Recensioni su Tigris & Euphrates Indice ↑

Articoli che parlano di Tigris & Euphrates Indice ↑

Eventi riguardanti Tigris & Euphrates Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Tigris & Euphrates Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Tigris & Euphrates in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
tigris & euphrates Offro gioco singolo €40.00 Consegna a mano, Spedizione Cicciput68 02/12/2018
Vendo Tigris & Euphrates in inglese Offro gioco singolo €35.00 No Consegna a mano, Spedizione cavalotta 07/09/2017
vendo tigris & euphrates Offro gioco singolo €35.00 No Consegna a mano, Spedizione €8.00 solone 20/04/2017

Video riguardanti Tigris & Euphrates Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Tigris & Euphrates: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
24789
Voti su BGG:
22323
Posizione in classifica BGG:
71
Media voti su BGG:
7,71
Media bayesiana voti su BGG:
7,57

Voti e commenti per Tigris & Euphrates

8

Indiscutibilmente un gran goco con fattore fortuna molto limitato anche se io non amo i giochi di piazzamento. Inoltre se lo giocate con dei "pensatori" può diventare un incubo.
Giocato: poco
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 5
Divertimento: 2
Originalità: 3
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

9

Grandissimo gioco di strategia, Eccezionale in 3 o 4, ma bellissimo gioco anche per 2 giocatori, anche se in due tendono a esserci meno i conflitti, che in tre o quattro sono generati anche da giocatori esterni al conflitto che se ne avvantaggiano indirettamente. Grandissima possibilità di rimontare da parte di chi è indietro durante la partita, grazie soprattutto al sistema di punteggio, secondo me una della armi vincenti de gioco. La doppia modalità d conflitto con la possibilità di abbattere il leader della regione con un conflitto interno è si un pò dipendente dalla fortuna in termini di pescata di tessere rosse, ma mpedisce di bloccare delle posizioni d vantaggio.I monumenti sono una scelta delicata tra la necesità di collezionare molti punti e quella di consolidare le leadership in una regione. i tesori oltre ad una chiave per determinare la durata della partita, sono fondaentali data la modalità di vittoria. Nota sulla disponibilità in negozi: Non e fare nomi, ma io ho acquistato il mio E&T in Italia quest anno da un inserzionista della TdG (dire KDSStore è scorretto?), ordinato e ricevuto il giono dopo a casa tramite corriere (tra l'altro senza spese di spedizione approfittando di una delle offerte). Concordo sulle difficoltà di apprendimento nella prima metà della prima partita, ma poi tutto diventa chiaro e appassionante. Questo e un certo astrattismo tipico di Knizia gli unici piccolissimi difetti. Sulla durata io finora mi sono aggirato dagli 80 ai 100 minuti.

6

Non posso dare di più ad un gioco sicuramente ben strutturato ma freddissimo come ambientazione. Scusatemi, ma per me i giochi devono farti calare in una certa "realta", quella appunto che il gioco descrive. Se penso a Tikal, I Coloni di Catan, Puerto Rico mi brillano gli occhi. Qui invece c'è un gioco di piazzamento con molti risvolti tattici in funzione di un sistema di punteggio davvero originale. Ho fatto 3 partite, ora non lo voglio più vedere!

10

Uno dei giochi tedeschi più originali di sempre. Chiaramente può non piacere, ma è normale per un gioco dal meccanismo così particolare.

10

Il 10 se lo merita tutto. E' considerato a ragione il miglior gioco di Knizia. Funziona ugualmente bene se si gioca in 2,3,4, l'interazione tra i giocatori è continua, molto celebrale per le continue e varie scelte tattiche da prendere, le partite sono relativamente brevi. Molto originale il sistema di punteggio che impone ad ogni giocatore di sviluppare in ugual misula le 4 sfere della civilizzazione. Inoltre mi piace molto per l'imprevedibilità generata dai conflitti esterni, che possono far si che un regno venga annientato nel giro di un turno. La fortuna è comunque presente ma in misura limitata, i componenti e la grafica sono di prima qualità.
Può risultare troppo astratto per alcuni.

10

Un vero capolavoro nel suo genere. E' strategia allo stato puro.
Ovviamente come di consueto per Reiner Knizia, l'ambientazione è molto approssimativa e poco coinvolgente ma il fascino dei suoi meccanismi può benissimo riuscire a far dimenticare questo unico aspetto negativo.

Per veri gamers!!!

...sai, certe volte accade che... non si dovrebbero nemmeno pensare certi pezzi.

8

Gran bel gioco di piazzamento, per nulla facile da giocare e scontato come meccaniche. Molto bella la condizione di vittoria e i diversi modi di affrontare i combattimenti.
L'unica pecca che trova in questo gioco è la mancanza dell'ambientazione nel regolamento, risulta freddo, quasi chirurgico.
Se avesse quel tocco di umano in più avrebbe sicuramente un 9 da me.

10

Veramente bello!!! Le strategie applicabili sono sempre variabili ed ogni partita risulta diversa dall'altra. La fortuna è un fattore assolutamente non preminente. Se proprio bisogna trovare un difetto è che non è adatto ai giocatori meno abili!!

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

7

Pensieroso. E' come appare il giocatore di Tigri ed Eufrate da fuori. Ma dentro? Si sta divertendo. ovvio che bisogna essere i tipi che si divertono a calcolare. Buon livello di strategia. Un po' lungo a giocarsi, un po' lungo a impararsi. E a ricordarsi dopo due anni che non ci si gioca. Ma proprio bello.
(Il mio parametro per il 10 è nascondino, quindi Portorico è 8 e questo 7)
Nemo NemoN

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

5

- [FAIR-VOTE] Commento basato su poche (meno di 5) partite

A me non è piaciuto molto, troppo freddo e astratto!

MECCANICA 1,4
STRATEGIA 1,9
AMBIENTAZIONE 0,2
COMPONENTI 1,1
LONGEVITA' 0,2

10

Lo ritengo il miglior gioco di posizionamento concepito ad oggi!!
Quel semplice e banalissimo gesto di posizionare una tessera sulla plancia di gioco ha tante di quelle implicazioni tattico/strategiche che giocare in maniera soddisfacente il boardgames in questione è veramente arduo, se non dopo essersi cimentato in moltissime partite (personalmente riconosco di essere ancora piuttosto acerbo)!!!
Bello il meccanismo, ottimi i materiali (edizione della Mayfair Game), originale il sistema di punteggio che obbliga necessariamente a sviluppare in maniera omogenea le 4 sfere della civilizzazione!!!
Merita e molto!!!

Saluti
orsinidan

9

Davvero un gioco incredibile!!! In questo momento è il gioco che preferisco giocare e lo ritengo un vero capolavoro, credo che i giocatori possano raggiungere alti livelli di abilità e le partite possono essere con un pò di pratica spettacolari! Unico difetto, se così può essere considerato, i neofiti vanno in palla e spesso non lo apprezzano molto.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

10

Secondo me uno dei migliori giochi in circolazione.
Sicuramente un po' "troppo" strategico per piacere a tutti, ma un MUST!
Era da lungo tempo che non trovavo qualcosa di così semplice e stimolante.
Una rivelazione.

10

Il capolavoro dei giochi astratti. Nonostante la presenza del fattore casuale (la pesca delle tessere), vince sempre e comunque il giocatore che ha giocato meglio, che ha saputo gestirsi in modo ottimale, senza sprecare una delle proprie tessere.

Inoltre la curva di apprendimento non è troppo ripida: durante la prima partita si annaspa avendo a disposizione un'infinità di mosse possibili, non sapendo mai cos'è meglio fare. Dopo 1/2 partite il sistema comincia a delinearsi chiaramente, eliminando completamente l'ansia del non sapere che fare, dando ampio spazio al divertimento puro... con tanto di pensiero mai banale.

Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!

6

Giocandoci qualche partita col buon e vecchio fiburga, devo dire che non mi ha esaltato.

10

Il capolavoro! Ogni volta che termini una partita ti domandi sempre se potevi fare qualcosa di diverso. Originalissimo per la meccanica. Non proprio privo di fattore fortuna (se si continua a pescare male le tessere ci si può alla lunga inguaiare) ma comunque con molte possibilità strategiche. Non potrà mai stancare. Molto bello anche in due giocatori. L'edizione della Mayfair è graficamente superba.

10

Il gioco con le più ampie possibilità strategiche mai creato (a parte gli astratti ovviamente). Solo giocato molte volte può mostrare il suo vero valore! Chi scrive che l'ha trovato noioso a mio avviso dovrebbe riprovarlo più seriamente: il suo unico difetto è l'eccessiva astrattezza, per chi lo considera un difetto.

7

Nonostante sia un gioco di piazzamento è molto interesante. Certo l'ambientazione è nulla e la componentisttica non sconvolge, ma il meccanismo per cui conta solo il punteggio minore è estrememente interessante.
Il gioco è nel suo complesso piacevolmente giocabile, pur non trattandosi di un capolavoro a mio avviso.
Gli darei un 7,5.

The Eagle Goblin

10

Mi sento in dovere di cambiare il voto (9) che avevo dato inizialmente a questo gioco per il semplice motivo che dopo tanti anni e tante partite non mi sono ancora stancato di giocarlo e di apprezzarlo.
il commento precedente è sempre valido:
Senza dubbio il miglior gioco di Knizia, forse troppo astratto, ma di una profondità strategica molto elevata. E' uno dei pochi giochi che funziona bene in qualsiasi numero di giocatori. Non molto facile da apprendere, ma il fatto di migliorare e padroneggiare il gioco partita dopo partita è solo un fattore posivito a mio avviso. Molto interessante anche la variante a punteggi palesi giocabile su BGG.

8

Meccaniche ancora oggi originali, ottimi materiali, colpi di scena ...
Nonostante il mio iniziale scetticismo devo dire che solo dopo qualche partita lo si può apprezzare appieno.

Un gioco astratto, è vero, in cui l'ambientazione conta poco o nulla, ma capace di dare luogo ad avvincenti partite.

"Molti uomini hanno tentato."
"Hanno tentato e hanno fallito?"
"Hanno tentato e sono morti ..."

7

Un classico, niente da dire. Però, sarà che io non lo capisco molto, sarà che non vinco mai... ma ha qualcosa che non mi straconvince. E poi è un gioco di piazzamento, e non ne vado matto.

Kingsburg feels like Caylus with dice rolls and goblin bashing. This will grant him some wariness from gamers who can’t stand the luck of the dice, from others tired of spending cubes to build a district, and of course from goblins.

10

Unico, geniale e affascinante. Un gioco con poche regole che ti trascina al suo interno facendoti dimenticare di tutto durante la partita. Un pezzo da 90!

9

mi sà proprio che devo rivalutare questo gioco!
Dopo una certa quantità di partite mi ha decisamente convinto. Il gioco ha una buona profondità e quando si raggiunge un buon livello le vittorie avvengono sempre per pochissimi punti. in sostanza chi gioca male non vincerà mai! Componente fortuna quasi nulla.
Le uniche note negative sono l'astrattezza dell'argomento ( tipico del Knizione) e la componentistica davvero brutta! ( Mamma mia che tabellone!!!)
DA AVERE

7

guardate ho fatto varie partite ed ho notato la sua profondità e complessità... però a mio giudizio è un gioco in cui conta molto , fin troppo il piazzamento dei templi rossi. Inoltre per un gioco che cerca di essere un astratto in verità la fortuna nella pesca delle tessere è fondamentale!

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

7

Il gioco è ben bilanciato e la fortuna tende ad essere marginale, anche se a volte tira colpi gobbi contro cui si può ben poco. Divertente e strategico, riesce a rimanere veloce, anche se uno (ma non di più) dei giocatori è un pensatore lento e riflessivo. Si tendono ad avere buoni colpi di scena, grazie alle guerre esterne, che modificano l'assetto delle tessere sul tabellone, imponendoti ad improvvisare nove strategie. Peccato per la grafica orribile del tabellone!
Con il tempo perde un po' di mordente e forse rischia di essere snobbato in favore di altri titoli.
Voto 7,5.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

10

Ho ulteriormente rivalutato il gioco dopo un buon numero di partite.
Ogni partita è sempre diversa. Anche se le tessere si pescano, non è mai successo che una persona vincesse o perdesse per eccessi di fortuna/sfortuna.

Splendido. Il gioco può non essere aderente in modo perfetto all' ambientazione ma forse proprio grazie alla sua anima astratta ha un altissima rigiocabilità. E' ugualmente bello sia in due che in tre/quattro giocatori. Buoni i materiali.

9

A questo gioco devo dare molto. In effett fu il mio gicoo fuori dei classicissimi che comprai. Mi piacque da matti e da li nacque la mia passiuone invero piuttosto tarda.

Il gioco ha solo lati positivi e uno solo negativo. E' eccezionalmente bilanciato pur se c'è un po di sorte nel pescare le tessere, ma onestamente niente di irreparabile specie se giocato in più di 2 persone. A proposito dei 2 giocatori è godibilissimo e giocabilissimo, perde solo in dose di fortuna che può condizionare il gioco, ma rimane quello che è un capolavoro. Ambientazione molto molto bella, ben resa con le tessere che si girano a fanno da base alla ziqqurat, il concetto dei leader del tutto nuovo e delle maggioranze con asta per i combattimenti. Io lo reputo tranquillamente un gioco meravilgioso con un ma.

Il fattore negativo è che in effetti è troppo astratto e se questa sua natura lo aiuta nel renderlo giocabilie e longevo, ne toglie in fascino se non per la componentistuca (specie i monumenti...). Peccato sarebbe stato sicuramente un 10..... Questo è in assoluto ujh MUST

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

10

Signori, che gioco! Veramente bello!

Vale la pena dannarsi un po' l'anima per leggere e capire il regolamento (vedi conflitto interno, conflitto esterno...), anche perchè le partite possono aprirsi a scenari di scontro veramente interessanti.

Vince chi gioca con maggiore equilibrio e strategia.

Peccato solo la grafica della versione inglese, decisamente inferiore a quella tedesca, ma per il resto assolutamente da giocare!

8

[FAIR-VOTE] Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite
E' un gioco di "guerra" con le tessere, una prova di forza in cui l'elemento di casualità (la pesca delle tessere) aggiunge quell'aspetto di incontrollabilità alla partita che altrimenti non garantirebbe nessuna possibilità di recupero a chi rincorre... C'è anche una grossa dose di strategia nella scelta continua di come preparare o difendersi da una guerra esterna e interna. Veramente bello!!

RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
//goo.gl/163wiY)
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"

8

Gioco di piazzamento molto carino..nonostante sia del maestro..un applauso al maestro..

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...

8

Un buon gioco di strategia e piazzamento, non lento per quanto strategico. Risulta buona anche l'interazione tra i giocatori e trovo efficace il continuo cambiamento che può avvenire tramite le guerre tra i giocatori. Però non riesce a coinvolgermi molto, forse a causa dell'astrattezza.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

9

Gran gioco complesso e riflessivo.... sicuramente non è per tutti e ciò deriva dal fatto che è molto particolare come dinamiche oltre ad essere abbastanza astratto come ambientazione quindi deve piacere!!
Mi piace molto l'idea che il sistema per assegnare la vittoria costringa ad avere una strategia mai sbiancia verso un solo fronte ; ritengo che la foruna nel pescaggio delle tessere non sia così influente nelle vittorie ( certo che un colpaccio in chiusura è davvero letale !!); l'aspetto bellico del gioco provoca dei discreti ribaltoni sul tabellone che ti costringono ad avere una ottima capacità di adattamento alle situazioni di gioco ma senza condannarti alla sconfitta al primo sgarro
Un titolo dallo spessore davvero notevole !! Bello e basta !!

8

Sicuramente un buon gioco a cui fa sempre piacere giocare. E' un gioco di posizionamento ma abbastanza originale nel suo genere ed il sistema dei predonimi e' davvero bello. Non e' un gioco per giocatori occasionali anche se il regolamento e' chiaro e tutt'altro che complesso.
Il fattore fortuna e' quasi totalmente assente dal gioco rendendo possibile pianificare le proprie strategie anche se l'interazione con gli altri giocatori e' molto importante e non si puo' quindi impostare una partita a prescindere dalle decisioni altrui.

Il materiale e' buono e la grafica ben studiata. Come in tanti altri giochi alla tedesca l'ambientazione e' un po' buttata li' e non molto legata alle meccaniche

commento basato su uno scarso (meno di 5) numero di partite

9

La mia prima partita a Tigris & Euphrates e' stata tragica: le meccaniche, sebbene fondamentalmente molto semplici, sono decisamente poco intuitive e il gioco, alla prima partita, terribilmente complesso.

Rimasi quindi piuttosto sbigottito, ma avevo intuito che il problema ero io e non il gioco. Quindi ho deciso di riprovarci per cercare di entrare nel meccanismo e comprenderlo appieno. Partita dopo partita (anche grazie alla versione freeware per PC http://www.tigrisgame.com/) ho scoperto un gioco di una bellezza e una eleganza che non avrei mai immaginato di trovare. Profondo, intelligente, equilibrato, tatticissimo, avvincente... insomma un vero gioiello.

Se non fosse per la sua non immediatezza, rasenterebbe la perfezione.

8

Poteva anche chiamarsi Perù precolombiano ed era lo stesso.
Ottimo per chi ama la strategia astratta (per la strategia concreta un bel World in Flames...) a fianco di scacchi e go.

Ogni sistema formale può provare la propria consistenza se e solo se il sistema stesso è inconsistente.

10

"Euphrat & Tigris" è un gioco stupendo, che costringe chi ci gioca a cimentarsi contro sé stesso, contro gli altri e contro il gioco stesso, dal momento che sei continuamente impegnato ad ottenere il massimo utile con le tessere che la pesca ti ha messo a disposizione. Perché non ci si può accontentare dell'abbondanza, ma bisogna concentrarsi sulla penuria!
Il gioco inizialmente appare un po' noioso al neofita, tanto da sembrare un banalissimo pesca e gioca, salvo poi rivelare mano a mano tutte le sue potenzialità. E' altamente strategico senza mai diventare asettico, l'interazione con gli altri giocatori si fa sentire presto e forte e queste due caratteristiche, difficilmente riscontrabili a così alti livelli in un gioco, giustificano l'alto numero di estimatori di questo titolo.
Una nota sull'ambientazione del gioco. Spesso viene definita forzata, personalmente penso che lo sviluppo del gioco e la sua ambientazione siano invece andati di pari passo nella mente dell'autore, i giochi nati da un'idea e poi adattati ad un contesto non hanno certo il fascino di Euphrat & Tigris, e a volte suscitano persino ilarità.

Longevità: 2 Assolutamente rigiocabile nel tempo!
Regolamento: 2 Chiaro e senza lacune. Ottima e nel pieno spirito del gioco la variante inglese.
Divertimento: 2 L'interazione è forte e, dal momento in cui viene piazzato il primo monumento, praticamente obbligata.
Materiali: 2 Ricco e robusto. Oltreché ecologico!
Originalità: 2 Non un banale gioco di piazzamento tessere.

Existence well what does it matter?
I exist on the best terms I can
The past is now part of my future
The present is well out of hand

10

Nell'olimpo dei miei giochi preferiti e una filosofia di vita direi (fai i tuoi punti, non ti mettere troppo in mostra, lascia e fai scannare gli altri ecc) :)

8

Nessun commento

Dathon.

So long, and thanks for all the fish

9

che dire un grande gioco innovativo soprattutto nel calcolo del punteggio

9

Il gioco di posizionamento per antonomasia. Un regolamento tutto sommato contenuto per un gioco che si impara facilmente, ma si padroneggia con estrema difficolta'. Necessario in ogni collezione.

9

Nessun commento

7

Ci ho giocato un paio di volte con la mia fidanzata. lo trovo molto profodo come gioco, e questa stessa sua carattestica è a mio parere un limite che ne fa un gioco non per tutti.
Ottima anche la fattura del gioco. Purtroppo non ho avuto ancora il modo di apprezzarlo a pieno.

9

Uno dei titoli di Knizia, che apprezzo maggiormente, nonchè uno dei miei titoli preferiti. Le meccaniche sono fantastiche, i conflitti, lo sviluppo delle proprie civiltà, tutto funziona perfettamente.
Per vincere è necessario uno sviluppo equlibrato ed omogeneo delle risorse che ne eleva il grado di sfida e difficoltà. Si può ritenere il fattore fortuna non totalmente assente (le tessere si pescano), ma nel complesso trascurabile. Perchè voto 9 e non 10 allora ? Semplice, perchè la perfezione non esiste...

8

nell'uno contro uno dà il meglio di sè poichè hai maggiore controllo della situazione. Ogni volta che ci gioco(non molto spesso, a dir la verità) è sempre un piacere.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

8

Nessun commento

6

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

6

Un capolavoro per il suo genere, da 10. Spiegato da Re Sargon stesso ho apprezzato tutte le idee e il sistema di bilanciamento nel punteggio. Non mi piace come genere: il 6 e' dato dal mio gusto personale che non apprezza questi giochi troppo seri, e si bilancia con il reale valore del gioco.

8

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

8

Nessun commento

7

Ottimo gioco, ma a mio avviso molto sopravvalutato. Secondo me il fatto che sul tabellone basta spostare un leader o piazzare una tessera per creare situazioni molto complicate e diverse. Questo induce i più (secondo me) a valutare questo gioco molto positivamente, ma siccome lo trovo poco gestibile o programmabile anticipatamente, ecco che il gioco in questione è strategicamente nullo. Non posso invece negare l'evatissimo fattore Tattico che mette di fronte a scelte spesso, come già detto, (troppo) complicate. Queste però sono talmente intricate da non essere sempre del tutto convenienti al giocatore che le effettua (sembra sempre che per avere qualcosa, si debba rinunciare ad un altra...) e inoltre consentono frequenti capovolgimenti di fronte (dopo aver fatto una mossa soddisfacente, il mio avversario molto probabilmente farà altrettanto in un altra parte del tabellone...). Alla fine voglio dire che dopo tante scelte difficili, tante mosse abili e incontrollabili, mi sembra tutto come un polverone, che alla fine quando si dirada, non è il migliore che ha la meglio, ma solo il fattore caso (molto parente al fattore c@#o...), lasciando una sensazione di insoddisfazione. Tra i pregi invece, è il sistema di vittoria, molto innovativo, che costringe a giocare in modo equilibrato in tutte e 4 le sfere di punteggio. Fra i difetti, segnalo la pesca delle tessere, pur sempre casuale (un sistema di scelta migliore, tipo visualizzare le prossime 6 tessere o simili, avrebbe giovato al gioco, e alla parte strategica...) e l'ambientazione, quasi nulla, come nel classico stile di Knizia. In definitiva un gioco sopra la media, ma non il must che tutti dicono.

L'importante non è vincere ma sapere quello che sta facendo il tuo nemico!

6

Un gioco da mal di testa!!! Bello, ma non per questo divertente.

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

10

Nessun commento

7

Fra i giochi di posizionamento sicuramente uno dei migliori per le seguenti ragioni:
interazione fra i giocatori, ampie possibilità di rimonta, un vasto numerosi opzioni a disposizione dei giocatori durante il proprio turno.

Peccato per l’ambientazione, completamente fittizia.

9

Nessun commento

6

Nessun commento

9

Il mio preferito tra i giochi astratti. Tema quasi inutile.

4

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

10

Nessun commento

7

Nessun commento

9

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

8

Gioco molto bello grazie alla possibilità di interagire tra i vari giocatori, al punteggio molto variabile e alla vadtità delle scelte che si possono compiere in un turno. Molto brutto il tabellone.

Fortuna Audaces Iuvat

8

Sì, è vero che può dar fastidio la pesca casuale delle tessere, ma rimane un gioco con uno spunto originale (per allora) quale il sistema di punteggio bilanciato.

Da rispolverare più spesso...

9

Giocato solo 3 volte.
Mi è piaciuto gia dalla prima partita, in 2 si gioca molto bene e oltretutto è più facile da imparare.
Lo stile di Knizia mi piace e questo titolo non delude in niente.
Di longevità non potrei parlarne avendo fatto solo 3 partite ma penso sia veramente alta.
Il regolamento è chiaro tranne per qualche dubbio facilmente risolvibile con l'aiuto della Tana.
I materiali anche se spartani, sono di ottima fattura.
Consiglio vivamente l' acquisto sia ai neofiti, quale sono, sia giocatori più esigenti.

9

Avvincente, uno dei tanti capolavori di knizia

8

un capolavoro di tattica e un sapiente mix strategico, certo un pò complesso all'inizio

9

Bellissimo gioco di strategia!Un altro successo di Knizia!
Molto buone le componenti.Ambientazione irrilevante(come al solito).Longevità ottima.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

8

gioco molto semplice da imparare e divertente.il suo pregio maggiore è quello dei punti per determinare il vincitorte.

7

Nessun commento

Ho sete, significa che sono vivo, che importa se l'ultimo o il primo, il cuore vuol battere ancora... ancora...

8

ottimo

Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

10

il gioco DA AVERE , terribilmente bello , un capolavoro , WOW !!!!

9

Nessun commento

10

il migliore gioco di sempre ! strategicamente inarrivabile

9

Nessun commento

9

Bello, bello, bello. Decisamente il capolavoro di Reiner Knizia, il gioco che assieme a Ra rinchiude tutti i tratti salienti della produzione di questo grande game designer. Freddo, incurante dell'ambientazione posticcia (avrebbe potuto chiamarsi anche "Cioppy nel paese delle meraviglie") Tigris & Euphrates richiede parecchia attenzione iniziale per l'apprendimento delle singolari regole, ma la ripaga con un gameplay denso e intrigante, che intrappola i giocatori dalla prima all'ultima mossa. Il fattore fortuna derivato dal pescaggio delle tessere è mitigato dalla grande quantità di strategia che permea ogni singola mossa. Se vi piacciono i giochi di piazzamento è un acquisto imprescindibile. Se non vi piacciono, ve li farà piacere. Dunque, compratelo comunque, di giochi così ne escono davvero pochi. Nota a margine: a me piace di più l'edizione Mayfair Games. :)

--
Stef - Stefano Castelli

10

il gioco dei giochi ! il massimo !

8

Capolavoro di Reiner Knizia

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

9

Qui siamo nell'olimpo dei giochi. Un nuovo classico. La prima partita è quanto di più incomprensibile si possa immaginare, la seconda pure, poi... poi le cose quadrano, le mosse si fanno sensate. Si tessono piani e si impreca che non ci sia una terza mossa a disposizione. Astratto, cmq, ma a me non importa una cippa. Ah, diffidate della versione freeware Java del gioco: imparerete solo a giocare male, come è successo a me. Giocateci! Su bgg o F2F ma giocateci!

6

Nessun commento

8

Nessun commento

9

dovete giocarci...eppoi decidere se acquistarlo...questo è l'unico vero consiglio che si può odiare....se amate i giochi da adulti "veri" allora vi piacerà...se volete un gioco da fare in scioltezza una serta mentre fate due chiacchiere allora scegliete altro.....ma a mio giudizio il gioco merita davvero...

...ha lo 0,0000000001 possibilità di attivarsi...per questo noi lo chiamiamo " sistema 09 "

8

Nessun commento

6

interessante, molto freddo

8

Nessun commento

9

Premesso che non ci giocherei più con un neofita per non traumatizzarlo, anelo sempre a trovare la situazione giusta per una bella e massacrante partita a questo capolavoro.

8

E' un gioco basato su poche meccaniche neanche tanto difficili, ma così astratto (e completamente indipendente dall'ambientazione) che ci vogliono una partita o due a brancolare nel buio, prima di riuscire a sviluppare una tecnica valida.
Dopo averlo giocato tante ma TANTE volte, sono giunto a due conclusioni che mi costringono (a malincuore) ad abbassare il voto a 8:
- la fortuna, che sembra influire poco, ha in realtà un peso non indifferente, questo perché il gioco si basa sul "fare la cosa giusta al monento giusto" e alle volte le tessere pescate non lo consentono proprio
- alle volte vince il giocatore che si è fatto gli affaracci suoi tutta la partita, infischiandosene dei conflitti e degli altri giocatori che si attaccano senza tregua.. non che sia necessariamente un difetto, però è triste che la strategia più efficace possa essere anche quella meno divertente..
Per concludere ribadisco quanto già detto da molti: è un gioco improponibile per i giocatori occasionali e soffre particolarmente il problema dei "pensatori" (la situazione dei regni viene continuamente sconvolta e spesso è imperativo decidere la propria mossa all'ultimo momento), ma può regalare veramente tanto divertimento agli appassionati di piazzamento.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare