti anche ai neofiti e alle famiglie.

 

No, affatto, pur condividendo la meccanica di piazzamento tessere non si assonigliano per nulla.

Di carpe diem puoi trovare un nostro gameplay sul canale YouTube della Tana.

Sembra il gioco giusto da proporre dopo i 15 minuti di kingdomino 

 

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare