Il Cubo del Raddoppio

Backgammon ed il cubo del raddoppio

Concetti Caratterizzanti #2 di 3. Questa settimana vi presentiamo uno dei più grandi concetti caratterizzanti mai creati: il cubo del raddoppio del Backgammon.

Approfondimenti
Giochi

Libera traduzione dell'articolo originale "Game-Defining Concepts – The Doubling Cube" pubblicato su Games Precipice e scritto da Alex Harkey.

Si ringrazia Games Precipice per la collaborazione e l'autorizzazione concessa a La Tana dei Goblin.

Questo mese abbiamo osservato diversi giochi che mostrano dei concetti caratterizzanti; meccaniche brillanti e notevoli idee che condividono la loro identità con un gioco.
Il dado del raddoppio
Il dado del raddoppio
Successivamente, sempre in questo mese, ci concentreremo su come identificare opportunità per creare dei concetti caratterizzanti nei vostri giochi e come iniziare ad implementarli.

Per enfatizzare il nostro tema del mese volevamo analizzare un esempio per dimostrare come una semplice soluzione può davvero definire la strategia di un gioco e allo stesso tempo risolvere alcune debolezze.

Una breve introduzione

Non preoccupatevi se non siete avvezzi al Backgammon, ho incluso una breve descrizione del gioco e del cubo del raddoppio. Saltate pure alla prossima sezione se invece lo conoscete già.

Una breve panoramica sul Backgammon

Backgammon
Backgammon
Backgammon è un gioco di corse astratto per 2 giocatori che può essere riferito ai più antichi giochi da tavolo conosciuti. In un turno i giocatori tirano i dadi e utilizzano i risultati per muovere i propri pezzi (comunemente chiamati pedine, pietre o segnalini). L'obbiettivo del gioco è essere il primo a muovere tutte le proprie pedine fuori dalla tavola. Per completare tale obiettivo bisogna muoverle verso il lato dell'avversario, prendendo decisioni su quando attaccare, bloccare o superare i pezzi nemici.

Nonostante l'avanzato livello di strategia e la recente crescita di un sistema torneistico, il Backgammon è stato da sempre un gioco associato alla fortuna. Come con il Poker, abilità e strategia giocano un ruolo più importante nel tempo, ma possono essere frequentemente sormontate da significative oscillazioni nella varianza e dalla fortuna nei dadi.

Un aspetto importante del Backgammon è che quando vengono tirati dei dadi doppi, un giocatore ottiene l'equivalente di quattro mosse; un modo in cui i dadi possono velocemente iniziare a far pendere la partita in favore di un giocatore.

Uno sguardo al cubo del raddoppio

Molte persone che hanno giocato a Backgammon potrebbero non aver giocato più di una partita alla volta. Siccome un gioco pesantemente deciso dai dadi, non è la miglior cartina da tornasole per l'abilità dei giocatori, il Backgammon può essere anche giocato in una serie di partite, nella quale i giocatori competono per essere i primi a raggiungere un determinato numero di vittorie o di punti. Come esempio, ipotizziamo che si stia giocando a chi giunge ad 11. Sebbene questo sembri un numero così grande da richiedere troppe partite, è però in questi casi che la bellezza del cubo raddoppiante entra in gioco.

Ogni partita inizia con il valore di 1 punto. Il cubo del raddoppio viene posto sulla "barra" (la striscia centrale della tavola che la divide in "interna ed "esterna"). Con il progredire del gioco, se uno dei contendenti sente di avere un vantaggio, può scegliere di offrire un raddoppio. A questo punto l'avversario potrà:

  • Accettare il raddoppio, incrementando il valore della partita a 2 punti.
  • Declinare il raddoppio, perdendo immediatamente la partita (e 1 punto).

Poiché tale decisione è generalmente offerta ad un giocatore in svantaggio, può essere spesso una scelta complicata. Combattere una battaglia in salita o arrendersi e riprovarci alla prossima partita? Se un giocatore decide di accettare il raddoppio, ottiene il controllo del cubo del raddoppio, che potrà anche nuovamente offrire all'avversario se la partita dovesse in seguito apparire a proprio favore.

La genialità del cubo del raddoppio

Benché l'idea sia semplice, cosa aggiunge al gioco? Concentriamoci su come tale soluzione influenza alcuni potenziali punti negativi del Backgammon. Andiamo ad esaminare i diversi miglioramenti che il cubo del raddoppio apporta. Tenete presente che questo articolo è rivolto a giocatori e autori piuttosto che ad appassionati di Backgammon, e quindi strategie avanzate e relative analisi saranno assenti.

Rimedi al Backgammon

Risolve la durata eccessiva delle partite

Un aspetto negativo del Backgammon è che può diventare più lungo di quanto non sia necessario. Spesso la tensione e il divertimento di una partita soffocano in una mera questione di completamento. Il cubo del raddoppio fornisce l'opzione e l'incentivo ad un giocatore di proporre una decisione da dentro o fuori all'altro giocatore.

Sebbene ci siano diverse situazioni di punteggio nelle quali è più indicato completare la partita piuttosto che raddoppiare, molte altre, noiose e ordinarie, possono essere eliminate. Il cubo del raddoppio consente ad un avversario che è velocemente sovrastato di accettare rispettosamente la sconfitta in una battaglia, in modo da preparare nuovamente la tavola e continuare la guerra. Questa è una buona alternativa all'abbandono negli scacchi dopo aver perso la regina per un banale errore al sesto turno, o ancora peggio, a giocare una partita che si tramuterà in una inevitabile sconfitta, per un tempo più lungo del necessario.

Mitiga la fortuna

Dadi
Non si controlla il tiro di dadi, ma quando offrire o accettare un raddoppio
Non puoi controllare il risultato di un tiro di dadi, ma puoi controllare il momento in cui offrire un raddoppio o quando accettarne uno. Il cubo consente un uso strategicamente valido dell'offerta a tutti, ma elimina la situazione nella quale si possa perdere dopo aver guadagnato un vantaggio significativo. Davvero il tuo avversario vorrà raddoppiare quando hai circa un 80% di possibilità di vincere? Se lo fa rallegrati, perché nel lungo periodo risulterai vincitore. Se declina, avrai comunque tramutato un 80% in 100%. L'uso strategico del cubo del raddoppio mette il controllo nelle mani dei giocatori, invece che nell'imprevedibilità della sorte.

Per tutte le critiche che le persone affibbiano a giochi che abbiano anche solo un pizzico di fortuna, non è precisamente ciò che tutti noi vorremmo nei giochi? Imprevedibilità,  l'opportunità per chi è indietro di rimontare e soprattutto: il fatto che sia l'abilità a decidere il risultato di una partita, ove i giocatori eseguano le loro decisioni con efficacia.

Miglioramenti al Backgammon

Ingrandisce la strategia

Lente di ingrandimento
Il cubo del raddoppio ingrandisce la strategia
Il cubo del raddoppio aggiunge un intero livello di strategia al Backgammon che nemmeno esisteva prima della sua creazione. Il Backgammon senza di esso è come il poker senza le puntate – distribuisci le carte e vedi chi ha il punto migliore.

Con il cubo del raddoppio, il miglior giocatore vince più spesso ed è meno influenzato dalla varianza dei dadi. I più abili ad utilizzarlo otterranno più punti dagli avversari di quanto non avrebbero fatto con la sola gestione delle pedine. La più grande evidenza è che il cubo del raddoppio completa la normale esperienza del Backgammon in maniera naturale; aggiunge una variabile strategica che può influenzare correnti e future decisioni, una volta che venga compreso.

È molto semplice per tutti da comprendere

Se non avete mai giocato a Backgammon con il cubo del raddoppio, provatelo. Vi accorgerete che inizialmente non cambia nulla in realtà; tirerete gli stessi dadi e farete gli stessi turni. Il cubo non interferisce con la struttura del gioco.

Usando praticamente il minimo incremento in complessità, il livello proporzionale di profondità strategica che il cubo aggiunge è sorprendente. Incrementa il numero di errori strategici. I novizi sono spesso inclini ad accettare il raddoppio quando non dovrebbero e i giocatori intermedi fanno esattamente il contrario.

La parte migliore è che questi sono errori davvero perdonabili. Non ci sono situazioni oscure nelle quali un giocatore potrebbe non capire che la sua strategia fallirà (per esempio perché gli avversari prosciugheranno il mercato in Power Grid, con tutta la benevolenza per Power Grid). In ogni caso un giocatore ha la possibilità di superare l'errore e combattere. Per un certo periodo potrà affossarsi per un cattivo utilizzo del cubo, ma avrà l'occasione di venirne fuori scalando la curva di apprendimento.

Anche le basi del cubo del raddoppio sono semplici per i nuovi giocatori. Non sei sicuro se offrire il raddoppio o no? Mettiti nei panni dell'avversario. Se ti senti a disagio con l'incombente decisione, sembra che sia il momento giusto per offrirgliela. Se invece ricevi l'offerta, calcola se hai almeno il 25% di probabilità di vittoria. Se è così, accetta.

Aumenta la posta in palio

Poker
Il cubo del raddoppio aumenta la posta in palio
Sicuramente c'è qualcosa di speciale nello giocare una serie di partite che non può essere colta in un singolo scontro, approccio tradizionale di molti giochi da tavolo. D'altro canto potrebbe però capitare che una settima partita diventi assai più importante delle precedenti sei. Il cubo del raddoppio assicura che questo non succeda.  Il cubo del raddoppio può in qualsiasi momento tramutare una partita altrimenti insignificante in una allettante.

Diciamo che sia in svantaggio 4-3 in una serie a 7 punti. Nella partita corrente il mio avversario mi offre di raddoppiare e benché anche adesso mi trovi in svantaggio, sono nella situazione nella quale val la pena accettare, prendendo possesso del cubo. Adesso la partita vale 2 punti, cosa che potrebbe catapultare il mio avversario sulla linea d'arrivo con 6 punti se perdessi.

Non solo siamo entrambi più interessati a questa partita che sarebbe altrimenti stata una normale questione nel mezzo di una tranquilla serie più grande, ma ho diverse importanti scelte strategiche da fare. Devo valutare la mia strategia generale e quanto aggressivo voglio essere per cercare di vincere il gioco.

È un'arma a doppio taglio strategica

Continuando il precedente esempio, e se io avessi ribaltato la situazione ottenendo un vantaggio significativo nella partita? Adesso posso io offrire il raddoppio a 4 punti e pressare il mio avversario a rendere questa la partita decisiva della serie.

E adesso il mio avversario affronta una delle più tragicamente semplici decisioni nella storia dei giochi:

  • Declinare il raddoppio concedendomi 2 punti e il vantaggio 5-4.
  • Accettare il raddoppio, rischiando l'intera serie in una partita in svantaggio.

Che scelga saggiamente.

Questa è quella che io trovo la più incredibile parte del cubo del raddoppio: non è un trucchetto usa e getta nel gioco. Backgammon è emozionante perché una partita può oscillare avanti e indietro e il cubo del raddoppio non è qualcosa che prendi alla leggera. Improvvisamente una sensazione di inquietudine ti assale quando hai raddoppiato troppo presto e il tuo avversario di lì a poco ti sopravanza e ti ripropone il raddoppio. Accettare un'offerta iniziale e prendere il cubo in possesso porta con sé una conflittuale serie di emozioni. Sei spalle al muro, ma hai la tua rampa di lancio per riemergere dalle ceneri. Come una Fenice.

La fenice
Puoi riemergere dalle ceneri

Conclusione

Ci sono una marea di esempi dettagliati che non ho potuto includere, ma se non siete convinti da queste parole, giocate un po' di partite con il cubo. Vi sembrerà ordinario all'inizio, ma se siete onesti nella prova, subito vi accorgerete che è una delle più eleganti e caratterizzanti meccaniche esistenti.

Stranamente, il cubo sembra avere pochissime applicazioni in altri giochi. Il suo inserimento è diventato essenziale per l'identità del Backgammon in gran parte del mondo.

È difficile immaginare una singola idea che possa risolvere una serie di problemi e allo stesso tempo ottimizzare le migliori parti di un progetto ludico. Nel nostro prossimo articolo cercheremo di sviluppare una struttura che possa aiutarvi a creare i vostri concetti caratterizzanti nei vostri attuali progetti

Commenti

veramente molto interessante. Da una singola piccola idea viene fuori un mondo. È la dimostrazione che non serve fare cose complicate da mille regole per rendere grandi i giochi.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Bella questa serie di articoli. Sarebbe interessante - qualora vi sia anche riportata negli articoli originali - inserire la bibliografia.

-Eurek-

Ottimo articolo. Da appassionato (molto amatoriale) del Backgammon ne conoscevo già la fondamentale importanza ma è bellissimo avere un capolavoro come il Backgammon in Home. 

//i65.tinypic.com/2le5vt2.png) //i66.tinypic.com/2rqf61l.png)//i66.tinypic.com/madz08.png)//i65.tinypic.com/14jusy0.gif)

Pur avendo giocato in passato molte partite a Backgammon, non conoscevo l'esistenza del cubo del raddoppio e devo dire che è un idea davvero molto interessante!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

Da grande appassionato di giochi astratti quale sono, non posso che unirmi a chi si è complimentato per l'articolo bello e interessante di cui sopra.
Il Backgammon è un gioco molto bello, grazie anche al fatto che esiste il cubo del raddoppio...ed è ancora più bello che se ne parli, anche in termini generici, per farlo apprezzare (almeno a parole) a chi non lo conosce.
Grazie, "randallmcmurphy"!!!

Il vostro apprezzamento è la miglior moneta per ripagare i momenti di FATICA INTERIORE nel dovermi mettere a tradurre quella linguaccia lì! :P Ma il mio "capolavoro" lo dovete ancora vedere :D

Se posso fare un commento sul pezzo da me tradotto, devo dire che (tralasciando la ripetitività e la pochezza dell'inglese che solo io potevo MIRABILMENTE trasformare in un grande italiano :P) tratta un argomento davvero particolare e sconosciuto ai più, e benchè, come detto dallo stesso autore, sia di difficile applicazione in altri ambiti, il cubo raddoppiante dal punto di vista tecnico è una chicca mica da ridere!

Tralasciando le mie invettive semiserie contro l'inglese vi consiglio di rimanere sintonizzati per i prossimi articoli, perchè questi "mmericani" avranno pure una lingua da mentecatti e scriveranno da cani, ma ne sanno a pacchi :D

« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Mcmurphy&numitems=6&header=1&text=title&images=medium&show=recentplays&imagepos=right&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Che articolo interessante! :O :O io mai giocato a Backgammon e vi assicuro che leggendo queste righe mi è venuta voglia di provarlo! Davvero bella l'idea del cubo del raddoppio, incredibilmente semplice come idea che rende il tutto molto più complesso e strategico.

Grazie ancora, seguo con molto interesse.

Bell'articolo (soprattutto grazie alla ottima traduzione, slap slap) che mi ha fatto conoscere una variante a me ignota fino ad ora del Backgammon, gioco sempre amato e dal quale non si finisce mai di imparare.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare