Rank
121

Dominant Species

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,94 su 10 - Basato su 97 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2010 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 240 minuti
Autori:
Chad Jensen
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Dominant Species Indice ↑

  • specie dominanti copertina
    Titolo del 2010 di Chad Jensen, edito da GMT e tradotto in italiano da Asterion, questo Specie Dominanti è un gioco di piazzamento lavoratori e maggioranze che ci porta nella preistoria, subito dopo l'estinzione dei dinosauri, quando le...
    Autore:
    Agzaroth
  • Specie Dominanti
    Autore:
    Lobo

Articoli che parlano di Dominant Species Indice ↑

  • Sulle tracce di Marco Polo
    Approfondimenti
    | 11 commenti
    Proviamo a capire quali sono i giochi da tavolo più belli. Data l’impossibilità di una risposta oggettiva, il tema si presenta come uno spunto per una salutare sbirciata ai piani alti delle classifiche dei giochi da tavolo italiane e...
    Autore:
    Signor_Darcy

Eventi riguardanti Dominant Species Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Dominant Species Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Dominant Species in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
(Roma+sped.) Specie Dominanti ed. italiana Asterion Offro gioco singolo €190.00 No Consegna a mano, Spedizione €9.00 Montecristo9 11/05/2017

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Dominant Species sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Cerco Specie Dominanti in italiano ultima edizione Cerco Consegna a mano, Spedizione cresub 07/05/2017

Video riguardanti Dominant Species Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Dominant Species: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
13726
Voti su BGG:
12923
Posizione in classifica BGG:
44
Media voti su BGG:
7,87
Media bayesiana voti su BGG:
7,69

Voti e commenti per Dominant Species

9

Concordo a pieno con la recensione! Consigliatissimo ai giocatori navigati!

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

6,5

Dopo una sola partita mi sento di dare un bel voto a questo gioco coinvolgente, con ottimi materiali, buona grafica, meccaniche solide e che ti tiene sul filo del rasoio fino al conteggio finale.
gli aspetti che non mi hanno convinto del tutto sono proprio il conteggio finale ma soprattutto l'incidenza della fortuna (dalla pesca degli elementi [che una volta rimossi vengono rimessi nel sacchetto] a quella introdotta dalle carte [alcune ribaltano parecchio il gioco]) che stona rispetto al resto. avrei visto meglio un sistema meno aleatorio (vedrei come homerule di eliminare dal gioco gli elementi fino a esaurimento del sacchetto e successivo ripristino).
Bel giocone. Non capisco perchè la partita a 4 non rende.

5

Davvero una grande delusione. Il gioco risulta poco controllabile, caotico e lunghissimo (potenzialmente infinito). Impossibile pianificare perché le variabili sono troppe, le carte potentissime e il kingmaking all'ordine del giorno! Mooolto meglio i due predecessori simili Evo e Ursuppe! Senza contare che il prezzo è folle per i materiali che offre.......sconsigliato.

4

Premetto che ho fatto una sola partita, ma per me è stata veramente una delusione.

E' buona l'idea della plancia in stile worker placement parallela al mondo ad esagoni, ma tale schema di stampo tedesco mal si sposa con la TOTALE e ASSOLUTA mancanza di bilanciamento; per fare un esempio, ci sono carte potentissime e altre inutili e inoltre l'ordine di gioco è difficilissimo da modificare in maniera sostanziale (piuttosto grave, considerato che i punti si fanno tramite un'azione ben precisa).

Su quanto detto finora sarei potuto passare sopra nel nome del divertimento, ma non sul vero grave difetto di questo titolo: il tema promette molto, ma durante la partita non si respira la benché minima ambientazione. I giocatori non sono animali che si evolvono e cercano nel mondo l'habitat che più gli si confa; sono bensì persone che spostano cubetti e dischetti colorati cercando la migliore combinazione di punti.

Ai difetti già citati aggiungiamo il fatto che la partita dura uno sproposito (veramente fuori luogo per quello che alla fine è poco più che un giochetto di maggioranze) e che si perde un sacco di tempo a calcolare e ricalcolare tutte le dominanze ogni volta che c'è qualche cambiamento nei geni delle varie razze... volendo usare un eufemismo, diciamo che conosco modi migliori per passare una serata.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

5

Lungo (in 6), incontrollabile, fortemente influenzato dal caso. Dovrebbe essere, anche per la durata, un gioco strategico, ma la pianificazione è quasi impossibile, dato che la continua interazione tra giocatori rende lo sviluppo della partita caotico se non casuale. Le carte sono sbilanciatissime e verso la fine della partita il kingmaking è praticamente inevitabile.

5

sono in dubbio: appare come un gioco "german" ma in realtà le cose da tenere d'occhio sono talmente tante che è impossibile, dovresti essere un compute. Questo implica molta casualità (non a caso è un "german" fatto da americani). Inoltre il tema, che trovo meravilgioso, si sente poco è come appiccicato sull'ambientazione.

8

Atipico ed originale mix di un gioco di combattimento (e la firma Chad Jensen/GMT la dice tutta) ed un gioco di piazzamento azioni/maggioranze. L'ambientazione per me è molto suggestiva, per quanto ci siano elementi di astrazione il caos della lotta e gli effetti delle carte me la fanno sentire.

Il gioco, prevalentemente tattico, ha infiniti elementi di contrasto e come in quasi tutti i giochi di maggioranze l'elemento killmaking/kingmaking è a portata di mano, la vittoria può essere decisa più che per la propria bravura per le azioni degli altri.

Detto ciò mi ritrovo sempre, a fine partita, a sentirmi appagato per il tempo di divertimento passato (tempo non breve, per inciso), questo indipendentemente dall'esito della partita o di quante bastardate fatte e ricevute. Spesso continuiamo a commentare la partita anche per giorni....
Sembrerà un controsenso per i difetti elencati che riconosco, ma questo aspetto del divertimento, unito al feeling dell'ambientazione, basta a farmi attribuire un 8 al gioco.

Dopo un po' di partite fatte mi sento di dire una cosa sul numero di partecipanti contrario a quanto sostenuto da lobo nella recensione: penso che 4 giocatori sia il tavolo ottimale, per avere un giusto compromesso sulla giocabilità e la possibilità di gestire la partita. Aumentando il numero di partecipanti (specie in 6) i difetti enunciati si esasperano ed i tempi di attesa si dilatano.
Una semplice considerazione sul numero di azioni disponibili: in 4 si parte con 5 azioni a testa, che permettono di gestire il turno e mediare sugli effetti positivi e negativi. In 6 giocatori si parte con sole 3 azioni, quando qualcuno guadagna un'azione aggiuntiva(cosa che le carte, sbilanciatissime!, permettono di avere anche come regalo di un avversario) diventa una differenza enorme.

Il prezzo del gioco lo trovo comunque esagerato.

4

non ci siamo ...lungo, incontrollabile,fattore kingmaking, tema appiccicato, alcune carte troppo sgravate.
Voto basso

7

molto belle le illustrazioni ed il tema proposto; piacevole e rapido da giocare anche in due anche se talvolta la sovrapposizione delle azioni può dar luogo a dubbi non chiariti dal regolamento.

6

Giocato: 1 volta; Voto: 5,5

L'idea di lottare per la sopravvivenza è davvero sentita. la partita è ricca di colpi di scena. il problema che è davvero difficile governare gli eventi ( chi ha parlato di carte?! ).
Il materiale della seconda edizione non è malvagio e tutto, se non esteticamente affascinante, è funzionale al gioco.
Ora veniamo al lato divertimento. Mamma mia che caos! sarà che la prima partita serve solo per capire come funziona il gioco. però, tenere sotto controllo tutto è davvero impossibile. sopratutto alla luce della potenza delle carte in premio per la dominanza. se poi sei tra gli ultimi nella catena alimentare, sarai tra gli ultimi anche nello scegliere le carte (perchè i primi si buttano sempre sul conteggio dei punti).
Sarebbe da riprovare ma l'eccessiva lunghezza del gioco non mi invoglia e riprenderlo in mano. Meglio tirare fuori un El Grande!!

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

8

Nessun commento

8

Premetto che il voto reale sarebbe 8 e mezzo, ma approssimo a 8 per prudenza. Il gioco è semplicemente fantastico nella resa dell' ambientazione. C'è un pò di tutto, ma soprattutto vedrete la glaciazione espandersi piano piano per conquistare la mappa, mentre le varie specie animali si stringeranno e continueranno a vivere e a prolificare per la maggior parte al di fuori delle terre ghjiacciate. Sembra di guardare un mondo in miniatura!
Il gioco è estremamente tattico, anche se con la conoscenza delle 26 carte che vi farete dopo le prime partite potrete pianificare un pò meglio le vostre mosse, ed affinare delle strategie di medio/lungo termine. Modi per fare punti ce ne sono diversi (ben tre, più il conteggio a fine partita) e il gioco è un raro gioiellino di doppia maggioranza.
Gli unici difetti sono: il costo davvero troppo elevato, e la scalabilità (in 5 o 6 è davvero poco controllabile mentre in 2 è davvero troppo faticoso). Ottima la versione da 4, non male anche se molto impegnativa la versione da 3 con doppia classe di animali da gestire. Un raro esempio di ibrido german/american perfettamente riuscito.

Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.

10

Finalmente un meraviglioso wargame con meccanismi tipici del German Game!!!
Meccaniche e regole veloci e semplici. Non è assolutamente adatto a chi non è abituato a vedere la mappa girare ed evolvere continuamente.

9

Gran bel gioco veramente! Un mix tra gioco alla tedesca ed americano, dove, a differenza di quanto detto da altri, si sente l'ambientazione. Molte azioni, con difficili scelte su quali eseguire e che hanno diverse ripercussioni su altre azioni a seguire. Grande interazione con gli altri giocatori. Bella la diversificazione dei poteri speciali tra gli animali, anche se forse si poteva differenziarli ancora di più. Per quanto riguarda le carte dominazione è vero che ci sono carte molto potenti e carte inutili, però non credo proprio che sbilancino il gioco. Si può per esempio togliere la maggioranza nelle tessere che danno molti punti ai giocatori piazzati primi nella scelta dell'azione dominazione che dovranno così scegliere tra la carta ed un'area dove non ottengono punti (o pochi). Inoltre, l'azione dominazione non è l'unico modo di fare punti, la carta survival può dare moltissimi punti, soprattutto a fine partita (anche 30 a giro) ed anche la glaciazione e wanderlust possono dare una decina di punti in certi casi. Infine, non commento mai il prezzo di un gioco, ma visto le osservazioni del recensore vorrei precisare che ho comprato il gioco a 56€, considerando che c'è un sacco di materiale, tutto di ottima qualità, non mi sembra eccessivo. Una menzione per le regole di gioco, davvero chiarissime. Dovrebbero tutti prendere esempio da questo gioco per la scrittura dei regolamenti,

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Una sola partita all'attivo, in 6. Parto entusiasta: lo devo rigiocare più volte. Questo è un indice che mi è piaciuto. E' un tattico spinto (in 6) e sotto le vesti German pulsa un cuore American Trash vivido.
E' possibile eliminare fisicamente gli avversari. E' possibile un kingmaking pesantissimo.
Però è divertente e, se tutti se la giocano bene, assai tecnico.

Bisogna conoscere le carte e avere un'idea di come giocare ergo la prima partita la maggioranza dei giocatori non capirà molto il gioco. In verità è possibile perseguire strategie flessibili. Ambientazione resa assai bene: nel brodo primordiale non sai mai cosa puoi pescare!

Longevità: 1
Regolamento: 2
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 1

6

Il gioco ha delle meccaniche molto belle ed è interessante,ma:
-il tema del gioco si sente un pò poco
-dura davvero troppo
-nella fase finale di gioco il kingmaking è praticamente ovvio
-il continuo riconteggio della dominanza toglie la carne di dosso
se ne verrà fatta una versione per PC sarà molto più godibile (il computer fa tutti i calcoli e ti lascia concentrare sulla strategia da adottare..)

6

Voto molto combattuto... gioco di non semplice valutazione. Ai primi turni della partita ero veramente entusiasta, me lo sarei comprato immediatamente, grazie a Dio non sempre ho un terminale collegato ad internet quando mi vengono queste pulsioni...
Il gioco ha un impianto di regole estremamente accattivante: un worker placement che regola la diffusione dei propri token e la "dominanza" ovvero quanto le risorse presenti sono in sintonia con quelle compatibili con la propria razza... c'è un buon meccanismo quindi che regola due maggioranze in maniera indipendente una di presenza e l'altra di compatibilità... la prima dà dei punti vittoria secondo un'azione selezionabile nel gioco, e la seconda dà accesso ad alcune carte che contengono dei bonus in termini di particolari azioni o conteggio di punti vittoria.
Verso metà partita ho cominciato a pensare che se non ci fossero queste carte o se le tipologie fossero meno, il gioco ne avrebbe guadagnato in scorrevolezza e possibilità di pianificare.
Alla fine della partita invece, come già molti hanno scritto, ho trovato insopportabile la riconta delle dominanze (serve qualcosa sul tabellone che aiuti... per dire anche mettere un dadino a 6 facce per ogni razza con il totale di dominanza per esagono...), l'effetto delle carte che va dall'inutile (cambiare l'iniziativa) a prendere un PV per ogni esagono dove ci sei (anche 10-15pv, noi in quattro siamo finiti sui 120-130) oppure come il cataclisma che, come suggerisce il termine, impatta in maniera devastante, il flusso diventa poco controllabile. Per quanto riguarda il king making, non mi sovviene un gioco di maggioranze che non lo sia... con questo non voglio difenderlo, ma ricordare il "gentleman agreement" per il quale uno deve giocare a massimizzare la propria posizione nei confronti del leader. Insomma: è la cosa che dà meno fastidio.
Per concludere, quello che ammazza questo gioco è il ricalcolo costante delle dominanze e la troppa diversità / incidenza delle carte bonus e alcune azioni che si prestano a paralisi da analisi; risolti questi due problemi, il gioco risulta godibile e più che discreto... voto 6,5: darei 7,5 almeno risolvendo il primo dei due problemi e 8 se i bonus di dominanza fossero meno caotici. Visto che chi non ci ha giocato può non capire quanto questo impatti, vi dico che giocando quasi a caso gli ultimi turni con 4 giocatori abbastanza veloci la durata del gioco è stata di circa 6 ore. La durata di una partita a Twilight Imperium 3 o a Maria, per capirci... e non sono nemmeno molto ottimista sul fatto che questo tempo si riesca a ridurre. Mi permetto anche di spendere una parola sui materiali: sulle prime pensavo fossero agghiaccianti e che chi ha scritto che è uno dei punti di forza avesse bisogno di ritarare un po' i propri parametri di valutazione, poi però devo ammettere che sono piuttosto funzionali al gioco.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

8

Premetto che è in asoluto il voto più difficile che mi sia capitato di dare, a causa dell'altalenante bellezza/funzionalità dei meccanismi di gioco e di fattori quali la durata, il downtime e i materiali.

Parto con il dire che il gioco mi ha lasciato, dopo una sola partita, stremato, ma al tempo stesso soddisfatto dell'esperienza di gioco, pronto per una nuova partita. E questo senza dubbio influenza il mio voto, a prescindere da qualsiasi valutazione tecnica...in primis, per me, conta il gusto che mi rimane in bocca!

Comunque, parliamo del gioco! Le meccaniche sono interessanti, piazzamento ed esecuzione delle azioni, nessuna azione inutile anzi, tutte influiscono in modo pesante sulla partita altrui: mi sa che questo è proprio il tema dell'adattamento della specie, ossia variare la propria strategia al variare continuo della situazione del tabellone (quando dico continuo, intendo anche 4-5 volte per turno...ah, dopo l'azione di ogni giocatore, quindi moltiplicate le 4-5 volte per il numero di giocatori)!
Proprio da questo scaturisce uno dei due grossi problemi del gioco, ossia il downtime nel calcolo delle nuove dominanze, davvero cervellotico, siccome esiste potenzialmente un elemento su ciascun angolo degli esagoni in gioco, e si devono cercare le corrispondenze con gli elementi -max 6- sulla propria scheda (credo che il calcolo delle dominanze possa tranquillamente prendere un terzo o più del tempo di gioco, ossia un terzo di circa 5-6 ore a seconda della velocità dei giocatori. Poi il secondo grande problema sono le carte, alcuna quasi totalmente inutili, altre molto forti (insomma una carta capace di dare 15 punti vittoria non è paragonabile ad una carta che fa mettere una propria specie sul tabellone, o possono accadere combinazioni per le quali tutti i giocatori, magari tranne uno, hanno una azione in più per tutta la partita...). Poi anche la durata è rispettabile...

Però le cose positive per me sono molte: il fascino di questo gioco (ossia la voglia di riprovarlo!), i materiali assolutamente funzionali e colorati, le meccaniche accattivanti e l'altissima interazione diretta (a scapito di un kingmaking inevitabile verso il giocatore in testa)!

Insomma, un titolo che potenzialmente meriterebbe un 10, che abbasso ad 8 (un puntoin meno per calcolo delle dominanze e per lo sbilanciamento delle carte).
Ma assolutamente da giocare!!!!
Galletto

7

Nessun commento

7

Il gioco è veramente bello e i materiali mi sembrano ottimi; inoltre le meccaniche combinano bene il "piazzamento lavoratori" col "controllo aree" (ovvero la classica valutazione delle maggioranze).
Detto questo, però, ci sono da analizzare anche dei grossi difetti:
1) la durata del gioco è eccessiva e d estenuante: alla fine si fa veramente fatica e il divertimento ne risente parecchio. Un paio di turni in meno sarebbero stati ottimali.
2) il calcolo della "dominanza" su ciascun esagono del tabellone è veramente snervante e, almeno all'inizio, anche poco intuitivo. Considerando che in ogni turno la distribuzione dei cubetti e dei gettoni delle specie varia di continuo, è veramente arduo ogni volta aggiornare mentalmente i calcoli...
3) il prezzo mi sembra veramente elevato e alla fine ingiustificabile...

Tirate le somme (il giudizio si basa comunque su 1 sola partita), è sicuramente un bel giocone (7 se lo merita in pieno), assolutamente inadatto ai principianti, ma non lo rigiocherei mai: se devo perdere un pomeriggio intero, meglio Indonesia o Le Havre, mentre se voglio un gioco di maggioranze, torno ai gloriosi (e molto più brevi e divertenti) El Grande e San Marco

7

Io ce l'ho in legno e devo dire che Solitario si dimostra un titolo gradevole sia per grandi che per piccini. Secondo me è molto sottovalutato. Tuttavia non riesco a giocarlo in compagnia, me lo evitano tutti. Ma io un bel 7 glielo do. Sicuramente meglio di dama, anche se il meccanismo è lo stesso.

7

Nessun commento

7

Mi trovo perfettamente in sintonia con quanto scritto da Adams. Anch'io ho fatto una partita completa in 3 giocatori e un paio di turni in altra partita a 5 giocatori.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

8

Superbo. Non fatevi trarre in inganno dal fatto che ci sono cubetti e cilindri di legno. Consigliato a giocatori assidui vista la gran quantità di azioni correlate tra loro che influenzano la partita (come detto in molti commenti qui sotto).
Non sono d'accordo con le opinioni negative sulla meccanica del dominio: si tratta di fare delle semplici moltiplicazioni che vengono attivate solo da due azioni su dodici, quindi "controllabili".
A dir la verità le azioni che influenzano il calcolo del dominio sono qualcuna in più, ma il concetto è che ugualmente sono prevedibili (non è che ogni volta bisogna ricominciare da capo a fare i calcoli per ogni giocatore in ogni esagono)

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

9

Fantastico...mi ha entusiasmato!!Assolutamente strategico....Bella meccanica di gioco.

8

Nessun commento

//s12.postimg.org/3obm9k6cd/ds2.jpg)
"And there was war in heaven: Michael and his angels fought against the dragon; and the dragon fought and his angels.."
Revelation 12:7

7

Bel gioco dalla meccanica interessante anche se non particolarmente innovativa. Piacevole l'idea della lotta per la sopravvivenza che però si rivela essere un'ambientazione un po' appiccicata e a parte le glaciazioni che fanno "morire/migrare" le specie presenti sui territori, direi che c'è poco altro di tematico a parte il potere di qualche specie, come i mammiferi, che giustamente hanno la capacità di sopravvivere in qualsiasi territorio, o gli uccelli che possono migrare di due spazi invece di uno.
La lunghezza del gioco si aggira sulle 4 ore (anche qualcosa in più). Forse un po' troppo, essendo i turni sostanzialemente molto simili tra loro, anche se le azioni da fare sono molte e devo dire di non esseremi annoiato. Di sicuro sarebbe stato meglio qualche turno in meno.
Le carte sono sbilanciate, ma è anche vero che lo sono per tutti. Dopo la prima partita, si sa che le carte sono molto diverse tra loro e ci si deve regolare di conseguenza.
Kingmaking che c'è, ma con cui si può convivere.
Un po' difficile da controllare in diverse situazioni, ma nel complesso si riesce a dare un senso alle proprie scelte.
La grafica è assolutamente funzionale, come già ribadito da altri, ma è anche vero che assolutamente schifosa. Il gioco è già di suo molto astratto, se poi non si impegnano nemmeno a fare una grafica decente, allora è ovvio che la sensazione che si ha è quella di giocare con un prototipo.
Insomma, buon gioco, materiali buoni, grafica pessima e prezzo assurdo, direi ingiustificato rispetto ad altri giochi.

8

Una sola partita.
Gioco complesso e strategico. Decisamente divertente. Permette sia strategia che bastardate. Da riprovare assolutamente.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

8,5

potrebbe essere un 9, ma ha due aspetti che non mi piacciono del tutto: 1) è più tattico che strategico. Spesso anche molto imprevedibile: questo rispetta certamente l'ambientazione, ma troppo spesso i tuoi piani vengono sconvolti da una singola mossa avversaria. 2) la durata: veramente lunghissimo. ci sono un paio di espedienti per farlo durare di meno (5 o 6 turni fissi) ma lo snaturano, togliendo importanza al punteggio di sopravvivenze delle tundre che dovrebbe essere il cuore strategico e tematico del gioco.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

9

Nessun commento

9

un gioco veramente imprevedibile e divertente, è vero che dura molto ma diverte altrettanto, penso che la versione italiana sarà mia

8

Gioco molto bello. Indubbiamente complesso ed adatto esclusivamente a giocatori assidui. L'unico difetto evidente riscontrato è la durata: inutilmente lungo, anche perché essendo un gioco di dominazione già a metà gioco si inizia a capire chi vincerà [spesso dilagando] la partita. Togliendo un po' di carte la situazione migliora ma resta comunque difficile giocare una partita in meno di 3ore.

8

Nessun commento

"non si smette di giocare perchè si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perche si smette di giocare!!!" - di..non ricordo :)

8

Ricorda vagamente Evo, ma una versione più complessa e profonda. Il gioco è molto interessante e rende meglio la tematica del gioco e la dominazione delle specie. Mi riservo di riprovarlo per comprenderne la profondità e le strategie disponibili.

Tana dei Goblin Rimini
Zuga Remni

9

Un gioco che riesce nel contempo ad essere un german worker-placement, un german di area-control, e con meccaniche di adattamento simil-wargame che rendon perfettamente il tema.
Per me, incredibile.
Non condivido il fatto che si rischi di essere eliminati, possibilità alquanto remota.

Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

//encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQcbJHLVC6wNcuQXy5stVxG24LzqUgldtt96BXMMPA6-fcr_0PC)
http://www.noferplei.it

9

Mi verrebbe da mettergli un voto in meno per la mancanza di token di un certo livello, ma l'ambientazione gli fa recuperare il punto perso! Veramente ottimo, per come riesce a mettere insieme diverse meccaniche, dal worker placement, al war game, in maniera eccellente.

8

Nessun commento

8

No Comment

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

9

Nessun commento

Le mie ultime partite:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=shjivak&numitems=10&text=title&images=small&show=recentplays&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1"%20border="0")

4

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Regole base tutto sommato semplici, strategie per la vittoria decisamente più complesse (anche se 'buttarsi sulle carte' paga quasi sempre).

Il gioco è una cosa seria...ma non così seria.

9

longevità: 2
regolamento: 2
divertimento: 2
materiali: 1
originalità: 2

8

Gioco di piazzamento e maggioranze molto tattico e poco strategico.
Impossibile fare pianificazioni a lungo periodo, bisogna cogliere di volta in volta quello che offre la partita.
La plancia piena di cubetti tende a divenire un pò confusa.
Il continuo ricalcolo delle maggioranza (un pò noioso) e la lunghezza del gioco lo rendono apprezzabile solo dagli amanti del genere.
In ogni caso è un gioco veramente ben ambientato e molto equilibrato.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

8

Davvero un bel titolone con tutti i connotati al posto giusto!

Cattivo, interattivissimo, profondo, super tattico, per niente facile da dominare !

Un gioco non per tutti ma che sa regalare un bel momento di "confronto" e lotta per la sopravvivenza!

Sarebbe 8,5, arrotondo a 8 perchè l'ho giocato per ora solo una volta e anche se lo posseggo vorrei fare almeno un'altra partita prima di dare una corretta valutazione numerica!
Cmq per i gamers duri, è davvero un gioiellino!

L'essenziale è invisibile agli occhi.

5

meccaniche: piazzamento, maggioranze, controllo aree
regolamento: chiarissimo e scritto molto bene.
interazione: assolutamente presente sia in modo indiretto nei piazzamenti che nel modo diretto con i contrasti per le maggioranze
scalabilità: provato in 2 e in 3 e penso che giri bene, forse in tanti diventa mooooolto caotico
durata: a meno che si usa qualche variante, si sta sempre sulle 3 ore anche di più
componenti: molto german, ma a me sono piaciuti tanto! molto bello il tabellone
ambientazione: è vero sono cubetti, ma la tematica si sente un bel po!!
fattore fortuna: presente solo nella pesca delle carte, e dei segnalini elementi, ma tutto il resto è puro brainburning!
originalità: meccaniche euro miste ai wargames, ne fanno un gioco adatto a entrambi gli amatori, ma..
dipendenza dalla lingua: un po di testo sulle carte
longevità: se il gioco piace penso che non ci sarà mai una partita uguale all'altra.
conclusioni personali: per quanto mi riguarda un genere tutto nuovo (o quasi..) sono un eurogamer, e non ho mai giocato ai wargames, con questo gioco ho avuto delle belle sensazioni, ma l'eccessiva durata delle partite (anche se si può ovviare con qualche variante), e il sempre presente downtime in ogni turno è imperdonabile, purtroppo sono partito entusiasto, ma ero già annoiato al terzo turno. e poi ogni volta a ricalcolare la dominanza è frustrante già in 3 giocatori, non voglio pensarci in 6!!! davvero un peccato perchè non se ne vedono tanti in giro gioconi come questo. non nelle mie corde

8

Gran gioco, Dominant Species, complesso e profondo al punto tale che diverse partite potrebbero non bastare a padroneggiare tutte le cose da tenere sotto controllo... Purtroppo è estenuante e il sistema di conteggio delle dominazioni è farraginoso e potrebbe indurre a errori (e tuttavia non aggiornare costantemente la dominazione su ogni esagono impedirebbe di farsi un'idea di quali azioni conviene compiere). Voto 8, tendente a salire.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Baol&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

9

Nessun commento

7

Una delle ambientazioni più originali e una vastissima scelta di mosse; pur non essendo un amante dei tedeschi puri l'ho trovato molto divertente e vario. Una rottura il calcolo delle dominanze...

9

Nessun commento

9

Gioco deciamente profondo che non si può prendere alla leggera. Nonostante meccaniche semplici, richiede attenta pianificazione e grandi capacità di adattamento. L'interattività è altissima e le "bastardate" si sprecano. A me sono piaciuti persino i materiali, nelle dimesioni e nei colori.

7

Solo per gamers incalliti. Non proponetelo ai giocatori occasionali, se non volete rischiare di allontanarli per sempre dai boardgame. Complesso ed intrigante, ma decisamente troppo lungo, con un meccanismo di ricalcolo quasi continuo delle "maggioranze", che lo rende ancor più pesante via via che passano i turni.

Il Mago

8

giocone in tutti i sensi, durata, bellezza, ambientazione..... solo all'inizio un po' ostico sui conteggi per le dominanze, con la pratica anche di un solo giocatore poi tutto scorre meglio.

6

pesante come pochi giochi, una grafica che per essere funzionale non può che essere ridotta ai minimi termini, ma nonostante tutto in 6 giocatori non si capisce comunque una mazza di quello che c'è sulla mappa. Gli animali non sono ben equilibrati anzi, non sono per NULLA equilibrati. Le carte sono ancora peggio, 1 in particolare può tranquillamente distruggere un giocatore.

Da giocare max. in 4 e senza quella carta.

8

Molto molto difficile padroneggiarlo!!

9

Nessun commento

Meglio vincere o partecipare? Qualche volta è meglio guardare

8

Nessun commento

8

Un gioco per me difficile da valutare. Da una parte ci sono i lati positivi: le molte strade che si possono seguire per ottenere la vittoria, le miriadi di bastardate che si possono fare agli altri giocatori e l'elevata interazione che rendono il gioco molto divertente. Dall'altra i lati oscuri: strategia praticamente nulla (ogni azione può cambiare completamente il quadro di gioco), svolgimento un po' caotico che non lascia mai capire cosa sta effettivamente succedendo.
In generale comunque un bel gioco, profondo e altamente rigiocabile. Da usare con la compagnia giusta!

8

Gran bel gioco!
Ogni partita è completamente diversa dalla precedente, i vari animali sono bilanciati abbastanza correttamente anche se con alcuni risulta difficile poter riuscire a vincere ( vedi Mammiferi)...soprattutto in tanti giocatori. In 6 forse un pò caotico e ogni turno rischia di durare troppo, i tempi morti ci sono ma comunque si è sempre coinvolti anche a causa del continuo riconteggio delle dominazioni. Dopo 2-3 partite si inizia a orientarsi nella strategia da utilizzare e come utilizzare le varie carte, che possono cambiare in un attimo la partita.
Personalmente uno dei titoli più apprezzati ;)

6

Nessun commento

Bazinga!

8

Ecco come dovrebbero essere i german: un gran bel gioco, che inizialmente sembra astratto, ma in cui gli effetti delle carte sul gioco permettono di dare una giustificazione più che plausibile al tema, rendendo di fatto molto bene l'ambientazione.
Non avevo trovato prima d'ora un gioco di maggioranze che mi piacesse, ma devo dire che questo è veramente molto ben fatto.
Nota dolente: non mi è piaciuto il sistema di gioco a 3 giocatori, in cui devi usare due animali... I primi turni ho fatto una fatica enorme a capire cosa stavo facendo e con chi. Penso che le prossime partite le farò esclusivamente da 4 giocatori in su.
Un 7,5 che alzo ad 8 sulla fiducia, in attesa di prossime partite.

10

buttate via tutti gli altri giochi!!
...semplicemente fantastico

9

tosto, tosto, tosto!!!! ma eccezionale da tutti i punti di vista... unica pecca il continuo ricalcolo dei domini

10

vendete tutti gli altri giochi ! perchè ora giocherete solo a questo!
meccaniche di maggioranza e piazzamento...
alta interazione.. COSA VOLETE DI PIù!

8

Nessun commento

Vendo con RIBASSI, Britannia FFG 50€, The Battle at Kemble's Cascade ENG 25€, Loony Quest ENG 15€, Il tesoro della giungla 10€

8

Tra i pregi c'è sicuramente il fatto che il gioco riesce a miscelare ottimamente il classico piazzamento lavoratori con un sistema di maggioranze, la rigiocabilità è molto alta grazie alle varie razze, e l'interazione è ad altissimi livelli. Quello che ho trovato un pò fastidioso è che alcune carte sono davvero troppo forti, distruggono qualsiasi tentativo di strategia e a volte mi da l'impressione che il gioco sia più una corsa alle carte. Comunque questo non è un difetto ma piuttosto fa parte del gioco e devo dire che risulta comunque abbastanza equilibrato fino alla fine. Ritengo che 4-5 giocatori sia il numero ideale per giocarci perchè in 6 giocatori diventa troppo confusionario ed è impossibile pianificare più di una mossa per volta, oltretutto la partita si allunga considerevolmente dato che si tende un pò alla paralisi da analisi.
In definitiva è un ottimo ibrido, molto tedesco da un lato e altrettanto american dall'altro, il voto è da considerarsi come un 8,5.

Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso.

9

A mio parere è il miglior german in circolazione. Molto tattico e profondo. Le specie mi sembrano equilibrate.
UInico neo sono le carte che magari non hanno tutte la stessa forza e qui entra in gioco il fattore fortuna. Magari sei fortunato e l'unica volta che sei il primo a pescare ti capita una bomba.
Bella l'ambientazione e carini i materiali. Mi hanno un po' deluso le schede razze che mi sono sembrate un po' troppo semplici.
Tutti i difetti da me sollevati non posono in ogni caso incidere sul voto finale ad un gioco per me superiore ai soliti german noti.
Assegno un bel 9 pieno.

8

Nessun commento

5

Nonostante le tante azioni possibili, non si fa altro che spostare o togliere cubetti, e, ogni tanto aggiungere qualche tessera.. un gioco di maggioranze troppo lungo e, per me, noioso. Anche il prezzo è troppo alto per ciò che offre. Non ci siamo per nulla..

8

Nessun commento

6

Giocone,ma non ė per me! Se al tavolo ci sono pensatori diventa il gioco più noioso del mondo! La mia prima partita ė durata 5 ore!una tragedia! Il fatto che ad ogni azione si stravolge tutto ,disorienta molto e sopratutto spinge i PENSATORi a perdere due ore per ogni azione!fidatevi il gioco ė bello ,ma sicuramente più di tre o quattro volte non lo tirerete fuori.destinato la prendere polvere!
Il voto oscilla da 4 a 10 dipende da cosa cercate!cercate un gioco con una fortissima interazione,bastardate ,ma con meccaniche alla tedesca,senza alea,con materiali stupendi,allora ė 10!cercate un gioco che scorre tranquillamente,da poter proporre a tanti amici,che permette di poter fare strategie a lungo termine e sopratutto che non duri un giorno intero,allora ė 4!

10

Gioco molto strategico, con una ottima commistione delle meccaniche di piazzamento e maggioranza.
Belli i materiali ad esclusione delle tabelle razza, che mi sembrano un po leggerine.

8

Bel gioco non di facile programmazione man mano che aumentano i giocatori. Belle le meccaniche e molto aderente l'ambientazione, specialmente nell'ultima edizione inglese (la prima italiana).

Ricco di materiali, è un 8.5

......"Il passato è passato. Quello che conta è il futuro, perchè è lì che dovremo vivere il resto della nostra vita." T.S.

K

9

Un gran giocone di una elevatissima profondità strategica. La pianificazione delle azioni e le moltissime strade che offre per raggiungere i domini sulle varie tessere e la vittoria finale è ciò che fa di questo gioco ,a mio parere, un piccolo capolavoro. Materiali ottimi a parte le plance dei giocatori. Non do 10 poichè per fare una partita fatta bene ci vogliono particolari condizioni.... tempo, e un gruppo di persone che conoscano il gioco, ( non da proporre a giocatori occasionali) .... pena passare la serata a spiegare regole e funzionamento anzichè giocare !

9

Ottimo titolo caratterizzato da una buona interazione tra i giocatori e una complessità strategica piuttosto
elevata.
Alcune carte sono forse un po' troppo potenti e cambiano in modo consistente gli assetti del gioco ma, al tempo stesso, aggiungono una certa variabilità che non guasta.

Unico problema è che bisogna mettersi il cuore in pace che ci vogliono almeno 3-4 ore (in 6) a terminare una partita ma, per quel che mi riguarda, sono sempre state ore piacevoli ;)

9

Nessun commento

Ia mayyitan ma qadirun yatabaqa sarmadi
Fa itha yaji ash-shutahath al-mautu qad
yantahi

CTHULHU FHTAGN

8

Nessun commento

9

Il gioco è tosto!!, difficilissimo fare strategie a lungo termine, bisogna stare con gli occhi aperti fino all'ultimo. Detto questo... ambientazione resa benissimo, forse neanche Charles Darwin avrebbe fatto di meglio!!! Equilibrato, emozionante, 3 ore sempre a toni alti, è vero le carte sono devastanti...ma non deve sempre prenderle l'altro giocatore!! All'attuale ho fatto solo 4 partite, e devo ancora digerirlo cmq un Must Have per gli amanti dei German di piazzamneto!! - [Autore del commento: Doc001K]

Gioco di tripla maggioranza che mi ha divertito moltissimo. E' prono alla PdA, scomodo il continuo ricalcolo della dominazione, kingmaking, questi sono i 3 difetti maggiori del gioco. Per il resto ci troviamo davanti ad un signor gioco di maggioranze, non si è mai fuori dai giochi visto che l'uso delle potentissime carte e della glaciazione possono cambiare le carte in tavola. Bello bello bello

"For Them, the only honorable death is one that leaves a crater"

8

Nessun commento.

8,8

 un po' lunghetto e a volte caotico, ma pure molto appagante.

sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=sava%2073&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

9

Lungo, gira bene da 4 in su ma è un giocone.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare