Recensioni su A Few Acres of Snow Indice ↑

Articoli che parlano di A Few Acres of Snow Indice ↑

  • [Report] L'Occhio della Redazione - LOdR: Pochi Acri di Oscar
    Ho giocato a...
    Buona Domenica e Tanti auguri Goblins! A deliziare la vostra domenica dopo questi giorni di festa un gustoso report di una giornata molto proficua in quel di Bricherasio. Presso la TdG Torinese si è giocato a Pochi Acri di Neve e...
    Autore:
    MichyLo
  • Martin Wallace: autore di molti giochi da tavolo (Brass, Age of Steam..)
    Interviste
    | 4 commenti
    Intervista a Martin Wallace, autore di moltissimi giochi da tavolo, tra cui Brass, Pochi Acri di Neve, Automobile ecc., in cui ci racconta dei suoi giochi, dei suoi giochi preferiti, dell'esperienza sul crowdfunding e molto altro ancora.
    Autore:
    aledrugo1977

Eventi riguardanti A Few Acres of Snow Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download A Few Acres of Snow: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare A Few Acres of Snow Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo A Few Acres of Snow in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Pochi Acri di Neve 2a edizione Offro gioco singolo €40.00 No Spedizione €0.00 Agzaroth 20/04/2017

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo A Few Acres of Snow sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Cerco Giochi Cerco Consegna a mano, Spedizione Orsopotamo 26/02/2017
Giochi di Wallace Cerco Consegna a mano goron 26/01/2017

Video riguardanti A Few Acres of Snow Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

A Few Acres of Snow: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
8082
Voti su BGG:
6232
Posizione in classifica BGG:
202
Media voti su BGG:
7,44
Media bayesiana voti su BGG:
7,18

Voti e commenti per A Few Acres of Snow

8

Nessun commento

Stiamo crescendo....
Vendo

7

L'idea alla base del gioco è geniale: un deck building dove non si scarta a fine turno (ma ci avevo pensato prima io!!!) collegato ad un gioco da tavolo dove le carte vengono usate "alla Brass" per aprire nuovi collegamenti. Il fatto che le fazioni siano profondamente differenti da gestire a causa delle locazioni che circondano quelle base, oltre che a lievi differenze fra le carte che è possibile comprare e il loro costo è per me molto intrigante. E' come aver comprato due giochi diversi.
Il fatto che i collegamenti fra le locazioni siano invece differenti fra le fazioni e che alcune locazioni siano pure inaccessibili dall'altra lo trovo un poco intricato e inconcepibile, invece.
Pesante trovo anche sia il fatto che per giocare con cognizione di causa uno dovrebbe studiare tutte le carte locazione coi loro simboli, perchè da quelle dipende tutto e che colonizzare un posto perchè ti piace sulla mappa e scoprire una volta presa la carta corrispondente di avere un gatto attaccato ai maroni non è bello.
Il gioco ha quindi una curva di apprendimento alta, quindi, ma è piacevole scalarla.
Il problema è che una volta scalata ti accorgi che le possibilità strategiche valide non sono poi molte e il gioco perde in appeal.
Per gustarvelo al meglio, infine, finchè non vi verrà a noia, dovreste compiere il vostro percorso di crescita insieme ad avversari ad un livello di esperienza non molto differente dal vostro, pena la vittoria quasi sicura del più esperto.
Consigliato se normalmente non fate più di 30 partite allo stesso gioco.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

6

Ci ho fatto poche partite e non mi ha entusiasmato.
L'idea è molto valida ma, considerando che si parte sempre con lo stesso set up, le strategie mi sembrano un pò obbligate. In sintesi gioco molto originale ma che gioco quando non ho altre alternative.

8

Un gran bel gioco. Sembra ricco di possibilità e questo è un commento dopo 4 partite, tuttavia vedo i giocatori più smaliziati mettere in atto una sola strategia ben rodata.
Temo che il mio giudizio possa essere rivisto al ribasso dopo una maggiore dimestichezza.
Tuttavia l'idea di come il gioco è stato sviluppato è geniale.

8

Un piccolo grande gioiellino, il cui bug è stato pealtro risolto nella nuova edizione. La meccanica è accattivante ed elegante, l'esperienza di gioco originale, serrata e contenuta. Assolutamente da provare, e pure da comprare

Se dico "seguitemi miei pugnaci", voi dovete seguitare et pugnare! (Brancaleone da Norcia) Flatulo

8

profondissimo e molto impegnativo.
1 vs 1 di livello eccelso.

E' pure il mio "primo" Wallace ( escluso Railways che è una cooperazione ) e forse devo anche entrare un po' nella sua ottica, pero' l'ho trovato giusto un pelino ... lento/bloccato nelle scelte, questo pero' non frena l'entusiasmo e la voglia di rigiocarlo!

Meraviglioso come tattica e strategia. Grande colpo d'occhio alla mappa e alle fortificazioni durante lo svolgimento della partita che è fortemente ambientata e storicamente coinvolgente.

Grande neo i materiali: monete ridicole ( è dire poco ) e soliti cubetti colorati.

giudizio dopo sole 3 partite.

sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=sava%2073&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

7

Molto bello, ambientato benissimo e con un'ottima ricostruzione storica, mette insieme i pregi del war-game e del deck-building... per gli amanti del genere è imperdibile.
Non posso che riconoscerne l'indubbio valore, sebbene personalmente non mi entusiami, perché non è il mio tipo di gioco, anche se una sola partita è sicuramente insufficiente per giudicarlo. Va infatti giocato assiduamente prima di assimilarne per bene strategie e tattiche vincenti.

7

Ho fatto una partita dal vivo e un po' online.
L'idea di abbinare il deckbuilding ad un gioco su tabellone è geniale, e Wallace colpisce sempre. Però il gioco non mi ha preso in toto...Lasciando stare il baco e la "pezza" messa alle regole.

Comunque lo riproverò.

8

Volete un gioco diverso, appassionante e con incastri geniali? Wallace.

Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.

7

Wallace manca l'occasione di fare un gioco quasi perfetto... per raggiungere questo obiettivo avrebbe dovuto pensare alla rigiocabilità di questo titolo che invece è piuttosto scarsa... inoltre, la prima stesura delle regola era pesantemente buggata tanto che si è dovuto correre ai ripari con qualche fix che rende il gioco meno "scritto". Esclusi questi problemi "A Few Acres of Snow" è un ottimo gioco, l'unica maniera in cui ha senso costruire un deck building game e cioè fornendo un elemento forte di interazione - la mappa / la guerra - che manca o è decisamente carente in tutti gli altri. Dopo le prime partite: voto 9 dopo poche decine il voto si assesta ad un più ponderato 7.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

giocato 5/6 volte; voto 7--

il gioco non mi ha entusiasmato anche se l'idea non era per niente male.

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

9

Nessun commento

7

Avendoci giocato parecchio, non posso che confermare l'idea che il gioco all'inizio entusiasmi non poco per poi perdere di interesse per la scarsità di diverse possibilità strategiche. Per arrivare a questa consapevolezza comunque son necessarie almeno un 20/30 partite divertenti.

7

L'ennesimo Wallace: dopo Byzantium, Tempus, Perikles e tutti gli altri... l'ennesimo "senza infamia e senza lode".

8

Giocato dal vivo e online il gioco è bello, veloce da imparare e anche se meno "vario" di altri 1v1 (twilight struggle) molto rigiocabile :)

9

Bellissimo.
Polemica allegra sulla longevità di un gioco: ma chi ha più di vent'anni e la passione dei giochi da tavolo (ossia compra o prova molti giochi da molti anni), come fa a fare più di 30 partite a un gioco che dura almeno un'ora? Ho comprato il gioco appena uscito, ai miei amici è piaciuto e quindi ci abbiamo giocato spesso. il che significa che fin'ora ci avrò giocato una decina di partite. Voi ogni quanto giocate (non a questo gioco, ma in generale)? Io una volta a settimana di media (lavoro, famiglia, altri hobby e burocrazie varie...).

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

5

Ennesimo gioco di Wallace, poche stategie anche se l'idea di fondo risulta molto valida! Peccato.

7

Nessun commento

//s12.postimg.org/3obm9k6cd/ds2.jpg)
"And there was war in heaven: Michael and his angels fought against the dragon; and the dragon fought and his angels.."
Revelation 12:7

9

Un'altra perla di Walace
meccaniche raffinate perfettamente aderenti all'ambientazione
finita una partita vorrei sempre cominciarne un'altra!

8

Vecchie idee che miscelate danno vita a qualcosa di originale.
Per una volta l'ambientazione è resa veramente bene.
La giocabilità a volte ne risente e ci deve fare i conti, per cui alla fine l'unico peccato di questo gioco è che non rispetta le enormi aspettative.

9

Gioco molto semplice nelle meccaniche, ma la tempo stesso molto profondo e vario. Non ho ancora giocato moltissime partite, ma ogni volta sono finite in modo diverso. Consigliato

9

Un gioco che sprizza molto fascino, probabilmente in quanto amo la particolare ambientazione.
Diciamo subito che i componenti sono buoni, bella la grafica sobria e chiara del tabellone, come belli i colori utilizzati e le raffiguarzioni delle carte.
Le meccaniche dopo 6 partite paiono interessanti, piuttosto fluide e lasciano pensare che è ancora lontano il momento di calo della curva di interesse. L'asimmetria di partenza e di possibilità di sviluppo e colonizzazione rendono fondamentale la comprensione precisa del proprio schieramento. Mi sembra che gli inglesi debbano preoccuparsi più dei francesi nell'ostacolarne l'espansione (gli insediamenti francesi valgono di più in media ed è più agevole colonizzare tutta la parte di Fort Niagara e Detroit, che regala parecchi punti se si sviluppano i luoghi).
Non è banale costruirsi il mazzo adatto alla strategia perseguita, facendolo nei tempi giusti, in modo quindi efficiente. Questo rende il gioco sempre interessante e sembrerebbe uno degli elementi a favore di una buona longevità. Da queste prime partite risulterebbe tutt'altro che facile battere l'avversario conquistando le capitali (vedremo con maggiore capacità ed esperienza...!). Come dicevo, si sente molto l'ambientazione, perfettamente armonica con lo sviluppo del gioco che talvolta vive degli straordinari momenti di intensità, tra assedi e razzie, perdita e riconquista di posizioni.
Consiglio per i francesi, non perdere Louisbourg e tenere stretto Port Royal (che permette di lanciarsi verso Pemaquid,,,near Boston).
Per ora il voto è 8, passibile di miglioramento, al momento sospendo il giudizio, in attesa di crescere ed essere quindi ancor più consapevole.
Un gioco di livello, solo per 2 giocatori.

Alzo il voto a 9 dopo più di 10 partite. Confermo che gli inglesi per vincere hanno bisogno di essere più "bellicosi" e che i francesi hanno la possibilità di stare più sereni, con villaggi/città adiacenti che valgono più punti; il gioco però è avvincente, funziona bene e l'ambientazione in divenire ti avvolge per l'accuratezza delle meccaniche e del significato delle carte relazionate al contesto.

La realtà è....vivere oggi e non aspettare domani, perchè il paradiso non è un luogo dove andare, ma una sensazione da provare. The Mission cap.2 pag.20

6

sarebbe un 6.5 in verità
Il gioco è un deck building che gira abbastanza velocemente... Le azioni sn intuitive e la meccanica dopo i primi 5 minuti si è già assorbita.
In origine avrei dato 8 a questo gioco ma non oggi...
SECONDO ME il + grosso mancamento di questo gioco è appunto l'assedio... essere limitati a giocare 2 carte (più il leader militare come azione gratuita) è sfigante e controproducente... Entrambi giocano 2 carte assedio e quindi è molto + facile resistere ad un assedio che assediarlo...
Il giocatore inglese se stompa il francese si espande e crea tutte città (quasi infermabile a meno che nn si giochi solo con le carte nativi americani) e quindi vince...
E' abbastanza bilanciato però l'assedio per me è come "La corazzata Potëmkin" per Fantozzi (una c....a pazzesca!)

7

il voto sarebbe tra il 6 ed il 7 opto per il più alto, giocato circa 20 partite e dopo un entusiasmo iniziale con il tempo affievolisce, le strategie sono poche e perchè funzioni uno deve saper settare bene i luoghi da conquistare, come gioco 1 vs 1 è molto carino, peccato le monete sia inguardabili sembrano quelle del gioco delle pulci

Ia mayyitan ma qadirun yatabaqa sarmadi
Fa itha yaji ash-shutahath al-mautu qad
yantahi

CTHULHU FHTAGN

10

Gioco stupendo. Wallace ha tirato fuori dal cilindro un gioco originale, bello, intenso e molto strategico. Una partita tira l'altra e in men che non si dica ne hai fatte 20, tutte diverse. Meccanica e ambientazione si sposano alla perfezione in questo capolavoro che per me merita un 10 pieno.

7

Sarebbe 7,5 ma mi riservo di modificare il voto dopo averlo provato ancora. Per ora, dopo la prima partita, mi sembra molto interessante e con idee originali. Peccato per la mappa che non ti fa capire nulla dei confini tra le città che rende il gioco difficile alle prime partite, poteva essere molto più chiara e funzionale di così. Purtroppo Wallace ci ha abituato a questi scivoloni sui materiali e la comprensibilità....

6

Nessun commento

6

NB: Voto espresso dopo solo 2 partite.
Già alla seconda partita mi ha dato l'idea di offrire poche opzioni strategiche.
Inoltre il deckbuilding può essere accattivante per alcuni, ma per me limita fortemente, più si va avanti nella partita, le possibilità di pianificare una strategia. All'inizio più o meno riesci a programmarti le tue azioni, avendo un mazzetto di una decina di carte. Quando il mazzo inizia a contare 20-30 carte, puoi passar tempo a fare azioni fuffa nella speranza di trovare una carta che ti serve, ma che è relegata a fine mazzo. Se dovessi scegliere un gioco da 2 card driven, allora punterei piuttosto su Hannibal o su Twilight Struggle.

8

All'attivo una sola partita... si è troppo poco per poter esprimere un giudizio corretto.
Ad ogni modo upgraderò il mio parere dopo qualche altra giocata.
Per ora ritengo il titolo molto ben fatto, Wallace è uno dei miei preferiti e anche qui mi ha confermato la sua grandezza creativa e inventiva.
Ora non mi sbilancio troppo e gli attribuisco un 7,5 che porto a 8 per due motivi pratici: in Tana i mezzi voti non si possono dare e secondo come già detto sono un fan di Martin.

L'essenziale è invisibile agli occhi.

8

Nessun commento

Persegui la méta, ma abbi cura anche degli incontri e delle amicizie che accadono nel mentre percorri il cammino !

8

Trovo PADN un gioco piacevolissimo nella sua semplicita' abbinata ad una buona profondita'. I materiali sono - a parte ovviamente le monete - bellissimi e anche la tanto vituperata grafica della mappa mi piace molto nella sua essenzialita'. Ovvio, se mi va di rivivere lo stesso periodo storico ad un livello di simulazione decisamente maggiore apro la scatola del meraviglioso Wilderness War ma le tempistiche cambiano radicalmente. Nei suoi tempi contenuti PADN offre una esperienza di gioco a mio parere notevole.

"Giunse come il vento, come il vento tutto tocco' e come il vento scomparve." (Da Il Drago Rinato di Loial, figlio di Arent figlio di Halan, Epoca Quarta)

My Collection

7

Alle prime partite questo gioco non può far altro che piacere immensamente: strategia, varie possibilità di azione, interazione.
Ci si accorge poi però di uno moderato sbilanciamento a favore degli inglesi, i quali riescono a fare punti vittoria più velocemente e più semplicemente dei francesi.
Materiali ottimi (a parte le monete!).

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

7

Voto 7,5 arrotondato a 7.

Titolo molto valido, sono contento di averlo comprato.. tuttavia la quantità di azioni possibili risulta essere un po disarmante.. forse troppa carne al fuoco. Inoltre la durata è forse leggermente eccessiva per quello che comunque rimane un war-game di carte abbastanza leggerlo.

Sono comunque contento di averlo acquistato! :)

8

Nessun commento

7

Nessun commento

Cristian
TdG Latina

8

Nessun commento

« We come from the land of the ice and snow!
From the midnight sun where the hot springs blow...
The hammer of the Gods...will drive our ships to new lands...
To fight the horde, singing and crying: Valhalla, I am coming! »

8

Voto preliminare dopo poche partite.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=odlos&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

9

Sono entusiasta di questo wargame, semplice da gestire, decisamente asimmetrico nelle strategie. Con il generatore casuale di regole, inoltre, ottiene anche longevità. Consigliatissimo!

Ho giocato a:

8

Fatta la prima partita che mi è servita per capirne il meccanismo ho sentito subito il bisogno di ripeterne un'altra!
Meccanica di gioco sicuramente originale e personalmente ho sentito molto anche l'ambientazione.
Se si cerca un gioco per 2 lo consiglio alla grande!
Bello bello bello

How can we win when fools can be kings?

8

Uno dei migliori titoli in circolazione per due giocatori.
L'ambientazione è molto sentita, le due parti (inglesi e francesi) sono molto equilibrate tra loro e la durata è abbastanza contenuta (circa un paio d'ore).
Un ottimo gioco di strategia pura (l'unico fattore di alea è rappresentato dal riuscire a pescare la carta giusta al momento giusto).
Unico, piccolo neo è, a mio parere, la non grande varietà di strategie (le azioni disponibili, è vero, sono molteplici, ma in concreto l'inglese deve puntare sul fattore bellico, mentre al francese conviene concentrarsi di più su commercio e sviluppo), ma per il resto lo considero un gioco molto ben fatto, con una più che discreta longevità.

7

Sto imparando a giocarci un pò alla volta. Si vede che è un gioco ben fatto in cui bisogna stare attenti a moltissimi aspetti. Nonostante questo resto su un cauto 7. Qualcosa mi spinge a non alzare il voto a 8, saranno la grafica e i materiali poveri, sarà che se non sei in gamba rischi di incartarti e trascinarti noiosamente nella partita, sarà il fantasma dell'Halifax Hammer che è sempre dietro l'angolo e ho paura di scoprirlo. Per me sicuramente da valutare ancora.

VENDO:-Masmorra(kickst)-RailroadRevolution-Thunderstone+esp-CastlesOfMadKingLudwig-Raja-Drako-MiTierra(kickst)-TheseusTDO+Esp-Navegador-Uppsala-Flick'emUp-Kanban-Martinique-La Isla-LeHavreAncoraInPorto-Runewars-SignoreDegliAnelliLaSfida ecc.
9

bel gioco

5

No Comment

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

8

Il sistema deck building presente nel gioco è interessante e ben studiato.

L'ambientazione non mi ha preso piu' di tanto sarebbe stato piu' intrigante con altri scenari.

8

Dopo aver letto con preoccupazione tanti articoli (su BGG) circa l'"Halifax Hammer" e sui materiali (le monete!!), ho lasciato decidere al caso se acquistarlo o no: accendo la TV e danno "L'ultimo dei Mohicani"...2gg dopo stavo facendo la prima partita contro la dolce metà!

Con circa 3 partite alle spalle (la prima non conta), posso dire che è tra i nostri "top games" in 2. Espandersi e avvicinare il fronte per lanciare razzie verso quelle succulente città nemiche (ben 4 PV a disco!), o guadagnare monete con il commercio navale? Accumulare soldati e cannoni in "riserva" facendo capire che si stà preparando un assedio, o fare un attacco lampo a quel villaggio isolato sfruttando il bonus +1 marittimo che abbiamo su 2 carte, oltre la fanteria? Ad ogni turno le azioni sono varie, tematiche ed interessanti; la tensione rimane sempre molto alta (vorrei trasformare il villaggio in città raddoppiando i PV, ma se l'altro compie una razzia si porta a casa ben 4 PV!) e a parte le prime volte quando ci si trova disorientati di fronte al mare di azioni disponibili, la fortuna gioca un ruolo secondario (la pesca casuale è controllabile dalle "riserve" di carte e da specifiche azioni, es. l'Intendente francese).

Per contro, può risultare un po' lungo e, se non piace il tema, "freddo" (scarto carte per prendere cubi, dischi e monete); va sicuramente affrontato con lo spirito giusto ed in quel caso secondo me è decisamente consigliato!

"Do not infer or imagine more to a rule than is stated in it. When in doubt, interpret strictly."
Alan Emrich

9

Gioco molto bello e appassionante.
Per chi ama poi il periodo storico non può che innamorarsene subito.
Bella la meccanica di gioco, anche se i mazzi potevano avere un tocco in più di personalizzazione, mio parere ovvio.
Vince la semplicità e l'essenzialità del regolamento che però nulla toglie al divertimento e allo studio di tattiche da poter adottare.
Nel complesso gioco promosso a pieni voti!!

8

Gran bel gioco.
Wallace ci offre un titolo che, sapientemente, mischia le meccaniche di colonizzazione e wargame con quelle di deckbuilding stile Dominion. Sì, perchè in pochi acri la strategia di costruirsi il mazzo è fondamentale, soggetta sicuramente ad alea, ma arginabile nella scelta di investire su certe carte piuttosto che altre.
Niente tempi morti, gameplay incalzante, ambientazione ben ricreata per la tipologia di gioco, più possibilità per vincere, regole semplici, durata accettabile, ottima nonchè coerente meccanica legata agli assedi.
Non originalissimo, ma amalgama di tipologie ben adattate.
Difficile trovarne difetti, forse il dubbio legato alla longevità, causa strategie limitate, dipendenti dal setup statico (daltronde storico) della mappa di gioco.

8,5 meritatissimo.

Giocati di recente
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=bobanick&numitems=5&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)//i.imgur.com/5SjyfAa.jpg)//i.imgur.com/DNaBGri.jpg)
//i.imgur.com/3MPHSkP.jpg)

8

Wallace e' uno dei game designer che preferisco, ciononostante non sapevo cosa aspettarmi da questo gioco. E' stata una piacevole sorpresa, regole che si apprendono rapidamente, gioco appassionante e veloce . Sicuramente lo consiglio a chi e' appassionato al periodo.

Siver
_________________
"When playing a game, the goal is to win, but it is the goal that is important, not the winning."
Reiner Knizia

8

il miglior gioco da 2 di Wallace e in generale,voto 8

Luigi La Guardia

9

Bello a bestia! Bella ambientazione e meccaniche, grafica della mappa non al top, ma chi se ne frega. Da avere per forza!!!!!

7

Gioco originale e dalla forte ambientazione.
Purtroppo dopo le prime partite si nota una certa staticità nelle dinamiche della partita
e, bug a parte, vengono premiate strategie abituali.
Un buon gioco ma meno avvincente di altri titoli per due giocatori.

Un 6 e mezzo che porto a 7 per la scelta dell'ambientazione.

7

Nessun commento - [Autore del commento: Axl]

8

BELLA E ORIGINALE L'AMBIENTAZIONE , BELLE ANCHE MAPPA E LE CARTE.
IL GIOCO E' TUTTO SOMMATO VELOCE, POTENDO VINCERE IN VARI MODI (CONQUISTANDO LA CAPITALE , RAGGIUNGENDO DETERMINATI PUNTEGGI O PIAZZANDO TUTTI I VILLAGGI/CITTA SUL TABELLONE ).
LE DUE FAZIONI SEMBRANO EQULIBRATE ANCHE SE CON PECULIARITA' MOLTO DIVERSE.
LA DINAMICA CARD DRIVEN E DI COSTRUZIONE DEL MAZZO HA ABBASTANZA PROFONDITA STRATEGICA E DI PIANIFICAZIONE.
UNICO RISCHIO PUO ESSERE LA RIPETITIVITA DELLE STRATEGIE (SOPRATTUTTO PER IL FRANCESE CHE PUO PUNTARE MOLTO SU RAZZIE E INCURSIONI CON GLI INDIANI CHE SNERVANO L'INGLESE)
L'OPZIONE MILITARE PURA (CONQUISA DELLE CAPITALI) MI SEMBRA DI DIFFICILE REALIZZAZIONE
NEL COMPLESSO AFFASCINANTE, NON TROPPO LUNGO, ABBASTANZA STRATEGICO E DIVERTENTE. CONSIGLIATO PER SERATE A DUE - [Autore del commento: skioppa]

Capolavoro di Wallace. Tocco di classe nelle monete. Non i soliti cartoncini ammuffiti. Gioco dalle mille facce. Attualmente abbiamo fatto 12 partite e ci siamo divertiti tantissimo cercando di cambiare strategia da partita a partita. consigliatissimo

7,5

Nessun commento.

8

bellissimo

Esistono due tipi di giochi: i german e i giochi per bimbi.

9

Capolavoro di Wallace. La maggior parte dei voti bassi e' associata al fatto che il gioco e' stato "risolto". Suggerimento: non fateci caso. Giocate felici, vi procurera' immensa soddisfazione e numerose ore di divertimento.

-Eurek-
[vendo / scambio]: Conflict of Heroes: awakening the bear (40 euri) Clokwork Wars + Exp
[cerco]: War of the roses, Star Wars: Rebellion, War of the Ring. Kingdomino

8

[voto 8] - BELLA E ORIGINALE L'AMBIENTAZIONE , BELLE ANCHE MAPPA E LE CARTE.
IL GIOCO E' TUTTO SOMMATO VELOCE, POTENDO VINCERE IN VARI MODI (CONQUISTANDO LA CAPITALE , RAGGIUNGENDO DETERMINATI PUNTEGGI O PIAZZANDO TUTTI I VILLAGGI/CITTA SUL TABELLONE ).
LE DUE FAZIONI SEMBRANO EQULIBRATE ANCHE SE CON PECULIARITA' MOLTO DIVERSE.
LA DINAMICA CARD DRIVEN E DI COSTRUZIONE DEL MAZZO HA ABBASTANZA PROFONDITA STRATEGICA E DI PIANIFICAZIONE.
UNICO RISCHIO PUO ESSERE LA RIPETITIVITA DELLE STRATEGIE (SOPRATTUTTO PER IL FRANCESE CHE PUO PUNTARE MOLTO SU RAZZIE E INCURSIONI CON GLI INDIANI CHE SNERVANO L'INGLESE)
L'OPZIONE MILITARE PURA (CONQUISA DELLE CAPITALI) MI SEMBRA DI DIFFICILE REALIZZAZIONE
NEL COMPLESSO AFFASCINANTE, NON TROPPO LUNGO, ABBASTANZA STRATEGICO E DIVERTENTE. CONSIGLIATO PER SERATE A DUE - [Autore del commento: skioppa]

8

Un gran gioco, niente da dire. Deck building raffinato sullo sfondo della guerra Anglo - Francese per il possesso del nord America. Asimmetrico per due giocatori, offre molte possibilità strategiche per prevalere sull'avversario: si può tranquillamente affermare che, proprio per questo, non c'è una partita uguale all'altra.

"so per certo che credete di aver capito quello che pensate io abbia detto, ma non sono sicuro che siate consapevoli del fatto che quello che avete sentito non è quello che intendevo"

7

buon gioco, va giocato necessariamente nella seconda edizione delle regole e con le abilità casuali, altrimenti si incappa nell'halifax hammer. Per un parere più esteso vedi la mia recensione.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

8

ambientazione fantstica, mappa lineare e semplice ed una meccanica di gioco che riproduce fedelmente le difficoltà logistiche della guerra narrata. ritengo che questo gioco non abba ricevuto le giuste lodi per quanto regala ai giocatori, certamente penalizzato dalla difficoltà riscontrate nel passaggio tra la prima e le seconda edizione in cui il buon wallace ha corretto il tiro modificando la struttura per eliminare una possibile strategia dominante (halifax hammer).

gradevole anche la grafica, io lo metto personalmente allo stesso livello di TS, rispetto al quale ha il pregio di essere più breve.

 

...il mondo è diviso in due categorie, chi gioca ai gestionali e chi scava....

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare