I difetti dei giochi da tavolo: #14 – Power Creep

cacarchia: Baal

"Non si può conoscere veramente la natura e il carattere di un uomo fino a che non lo si vede gestire il potere."

Approfondimenti
Giochi

DEFINIZIONE: difetto per cui gli aggiornamenti più recenti di un gioco introducono unità o abilità più forti, rendendo obsolete e depotenziate le vecchie.

Specifiche del difetto ed esempi

Si verifica di solito in giochi che sono naturalmente soggetti a frequenti espansioni ed aggiornamenti. 
Warhammer Fantasy Battles soffriva in modo esemplare di power creep, non solo con eserciti e anche regolamenti generali che venivano costantemente aggiornati e cambiati, ma con in genere gli ultimi usciti che erano tangibilmente più forti di quelli precedenti.

I CCG e gli LCG soffrono di questo problema proprio per le numerose uscite, anche ravvicinate, che sono necessarie per tenerli vivi e fidelizzare il pubblico. 
Magic ha la curiosa caratteristica di soffrire di una sorta di “power creep inverso”, per cui i formati che prevedono l'utilizzo di tutte le carte, fin dall'uscita del gioco, sono considerati più forti di quelli che restringono via via sempre di più il campo alle ultime uscite.

Un altro problema che si crea in alcuni giochi è legato anche alla perdita di identità di una fazione rispetto all'altra. In Warhammer Invasion, l'LCG di Warhammer Fantasy, le fazioni erano inizialmente caratterizzate da parole chiave uniche e specifiche per la loro razza; man mano che uscivano nuove espansioni, alcune di queste abilità venivano trasferite anche a fazioni affini, potenziando certamente le sinergie dei mazzi misti, ma penalizzando l'identità dei singoli popoli.

Oltre al canonico significato di power creep, possiamo considerare tale anche l'abitudine che hanno alcune case editrici di far uscire continue espansioni per un gioco. Da una parte si potrebbe pensare che la scatola base si astata fatta uscire volutamente ridotta rispetto a come era stato pensato il titolo nella sua completezza (es: Race for the Galaxy, Res Arcana), dall'altra alcune nuove uscite vanno effettivamente a correggere e migliorare la base (es: Il Trono di Spade Board Game, Star Wars Rebellion). Infine alcune espansioni introducono effettivamente personaggi o abilità che rendono quelli base meno appetibili (la Cain in Battlestar Galactica Pegasus, alcuni personaggi di dell'espansione The New Characters de Sulle Tracce di Marco Polo). 
La politica editoriale di Fantasy Flight pare, per quasi tutti i prodotti, progettare le uscite in una maniera completa, ma fare poi uscire i giochi volutamente "monchi", per poi completare l'opera con successive espansioni programmate (es: Star Wars Rebellion e verosimilmente anche Star Wars Outer Rim, che ha il deciso sentore di gioco incompleto).

Andando oltre, possiamo considerare una forma di power creep le seconde edizioni che modificano in meglio le prime o correggono aspetti di gioco non perfetti.
Le seconde edizioni di Antike (Antike II), di Imperial (Imperial 2030), di Vinhos, di KanBan, di Twilight Imperium, ecc, rendono di fatto superate quelle precedenti. Da una parte è apprezzabile rivedere i propri lavori del passato e fornire all'utenza qualcosa di aggiornato e perfezionato, dall'altro nessuno sarà contento di avere una scatola “vecchia” e difficilmente vendibile in casa.
Codex Logo
Codex

Il lato positivo del power creep

Tralasciando il lato economico favorevole alle case editrici, per il giocatore l'unico risvolto positivo può essere quello di essere spinto a provare sempre nuove combinazioni e impegnarsi a migliorare costantemente il proprio gioco, parallelamente alle nuove uscite.

Come evitare il power creep

Playtestando tutto ciò che esce di nuovo con tutto ciò che è uscito di vecchio (cosa sempre più difficile all'aumentare delle uscite), oppure evitarlo del tutto, ricorrendo a giochi che hanno sì molte combinazioni, ma sono sistemi chiusi, senza la previsione di nuove uscite (es: Codex della Sirlin Games).

Conclusione

Da un difetto che fa dell'espansione indiscriminata l'arma principale, a uno che rappresenta il chiudersi in se stesso e difendersi a oltranza: il turtleing.

Si ringrazia tutto il gruppo del Goblin Magnifico per la consulenza e in particolare Matteo "Iugal" Franceschet per la revisione.
Fonti: https://mtg.gamepedia.com/Power_creep 

Commenti

Puntualizzo che Star Wars Rebellion è tutt'altro che monco; e anzi, ho preso l'espansione per puro completismo dato il tema - e la bellezza del gioco.

I personaggi della mini-espansione di Sulle tracce di Marco Polo non li ho mai inquadrati bene; so che alcuni mi divertono tantissimo (l'orda d'oro coi suoi bonus a bastimento carico carico di roba è irresistibile e, in certi frangenti, effettivamente parecchio forte).

Comunque Vlaada sarà un successo.

Per rebellion anche io non ho mai percepito come una furbata l'uscita di L'ascesa dell'impero. Il base è un ottimo gioco (anche qualcosa in piu). Con il tempo,  anche attraverso il feedback dei giocatori, hanno sistemato il combattimento. Al più si può dire che abbiamo sfruttato l'uscita di Rogue One per dare un appeal ulteriore all'espansione.

Su Warhammer fantasy Battle (e 40k) invece servirebbe un articolo a parte...😅.

Su i CCG e LCG non si può parlare di difetto se non per ciò che concerne lo sbilanciamento. Chi inizia un CCG o un LCG deve sapere che sta acquistando un prodotto a rate. Il problema è quanto dal core set alle uscite cominceranno gli sbilanciamenti. Su questo vanno certamente sottolineati gli esempi virtuosi di Android Netrunner e Il trono di Spade LCG tra i competitivi (oltre le brutture evidenziate nell'articolo).

Odiosissima invece l'abitudine dell'espansione quinto giocatore dopo qualche mese/1 anno. Mai presa una.

Su Imperial non sono sicuro che la sua evoluzione futuristica abbia messo in cantina il predecessore, sai.

I giochi non si leggono; si giocano.

Esiste una sola storia. La più antica. Un signore oscuro contro un barbaro, un nano, un elfo ed un mago.

Non avevo mai sentito il termine... faccio un po' fatica ad inquadrarlo come concetto, in particolare quando  nella definizione rientrano sia "espansioni troppo potenti per CCG-LCG" che "seconde edizioni revised" alla Antike II... cmq interessante.

Credo che degli esempi molto eclatanti di tutto ciò siano stati in passato Game of Thrones LCG e X-Wing Miniatures Game... ricordo che da un giorno all'altro praticamente i giocatori si sono trovati virtualmente in mutande. Fortunatamente non sono i miei generi...

* Orto Mio!!! *

scusate forse mi sono perso qualcosa: ma rebellion, il cui combattimento non era quel gran che, non l'hanno migliorato proprio con l'espansione?

Si. Con l'espansione L'ascesa dell'impero, il combattimento (cinematico) è stato certamente reso più fluido e probabilmente bilanciato.

Almeno per me però, Rebellion non nasce come volutamente monco. Si può godere alla grande del base anche senza l'espansione. Ma l'espansione non è superflua.

I giochi non si leggono; si giocano.

Esiste una sola storia. La più antica. Un signore oscuro contro un barbaro, un nano, un elfo ed un mago.

Badger28 scrive:

Credo che degli esempi molto eclatanti di tutto ciò siano stati in passato Game of Thrones LCG e X-Wing Miniatures Game...

Sappi che stai facendo sanguinare una ferita riaperta...

Con X wing ho definitivamente chiuso con tutto ciò che è Collezionabile. E maledetto la FFG oltre modo...(pensa che la fregatura me l'avevano già mollata con il passaggio dalla prima alla seconda edizione del Trono di spade LCG...quindi la colpa è pure la mia).

I giochi non si leggono; si giocano.

Esiste una sola storia. La più antica. Un signore oscuro contro un barbaro, un nano, un elfo ed un mago.

"alcune nuove uscite vanno effettivamente a correggere e migliorare la base (es: Il Trono di Spade Board Game, Star Wars Rebellion)."

Diciamo che il correggere era più per il Trono e il migliorare per SWR. 

Non vi focalizzate sul singolo esempio 😅

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Tanto tempo fa, negli anni '90, conosbbi Magic. Era appena uscito. Giocai con un amico, che mi presto un suo mazzo. Mi piacque molto, e comprai un mazzo. Poco dopo arrivò l'edizione italiana, e comprati un altro mazzo e alcune bustine, costruendo un primo mazzo che mi piaceva: era migliorabile, certo, ma mi permetteva di giocare come volevo e di vincere anche qualche partitella tra amici. Poi uscì la prima espansione "Arabian Nights", e mi sentii dire che se non avessi cominciato a comprare anche quella il mio mazzo sarebbe "rimasto indietro", che c'erano carte più forti o che funzionavano meglio, combavano, ecc ecc ecc.
Ho venduto tutto. Ciao.

Esempio specifico: espansione New Leaders and Wonders di Through the Ages. Che opinione avete riguardo al power creep? Esempio positivo o negativo? 

Contestualmente, alcuni leader e meraviglie del gioco di base (a scanso di equivoci, mi riferisco all'edizione 2015) sono stati effettivamente ribilanciati, la maggior parte dei quali "a rialzo", cioé potenziandoli. Tali carte ribilanciate sono vendute assieme all'espansione. 

Do not look up to anybody, do not look down on anybody

Quindi hai fatto filotto, ti ho veramente colpito al cuore con entrambi gli esempi! Chiedo venia :D

...cmq vergognose entrambe le situazioni. Al limite della truffa legalizzata.

* Orto Mio!!! *

Posseggo Eldritch horror ed ho notato che ha bisogno almeno della prima espansione e qualche altra non gli fa male....E' un po' il trucco della FFG.

Sono una che ha fatto l'abbonamento a Arkham horror LCG, ma gia' sapevo, quando ho cominciato, dove andavo a parare. Per Lord of the rings LCG mi sono limitata al base+Khazadum+la serie deluxe collegata ai libri. Pero' io per Arkham horror o The lord of the rungs LCG non vedo il problema.Secondo me si possono comprare solamente le campagne piu' interessanti o favorite. Sono completamente slegate fra loro.

pellipeps scrive:

Esempio specifico: espansione New Leaders and Wonders di Through the Ages. Che opinione avete riguardo al power creep? Esempio positivo o negativo? 

Contestualmente, alcuni leader e meraviglie del gioco di base (a scanso di equivoci, mi riferisco all'edizione 2015) sono stati effettivamente ribilanciati, la maggior parte dei quali "a rialzo", cioé potenziandoli. Tali carte ribilanciate sono vendute assieme all'espansione. 

Faccio fatica a intendere il power creep legatamente a giochi a mazzo "in comune", onestamente. Volendo ipotizzare un power creep "interno", comunque, sì: penso che alcuni vecchi nuovi leader lo abbiano subito (se non altro per sensazioni oggettive, più che soggettivi) e sono stati infatti sostituiti. Globalmente preferisco il gioco base, ma l'espansione non è certo un'operazione negativa nel suo complesso; anzi.

Comunque Vlaada sarà un successo.

Kobayashi scrive:

Sono incuriosito dall'inclusione di Race for the Galaxy. Quali espansioni si dovrebbero aggiungere alla scatola base per poterlo considerare un gioco "completo"?

in teoria sia la prima che la seconda. In pratica la prima sicuramente per una questione di equilibrio tra i colori delle carte.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Aggiungerei anche Keyforge che ha preso la classica deriva Pokemon di un'espansione ogni 4 mesi 

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare