I migliori giochi da tavolo tematici del 2020

Quantic Foundry: avventuriero narratore

Ecco la nostra selezione dei migliori giochi da tavolo del 2020 per il profilo di giocatore “avventuriero narratore”.

Approfondimenti
Giochi

Per una descrizione più analitica e precisa dei vari profili, cliccate sull'articolo che abbiamo tradotto: Quantic Foundry – profili motivazionali dei giocatori

Avventuriero narratore, obiettivo principale:

  • immedesimazione: le meccaniche sono secondarie al tema, il piacere sta nel calarsi in un'ambientazione e goderne a pieno, vittoria e strategia sono secondarie.

Avventuriero narratore, obiettivi secondari:

  • estetica: materiali, disegni, grafica ed ergonomia sono tutti aspetti fondamentali, che consentono di apprezzare meglio l'esperienza di gioco.

Valutazione delle singole voci per gioco:  
basso*, medio**, alto***

Gloomhaven: Jaws of the Lion

Gloomhaven Jaws of the Lion
Lo spin-off di Gloomhaven che ha saputo conquistare il mercato retail con un prezzo basso e soluzioni ergonomiche. Ma al di là di questo, sotto rimane tutta la sostanza del gioco originale, con un gameplay profondo e complesso che appaga il giocatore esigente.
> recensione di Agzaroth

Immedesimazione **
Estetica **
Complessità ***

Tainted Grail

Tainted Grail
Un'avventura in un'Avalon alternativa, cupa e decadente. Uomini comuni, con le loro forze e debolezze, si faranno strada tra i misteri di un continente oscuro e pieni di misteri per portare la luce e la salvezza a una terra che sembra ormai condannata alla scomparsa e all'oblio.
> recensione di Rosengald
> recensione di Azy01

Immedesimazione ***
Estetica ***
Complessità ***

Pandemic Legacy Season 0

Prequel della serie che ha lanciato il sistema Legacy nell'olimpo dei giochi da tavolo. In questo caso non dovremo né curare la pandemia del capitolo 1, né portare aiuti alla dilaniata umanità post-apocalittica del capitolo 2, ma risalire all'origine dell'infezione, infiltrandoci come agenti segreti e compiendo missioni cercando di non essere scoperti.
> scheda gioco

Immedesimazione ***
Estetica **
Complessità *

Forgotten Waters 

È un gioco che implementa la meccanica crossroads, per cui quando è il turno di un giocatore, un altro legge segretamente una carta evento casuale che potrebbe attivarsi a seconda delle azioni di chi è di turno. I giocatori in questo caso impersonano pirati su una goletta, che tentano di raggiungere il proprio obiettivo personale e contemporaneamente quello comune, spesso in contrasto col primo.
Il mondo descritto è assurdo, pervaso di magia e incoraggia i giocatori ad esplorarlo e godere delle piccole storie che si vanno a creare. I cinque scenari e il libro degli incontri rendono le partite sempre uniche e diverse.
> Scheda gioco

Immedesimazione **
Estetica **
Complessità *

Etherfields

Etherfields
Etherfields
Un uomo si risveglia in un sogno e deve uscirne al più presto, evitando i pericoli mortali che vi si celano e scoprendo come mani è finito lì. Un'avventura tra enigma, esplorazione e combattimento, con un sacco di strani incontri, mondi che si sovrappongono tra loro, dimensioni oniriche e reali che si intrecciano così come i generi da cui è composta questa chimera di gioco.
> recensione di Ueki

Immedesimazione ***
Estetica ***
Complessità ***

Altar Quest

Altar Quest
Altar Quest
Un dungeon crawler che prende alcuni elementi classici e li integra ad altre innovazioni, per dare un ottimo prodotto per chi cerca qualcosa che sia al contempo classico e nuovo. Gli avventurieri scelgono la missione da compiere, il boss da affrontare e anche i suoi scagnozzi, dando così vita, ogni volta, ad una nuova avventura. La gestione dei personaggi è interessante e ha la giusta profondità, grazie a un mazzo di carte individuale per ciascuno.
> recensione di Agzaroth

Immedesimazione **
Estetica **
Complessità **

Dark Rituals

Ispirato direttamente da Conan, ne riprende la meccanica base, ovvero la gestione della fatica, per integrarci poi sopra altri elementi, come un maggior numero di poteri e abilità. Anche qui la formula è “tutti contro uno” e la squadra deve agire di concerto se vuole avere ragione del cattivo e delle sue orrende creature. L'ambientazione è un medioevo intriso si magia, simboli religiosi, superstizione e creature demoniache.

Immedesimazione **
Estetica ***
Complessità **

The Search for Planet X

Trovare il nono pianeta del sistema solare? Potete farlo con questo deduttivo, coadiuvato da un'app. Conoscendo solo alcune informazioni parziali, dovrete investigare il cosmo e osservare le mosse dei vostri avversari per sommare le loro conoscenze alle vostre ed infine arrivare per primi all'obiettivo. Una vera sorprersa che si presenta come la versione complessa e per gamer di Cryptid.
> recensione di infinitejest

Immedesimazione *
Estetica *
Complessità **

Commenti

Non mi aspettavo the search for planet x per un avventuriero mi pare che il ragionamento deduttivo sia predominante manca di effetto sorpresa... 

Mi aspettavo invece Alice is missing che è un gioco di ruolo anomalo con regole e tempi definiti. Escluso perché di ruolo? 

Dove si può spprofondire questo Dark Rituals?

Jaffar scrive:

Dove si può spprofondire questo Dark Rituals?

In giro c'è poco. Io ho avuto la fortuna di giocarlo in associazione 

Se non sbaglio Tainted Grail era presente anche nella classifica dei migliori tematici del 2019...

Jaffar scrive:

Dove si può spprofondire questo Dark Rituals?

Eh è il classico kickstarter senza poi tiratura retail, quindi ne leggi poco, perchè lo hanno in pochi. Il gioco è valido, ma è stato un po' bastonato all'inizio delle consegne perchè le regole non erano chiarissime e la casa produttrice siccome è piccola e lenta ci ha messo un sacco di tempo a fare uscire le regole updated. Con quelle però pare girare alla grande.

Mi spiace informarti comunque che lo hai mancato per un pelo, siccome avevano riaperto un paio di mesi fa un altro kickstarter per distribuire un numero limitato di fondi di magazzino. Campagna fatta attorno a maggio, con consegna stimata questo Luglio (durata lampo, tanto il gioco è già pronto!) io me lo sono procurato così, per esempio, mi arriva questo mese.
https://www.kickstarter.com/projects/1900818244/dark-rituals-malleus-mal...

In ultra sintesi immagina un mix tra un The Others e lo Stamina System del Conan della Monolith. E ho detto l'80% di quello che c'è da sapere.

emarob scrive:

Se non sbaglio Tainted Grail era presente anche nella classifica dei migliori tematici del 2019...

Forse si tratta del fatto che è l'edizione italiana? Ipotizzo.

Non è un'usanza che fa impazzire neanche me quella di considerare un gioco "di quest'anno" solo perchè lo han tradotto, mi ha fatto molto ridere il boom di Spirit Island dei mesi scorsi dove ne leggevi ovunque, e per me era preistoria, che lo gioco dal 2017, ma per una grande fetta di utenza se una cosa non ha la bandierina italiana sopra, non esiste fino a quel momento.

boskoz scrive:

 

emarob scrive:

 

Se non sbaglio Tainted Grail era presente anche nella classifica dei migliori tematici del 2019...

 

 

Forse si tratta del fatto che è l'edizione italiana? Ipotizzo.

Non è un'usanza che fa impazzire neanche me quella di considerare un gioco "di quest'anno" solo perchè lo han tradotto, mi ha fatto molto ridere il boom di Spirit Island dei mesi scorsi dove ne leggevi ovunque, e per me era preistoria, che lo gioco dal 2017, ma per una grande fetta di utenza se una cosa non ha la bandierina italiana sopra, non esiste fino a quel momento.

E' anche una questione di accesisibilità:
in alcuni gruppi la lingua è un aspetto triviale, in altri (probabilmente la maggioranza) è un blocco insormontabile.

Considera che se un gruppo di 4 persona ha al suo interno anche solo una persona che non conosce l'inglese, tenderà a scartare giochi non in lingua italiana.
Idem ovviamente per altre edizioni e altre lingue

Azy01 scrive:

 

boskoz scrive:

 

 

emarob scrive:

 

Se non sbaglio Tainted Grail era presente anche nella classifica dei migliori tematici del 2019...

 

 

Forse si tratta del fatto che è l'edizione italiana? Ipotizzo.

Non è un'usanza che fa impazzire neanche me quella di considerare un gioco "di quest'anno" solo perchè lo han tradotto, mi ha fatto molto ridere il boom di Spirit Island dei mesi scorsi dove ne leggevi ovunque, e per me era preistoria, che lo gioco dal 2017, ma per una grande fetta di utenza se una cosa non ha la bandierina italiana sopra, non esiste fino a quel momento.

 

 

E' anche una questione di accesisibilità:
in alcuni gruppi la lingua è un aspetto triviale, in altri (probabilmente la maggioranza) è un blocco insormontabile.

Considera che se un gruppo di 4 persona ha al suo interno anche solo una persona che non conosce l'inglese, tenderà a scartare giochi non in lingua italiana.
Idem ovviamente per altre edizioni e altre lingue

Si beh ma i motivi li comprendo, non è neanche che sia difficile XD 

Ma accademicamente parlando resta UN GIOCO DEL 2017, se è stato fatto nel 2017, solo quello dicevo.

 

Dark Rituals hanno da poco rifatto il ks per vendere le copie rimaste in magazzino, io ne ho subito approfittato. Forse dovrebbe essere possibile fare il late 

@Agzaroth, forse non hai visto la mia domanda, Alice is missing è stato escluso perché gioco di ruolo? In fondo la strategia è quasi impossibile e l'immedesimazione è al top. Ha delle tempistiche chiare e delle regole definite. Non è troppo libero. In fondo gli american prendono molto dal gioco di ruolo. Un argomento che mi piacerebbe che la tana trattasse è la differenza tra gioco di ruolo e american. Sarebbe molto interessante. Grazie 

Sì,  i giochi di ruolo sono esclusi 

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare