I migliori giochi da tavolo competitivi del 2018

Quantic Foundry: morte e distruzione
Boiler

Ecco la nostra selezioni dei migliori giochi da tavolo del 2018 per il profilo di giocatore che ama “morte e distruzione”

Approfondimenti
Giochi

Per una descrizione più analitica e precisa dei vari profili, cliccate sull'articolo che abbiamo tradotto: Quantic Foundry – profili motivazionali dei giocatori

Morte e Distruzione, obiettivo principale:

  • Conflitto: competizione con gli altri, interazione diretta e distruttiva, possibilità di eliminare gli avversari.

Morte e Distruzione, obiettivi secondari:

  • Manipolazione sociale: fare pressione mentale, intimidire, raggirare, persuadere, ingannare. La vittoria può anche arrivare per raggiri e pressioni effettuate e non necessariamente per aver giocato meglio; o meglio, per questo tipo di giocatore aver "fregato" un avversario, con elementi di metagioco, fa parte dell'aver giocato meglio di lui.

Valutazione delle singole voci per gioco: 
basso*, medio**, alto***

Root

Fazioni asimmetriche in abilità e modo di giocare si sfidano per il predominio della foresta. Non facile da padroneggiare, regala un wargame introduttivo unico nel suo genere.
Recensione di Agzaroth
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale ***

Rising Sun

Nell'antico Giappone feudale diversi clan si sfidano a colpi di maggioranze e combattimenti risolti con un'asta cieca, senza l'influenza della fortuna. Ci si può alleare momentaneamente per ottenere vantaggi, ma anche tradire al momento giusto.
Recensione di Agzaroth
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale ***

Lords of Hellas

Nell'antica Grecia ogni eroe guida dei soldati alla conquista delle regioni elleniche e provvederà da solo ad uccidere i numerosi mostri che le minacciano. Un dudes on a map in cui i modi per vincere sono molteplici e in cui occorre marcare stretto gli avversari.
Recensione di Pennuto
Recensione dei Giullari
Recensione di Agzaroth
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale **

KeyForge

Da Richard Garlfield un altro gioco di carte, stavolta senza deck-building e immediatamente approcciabile da chiunque. Col mazzo casuale e unico che ti capita devi spremere al meglio le tre fazioni che lo compongono per importi sull'avversario, forgiando tre chiavi magiche prima di lui.
Scheda gioco
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale *

War Chest

Quasi un astratto, ma ogni fiche-unità ha una abilità che ne rispecchia le storiche capacità combattive. Il meccanismo è quello di piazzamento e movimento su griglia, unito al bag-building e si può giocare fino a quattro.
Scheda gioco
Recensione di Agzaroth
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale *

Lincoln

La guerra di Secessione Americana condensata in poche regole e concetti che ne esprimono comunque al meglio le peculiari caratteristiche. Usa un originale sistema di decostruzione mazzo, per cui col passare del tempo nuove carte vengono aggiunte automaticamente al mazzo del giocatore e altre escono per costruire unità. 
Recensione di Agzaroth
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale *

Hannibal & Hamilcar

hannibal.jpg

Hannibal: Rome vs Carthage
Hannibal: Rome vs Carthage
Uno contro uno tra cartaginesi e romani, in questo grande classico del wargame, rieditato da poco in una versione deluxe anche in italiano. La meccanica è card driven e vede gli eserciti spostarsi e combattere su una mappa punto-a-punto.
Recensione di Cosarara
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale *

Cataclysm: a Second World War

cataclysm.jpg

Cataclysm
Cataclysm
Un vero wargame, dal regolamento corposo e durata importante, che si sviluppa partenda da molto prima del Secondo Conflitto mondiale e consente di guidare la propria nazione anche dal punto di vista politico, diplomatico ed economico, riscrivendo la storia. Le meccaniche sono quelle classiche dei wargame (chit-pull system e tiro dadi).
Scheda gioco
  • Conflitto ***
  • Manipolazione sociale **