Essen 2019: il report di Pennuto77 - sabato

pennuto77

Penultimo giorno di fiera: folla, alcuni giochi già esauriti... ma il nostro Pennuto riesce a provare alcuni titoli "caldi"!

Report
Giochi

Il sabato è sempre abbastanza caotico oltre al fatto che iniziano ad essere parecchi i titoli andati completamente sold-out. A dispetto della ressa riusciamo a provare cinque buoni titoli a partire da uno dei più gettonati della fiera

Cooper Island

Si tratta di un tedescone tosto e strettissimo. Mille cose da fare, tanti incastri da concatenare e tanti bonus e azioni aggiuntive da sbloccare. Tutto fatto con mestiere, condito da un’ambientazione non troppo sentita e da materiali e grafica accattivanti e ben pensati. Le plance dei giocatori sono stracariche di icone che, però, aiutano egregiamente a riassumere le tante opzioni di gioco. Il titolo è gustoso, profondo e con possibilità di strategie a medio-lungo termine, come piace a me. Tutto ottimo dunque, sebbene però risulti un multi-solitario in cui l’unica interazione fra i giocatori si risolve nel piazzamento dei due lavoratori (che possono arrivare a quattro) nella plancia centrale con le azioni. Tuttavia, anche nel litigarsi gli spazi l’interazione risulta blanda potendo sempre svolgere azioni in luoghi già occupati da altri con il semplice pagamento di una risorsa al giocatore già presente. Peccato perché sarebbe potuto diventare un vero capolavoro con qualche trovata in più sul versante della lotta per le azioni. Promosso comunque. Qui trovate l'anteprima.

Voto per tipo di gioco: 8

Voto personale: 7,5

It's a wonderful world

Its' a Wonderful World

Gioco di carte e combo che re-implementa il draft di 7 Wonders in un modo nuovo e molto interessante e profondo per un gioco di quaranta minuti circa. Ogni turno si draftano 7 carte e poi si decide quali tenere per attivarle pagando il costo in risorse e quali scartare per ottenere una risorsa al loro posto. Il timing nella costruzione delle carte è importante perché la produzione è suddivisa in fasi separate per ogni tipo di risorsa e si può riuscire a costruire una carta produttiva con le risorse appena fatte prima che sia il momento di attivarla per farne di nuove. Tutto fila liscio ed è pensato bene per un gioco di media complessità e durata che riesce a divertire molto senza essere pesante o banale. Uno dei titoli medi migliori provati fino ad ora con materiali e grafica davvero ottimi. Peccato sia andato subito esaurito a dispetto di un prezzo abbastanza alto. Promosso da tutti con il dispiacere di non poterlo acquistare. Potete leggere l'anteprima qui.

Voto per tipo di gioco: 8,5

Voto personale: 8

Crusader

Crusaders: Thy will be Done

Gioco rapido e interessante - qua l'anteprima del signor Darcy - che implementa le classiche mosse di costruzione, sviluppo, movimento e combattimento con la meccanica del mancala. Tutto fila liscio in un titolo in cui però i giocatori non possono attaccarsi a vicenda ma combattere solo con le truppe neutrali posizionate sulla mappa ad inizio partita. È piaciuto abbastanza a tutti ma il prezzo di novanta euro è apparso davvero uno sproposito, soprattutto per un titolo medio e veloce come questo, sebbene i materiali siano ottimi e abbondanti. Promosso ma lasciato sugli scaffali, un’occasione mancata per produrre un gioco più tascabile e meno caro invece che una sovraproduzione eccessiva finanziata su Kickstarter.

Voto per tipo di gioco: 7,5

Voto personale: 7

DAWN OF MANKIND

Dawn of Mankind

Titolo di autore italiano che ci porta nei panni di tribù preistoriche nella lotta per l’evoluzione. Sul tabellone si muovono i nostri indigeni dall’infanzia fino alla vecchiaia, scoprendo manufatti e nuovi utensili, cacciando e procacciando cibo e nuovi membri della tribù. Il gioco finisce al raggiungimento dei sessanta punti vittoria da parte di uno dei giocatori. Un gioco rapido, intelligente, asciutto e pulito, fluido e mai banale che mi ha molto colpito. Uno di quei titoli che ha fatto tesoro dell’insegnamento di game-design per cui un titolo è perfetto quando non c’è più nulla di superfluo da togliere. Scatola piccola e materiali carini ma minimalisti per un tascabile adatto ad un fine-serata non troppo leggero. Promosso.

Voto per tipo di gioco: 8

Voto personale: 8

PHARAON

Pharaon

Gestionale di risorse molto rapido ambientato in Egitto in cui la grafica da chincaglieria per turisti non aiuta a calarsi nell’ambientazione comunque appiccicata. Tante azioni che cambiano risorse in carte e nuove risorse per poi prendere punti ed una miriade di bonus finali. Un’insalatona di punti, colori vivaci e possibili azioni con qualche trovata carina ma che non spicca dai titoli dello stesso tipo. Carino ma può restare sugli scaffali del negozio. Qui l'anteprima.

Voto per tipo di gioco: 7

Voto personale: 6,5

***

Con domani si chiuderà anche questa fiera che, anche se piena di titoli ben fatti, ancora non mi ha fatto gridare al miracolo per nessun gioco in particolare. Basti pensare che in pratica non ho comprato nulla fino ad ora, ma forse sono io che ormai ho troppi giochi ed una soglia di interesse diventata ormai molto alta. A domani e buona notta dal vostro amico Pennuto77.

Commenti

ohh grazie un sacco per il tuo feedback per dawn of mankind, a questo punto l’acquisto per me sarà assai probabile.

Non sai quanto ti capisco! Malgrado i tantissimi titoli che escono ogni anno continuo a tenermi stretto Brass, Puerto Rico ecc... 

Pharaon non mi aveva colpito all'inizio, poi avevo visto dei playthrough e m iera sembrato molt ocarino, ora non so..dopo aver letto i ltuo commento ...

Dawn of mankind: provo a vedermi qualche recensione...e' la prima volta che lo sento nominare (o me lo sono scordato cosa piu' probabile).

Gli altri non erano nella mia lista.

Beh. Visto che il voto piú basso che hai dato è 7, e ci sono degli 8,5 e dei 9, direi che fiera stupenda, con moltissimi giochi piú che buoni. A volte non combacia la descrizione del gioco con il voto. Uno legge, si aspetta un 5, e tak, 7,5.

Io ricordo alle superiori 7,5 era un gran bel voto. 8 stupendo. 9 l'ho visto poche volte. 10 mai visto.

io ricordo che alle superiori c'erano professori che davano 10 frequentemente, altri che facevano sudare i 7.

Comunque, considerando il numero di prove su strada e letture di regolamento che ha condiviso nell'ultimo mese pennuto, può mettere tutti i voti che vuole, che mi sembra una questione puramente formale (tanto più che sono solo anteprime e valutazioni poco più che a pelle).

Bravo, compimenti perchè serve davvero una gran forza per scrivere gli articoli dopo una giornata interna passata in feria.....però...... vogliamo sapere com'è MARACAIBO !!!!

Alla fine ho deciso di prendere Pharaon, se non ci piace lo trasformiamo in regalo di compleanno per amici entusiasti del titolo.

Provato oggi, domani potrai leggere le (buone) impressioni 😁

Dawn of Mankind è di Marco Pranzo! 

Sempre più convinto che aver fatto all-in su It's a wonderfull world, sia stata un ottima scelta.

convinto riscuoterà molto successo con Wife e gruppo abituale.

Per l'acquisto di questi giochi nuovi bisognerebbe aspettare almeno 6 mesi/1 anno. Nel frattempo potrebbero saltare fuori problemi e bug vari, come mi è successo con Mytothopia e Railroad Revolution.

Buon ritorno in Italia a tutti voi e grazie mille per il lavorone..

E mi avete fatto venir voglia di controllare questo Dawn of mankind ....mannaggia...

Vediamo se a Lucca riesco a provare Dawn of Mankind!

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare