Recensioni su Descent: Journeys in the Dark Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Articoli che parlano di Descent: Journeys in the Dark Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Descent: Journeys in the Dark Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Descent: Journeys in the Dark: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Descent: Journeys in the Dark Indice ↑

Video riguardanti Descent: Journeys in the Dark Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Descent: Journeys in the Dark: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
13296
Voti su BGG:
11009
Posizione in classifica BGG:
316
Media voti su BGG:
7,31
Media bayesiana voti su BGG:
7,05

Voti e commenti per Descent: Journeys in the Dark

5

Aggiusto il tiro dopo averlo rivenduto per sopraggiunta nausea. Sicuramente il gioco di dungeon-crawling più evoluto del momento, ma non posso definirlo bello. Il gioco è occasionalmente divertente, molto ripetitivo, e insostenibilmente LUNGO. Questo è l'aspetto peggiore, perchè stare per 4-5 ore a tirare dadi non facendo niente se non picchiando mostri è una cosa di una pesantezza davvero nauseante. La noia sopraggiunge inevitabilmente, per un gioco che dura circa il triplo di quanto dovrebbe in relazione al tema leggerino che ha. Inevitabile il marchio di fabbrica FFG, cioè l'inutile macchinosità del regolamento e il tema (D&D3-4 docet) di fantasy trash che troppo si presta al power-play puro. C'è anche qualche problema di bilanciamento, ma è l'aspetto meno grave visto che il gioco va affrontato decisamente con spirito leggero, e non competitivo. Materiali altalenanti, come nella "migliore" tradizione FFG: le miniature sono eccellenti, i tasselli discreti (quelli dei dungeon sono proprio monotoni), le illustrazioni sono belle. L'eccezione, incomprensibilmente, è proprio in uno degli elementi più importanti: gli eroi! Non solo le loro miniature sono più modeste rispetto a quelle dei mostri, in più quasi tutte le illustrazioni sulle schede degli eroi fanno davvero *schifo*. Perchè, perchè, perchè?! Peccato, la solita caduta di stile su un aspetto centralissimo. Regolamento: 0,5 - pesaaaaaante, poco bilanciato Componentistica: 1,5 - miniature ottime, tasselli discreti, eroi (miniature e soprattutto illustrazioni) orrendi Originalità: 1 - beh, ha alcuni illustri predecessori, ma sono vecchiotti Divertimento: 1 - il sempiterno fascino delle botte pure in modalità no-brain. Una volta all'anno può bastare, però. Longevità: 1 - ripetitivo, davvero troppo. Necessità delle espansioni, ma per il gioco che è non vale spenderci tutti quei soldi

S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;

7

Bello ma non troppo. Sublimi i materiali ma il gioco manca di alcune cose che mi danno il mal di pancia. Sono possessore di HEROQUEST e proprio non mi va giù il fatto che tra armi a distanza e magia non c'è alcuna differenza. Almeno in HEROQUEST il mago aveva possenti magie ma limitate nell'uso e poi aveva un bastone per combattere. Troppi dadi da tirare. Per il resto è un HEROQUEST con molte più regole e più dadi da lanciare (un po troppi). Sarebbe più giusto un 6 e mezzo ma do 7 perchè le miniature sono talmente belle da metterle come soprammobili. Porto il voto da 7 a 8 dopo aver giocato diverse partite con i miei colleghi di lavoro. Le partite sono lunghe. Le 4 ore calzano tutte soprattutto quando i miei colleghi (loro fanno gli eroi e io il signore supremo) passano anche 20 minuti per decidere le strategie. Ho acquistato anche la seconda edizione e ho fatto una serie di partite anche con quello. Se può servire dico che per me sono belli entrambi. uno ha cose interessanti che l'altro non ha e viceversa ma è questione di gusti. Dei 4 colleghi di lavoro, due preferiscono la prima edizione e gli altri la seconda. I due colleghi che piace la prima edizione sono giocatori di RPG su pc e hanno sempre giocato a giochi in scatola. I due colleghi che preferiscono la seconda edizione sono giocatori occasionali. Io mi tengo neutrale e farei un mix di regole con un po dell'uno e un po dell'altro.

6

Sara perche l'ambientazione guerriero/orco/labirinto non mi appassiona più da quando ho superato i dieci anni, sarà perché sono allergico all'abbondanza di tiri di dado, sarà perché i cooperativi (o semicooperativi) non sono proprio il mio genere, il risultato finale è che Descent purtroppo mi annoia. Riconosco però la solidità del titolo accettabile nella tattica e apprezzabile nello sforzo narrativo

7,5

Da appassionato di miniature e giochi di ruolo ho trovato in questa soluzione un gioco molto piacevole, l'unico vero problema che non finisce mai... troppo lungo...

9,5

Molto bello 

7,5

Ottima componentistica per un gioco simil DC che ha creato una pietra di paragone per tutti quelli venuti dopo.

Ad oggi risulta un po’ macchinoso e poco bilanciato, ma lo trovo comunque ancora interessante, con molte scelte e personalizzazioni.

La durata della partita eccessiva lo rende difficile da mettere in tavola.

7,7

Al momento rimane il mio simil DC che apprezzo maggiormente.

[align=center]//www.larosad20.it/files/gifanimata.gif)[/align]

6,5

gioco che dimostra tutti i suoi anni, dalle meccaniche base, all'impostazione generale, alla campagna, ai materiali. Oggi si trova molto di meglio.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare