Recensioni su KeyForge: Call of the Archons Indice ↑

  • Ogni mattina, un Kraken nel Crogiolo si sveglia, nuota verso l'alto ma inciampa anche se non ha i piedi.
    Autore:
    Danebed
  • | 4 commenti
    Le filosofie orientali vivono sull'unificazione dei contrari come parte di un'unica entità. Keyforge è un prodotto estremamente occidentale, ma vive di questa dualità e ne prospera pure, sebbene una sensazione di spaesamento sia...
    Autore:
    Danebed

Articoli che parlano di KeyForge: Call of the Archons Indice ↑

Eventi riguardanti KeyForge: Call of the Archons Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download KeyForge: Call of the Archons: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono download, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un file.

Video riguardanti KeyForge: Call of the Archons Indice ↑

Per questo gioco non ci sono video, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un tuo video.

Gallerie fotografiche Indice ↑

KeyForge: Call of the Archons: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
14434
Voti su BGG:
9453
Posizione in classifica BGG:
441
Media voti su BGG:
7,28
Media bayesiana voti su BGG:
6,94

Voti e commenti per KeyForge: Call of the Archons

6,5

Un gioco che ci ha provato, voleva essere la nuova frontiera del gioco di carte "collezionabile" ma non ci é riuscito. Il gioco é bello per meccaniche, disegni e ambientazione ma la sua piú grande innovazione é anche il suo tallone d'Achille: i mazzi arrivano precostruiti e non possono essere alterati, il loro livello di forza puó essere diverso e a volte difficile da compensare (anche se si prova col sistema delle catene, per dettagli vedete il regolamento). In sostanza come gioco per tornei e collezionabile non lo consiglio, ma avere due pre costruiti ed usarli come puro board game puó essere carino.

6

In realtà il voto dato è una media: meccanicamente il gioco meriterebbe un 8 (innovativo, leggero ma non banale nelle scelte che il giocatore deve prendere); commercialmente un 4 (lo ritengo un ottimo titolo per il casual play for fun ma il taglio competitivo che hanno voluto dargli, probabilmente per assecondare la richiesta del mercato, lo ha rovinato)

7,5

Il gioco è più che buono e si fonda su un'idea geniale, quella di assegnare a ogni mazzo una sua unicità che permetta di esplorare combinazioni specifiche. Si perde tutta la bellezza del metagioco di Magic nella composizione dei mazzi, ed è secondo me un gioco più utile per chi voglia con pochi euro essere subito pronto ad avere un mazzo abbastanza competitivo con gli altri giocatori. Concordo con chi ha scritto in merito al fatto che a livello di ambientazione e di flavour sia meno entusiasmante: se il forgiare chiavi resta un buon modo per portare il gioco a una suddivisione "naturale" in delle specie di manches, non si ha un vero e proprio climax e non si hanno ribaltamenti repentini che si potrebbero verificare in giochi come le magic. Insomma, la tematica si sente meno ed è secondo me meno coinvolgente. Dal punto di vista del produttore, invece, il gioco è geniale in quanto gli hardcore gamer potrebbero essere portati a comprare più mazzi possibile, invece che singole carte.

4

Bella idea i mazzi casuali non modificabili ma la meccanica non emoziona, costruire chiavi e far combattere creature come in un'area pokemon non fanno sentire coinvolti né per ambientazione né per obiettivo da raggiungere.

 

10

Stupendo ... ci gioca anche la mia fidanzata ... regole semplici e profondità immensa.

7

E' ancora presto per dare un voto definitivo; penso che siamo all'inizio e si sia ancora in modalità Collectible Card Game tradizionale.
La novità principale di questo cardgame è l’unicità del mazzo, ergo i giocatori dovrebbero imparare a giocare (e padroneggiare) i propri mazzi piuttosto che cercare singole carte che funzionino meglio di altre.
A livello teorico tutti i mazzi hanno potenzialità più o meno nascosta: sta al giocatore trovare la giusta chiave (eh eh) per farlo funzionare a dovere.
In futuro, poi, i Limiti (chain) in inglese, andranno a pareggiare le disparità tra mazzi meno potenti e quelli teoricamente più potenti (qualcuno ha detto Cavalieri???).

Comunque ottima partenza e gran bel gioco.

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare