Rank
7

Caylus

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 8,73 su 10 - Basato su 669 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2005 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 150 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games
Meccaniche:
Worker Placement

Recensioni su Caylus Indice ↑

Articoli che parlano di Caylus Indice ↑

  • TG Goblin - Ep.1: La Top 10
    Notizie
    | 14 commenti
    On line su YouTube la prima puntata di TG Goblin: notizie dal sito de La Tana dei Goblin e dalle nostre affiliate e approfondimenti sui migliori giochi in scatola di sempre con la top 10 dei giochi da tavolo più belli.
    Autore:
    IGiullari
  • Immagine raffigurante ingranaggi per descrivere i giochi gestionali
    Approfondimenti
    | 17 commenti
    Cosa sono i giochi da tavolo gestionali? Quali sono i giochi in scatola gestionali? Ecco le principali tipologie di giochi ed i titoli più rappresentativi, cioè quelli che possono essere considerati i giochi gestionali da provare.
    Autore:
    Agzaroth
  • Sulle tracce di Marco Polo
    Approfondimenti
    | 11 commenti
    Proviamo a capire quali sono i giochi da tavolo più belli. Data l’impossibilità di una risposta oggettiva, il tema si presenta come uno spunto per una salutare sbirciata ai piani alti delle classifiche dei giochi da tavolo italiane e...
    Autore:
    Signor_Darcy
  • Mostra e Dimostra, prima serata dimostrativa sui giochi da tavolo al Dal Tenda Roma Appia
    Ho giocato a...
    | 4 commenti
    Primo appuntamento per Mostra e dimostra, serate dimostrative di giochi da tavolo organizzate presso il Dal Tenda Roma Appia: Scythe e Caylus fanno da apripista, ma c'è spazio anche per un party game come For Sale per scaldare l'atmosfera.
    Autore:
    FeDeSpa
  • Definizione dei concetti che caratterizzano i giochi
    Approfondimenti
    | 1 commento
    Concetti Caratterizzanti #3 di 3: vediamo alcuni elementi che i game designer sono soliti usare come punto di partenza per sviluppare i concetti caratterizzanti dei propri giochi da tavolo.
    Autore:
    Agzaroth
  • Il Fanta-Magnifico 2006: un gioco per nostalgici
    Articoli
    | 1 commento
    Cosa sarebbe accaduto se il premio “GOBLIN MAGNIFICO” fosse stato inventato 10 anni fa? Quali titoli avrebbero meritato il prestigioso riconoscimento?
    Autore:
    umbi72
  • Copertina di Caylus
    Guide Strategiche
    Guida strategica per Caylus secondo un utente di BoardGameGeek: non andare in rovina, pianificare, ottenere subito favori, costruire edifici (e vedremo quali conviene costruire).. Ecco qualche suggerimento per vincere a questo gioco da...
    Autore:
    Baggins
  • I Titoli dell'Italian Masters del decennale
    Notizie
    | 22 commenti
    Salve a tutti, il momento è arrivato. Nella prossima edizione degli Italian Masters 2015 festeggeremo i 10 anni della manifestazione in primis con un periodo "allungato", ovvero 1-3 maggio, e poi rendendo omaggio a quei titoli che ci hanno...
    Autore:
    Lobo

Eventi riguardanti Caylus Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Caylus Indice ↑

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Caylus sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Cerco classici Cerco Consegna a mano, Spedizione Ulrich_III 07/04/2017

Video riguardanti Caylus Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Caylus: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
21829
Voti su BGG:
21740
Posizione in classifica BGG:
38
Media voti su BGG:
7,86
Media bayesiana voti su BGG:
7,73

Voti e commenti per Caylus

Ritratto di SdP
0

Il gioco e' molto coinvolgente e bilanciato.
Non vedo l'ora di giocarlo nuovamente!

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

9

Spettacolo...molto profondo..mille possibilità di gioco e grafica buona..l'unica pecca sono i soldi non all'altezza del resto.Ogni volta che si gioca la diversa composizione della città può generare scenari e combinazioni differenti ed interessanti.

« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)

9

Veramente un bel gioco ben bilanciato, anche se è comunque un gestionale. Il miglior pregio è la versatilità.
Giocato: moltissimo
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 3
Divertimento: 4
Originalità: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Uno dei migliori gestionali di sempre.
Strategico e vario. Ogni partita è diversa dall'altra dato che basta cambiare l'ordine degli edifici messi in gioco per cambiare tutto.
Si possono seguire numerose strategie, ma soprattutto le strategie sono a lungo termine, e questo mi piace molto.
Infine le strategie dipendono anche dal numero di giocatori, anche questo è un aspetto che fornisce variabilità al gioco.

The Eagle Goblin

9

Questo gioco mi è piaciuto veramente tanto. Belli i componenti e la grafica (tranne le monetine di plastica orrende). Finalmente una novità che mi sorprende in quanto ad originalità (geniale il Balivo e il Prevosto) e semplicità. Meriterebbe lo Spiel des Jahr come lo meritò Tikal, gioco che reputo simile in quanto a strategia e semplicità. Secondo me superiore a Puerto Rico.

9

Gran gioco, unico deterrente la complessità.... Aggiungo che secondo me va idealmente giocato in 3-4, mentre in 5 lo trovo un po' + brutto... La chiave del gioco è vedere con chiarezza dopo la prima valutazione chi è avanti. Altrimenti è tardi, anzi, tardissimo, il gioco ha un'inerzia mostruosa. Magari vale anche la pena di astare il turno di gioco all'inizio per renderlo totalmente indipendente dal caso.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

8

Nessun commento

8

Bello bello. Gran gioco e gran grafica. Premia veramente il giocatore più bravo e non quello fortunato.A lungo andare però le strategie sembrano essere poche, ed alcune assolutamente svantaggiose...(vedi le locande per la rendita)Quindi ho deciso di abbassare il mio voto.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

10

Nessun commento

Corvaccio

8

Fattore alea assente, multistrategico, un vero gioco alla tedesca che entra di diritto nell'elenco dei migliori di sempre.
Purtroppo risulta un po' freddo è poco divertente da rigiocare.
Voto 8.5 arrotondato a 8.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

9

Nessun commento

7

Il gusto personale direbbe anche meno di 7 (è un gioco a cui non rigiocherò molto, con troppe opzioni e freddino), ma ammetto che funziona bene.

9

Nessun commento

8

Bel gioco, plancia e tessere sono praticamente autoesplicative, una volte capito come interpretarle
Però lascia come un "retrogusto" di già visto.

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

9

Bel gioco, profondo, con molte opzioni e senza dadi o carte che lo rendono casuale. Destinato a diventare un classico come Puerto Rico.
Alcuni pezzi potrebbero essere di qualità migliore.

9

Questo titolo ha "scalato le classifiche ludiche" in brevissimo tempo, giungendo alle spalle del mostro sacro "Puerto Rico", detentore del primo posto da "tempi ormai dimenticati". La domanda a questo punto è: "Si tratta di successo meritato ?" Per quello che mi riguarda la risposta è sì. Superato il disorientamento iniziale, derivato dalla moltitudine di opzioni a propri disposizione, si entra in contatto con il gioco. Lentamente si acquisisce confidenza con i diversi tipi di edifici e si imparano a conoscere i "proventi" dei propri lavoratori. Tuttavia le prime partite, saranno ben lungi dal fornire risposte sul quale sia la strategia vincente. Si dovranno costruire "molti castelli" per riuscire a controllare tutte le variabili. Non è forse un titolo per giocatori alle prime armi (a meno che non si voglia partire con qualcosa di impegnativo), ma è assolutamente consigliato agli amanti del genere !
P.S. Ho dovuto leggere il regolamento almeno tre volte per riuscire a spiegarlo nel migliore dei modi e una volta iniziato "leggevo lo sgomento" negli occhi degli altri, che si chiedevano come avrebbero fatto a ricordarsi tutto. Sono bastati un paio di giri e la "luce" aveva già spento molte "ombre".

8

E' un ottimo gioco gestionale, con una buona componentistica (escludendo i gettoni che rappresentano il denaro, buoni solo per giocare al gioco della pulce).
La nota distintiva di questo gioco è senz'altro la possibilità di improntare una molteplicità di strategie, anche se forse quella della costruzione del castello paga più delle altre. Trovo molto positivo soprattutto il non dover compiere un numero restrittivo di azioni in un turno e le svariate possibilità messe a portata di mano dei giocatori per riequilibrare le disparità e per tentare una riprendere chi sta vincendo.

Molti uomini sono destinati a ragionare male, altri a non ragionare affatto e altri ancora a perseguitare coloro che ragionano. (Voltaire)

8

Tante pedine, da memorizzare come condizione necessaria per poter giocare con speranze di vittoria. Il gioco appare abbastanza vario e solido.

10

Bellissimo gioco gestionale, alla pari di un Puerto Rico, ma le preferenze per l'uno o l'altro sono soggettive. Una meccanica tutto sommato semplice e lineare, di facile acquisizione, ma con una miriade di scelte diverse dove vincere significa scegliere meglio, tra quello che rimane da fare. Ogni partita è sempre nuova, soprattutto se gli altri giocatori danno filo da torcere. La prima edizione era corredata da orribili monetine, difetto risolto con la 2 edizione. Regolamento chiaro con vari esempi, che non lascia dubbi.
LONGEVITA' : 2 --> tante sono le strategie, difficile stancarsi
REGOLAMENTO : 2 --> semplice e chiaro, di facile acquisizione
DIVERTIMENTO: 2 --> per chi ama i giochi di un certo spessore
MATERIALI : 2 --> c'è tutto ciò che serve, forse una versione deluxe potrbbe migliorarne la grafica, ma non influisce sul gioco
ORIGINALITA' : 2 --> meccanica di nuova concezione

Fortunato colui che ha potuto conoscere le cause delle cose. (Virgilio, Georgiche, lI, 489).

9

dopo la prima partita sono rimasto impressionato. Incredibili varietà di scelte fattibili e tattica da adattare al comportamento degli altri giocatori. Un po' complesso ma un titolone. Mi riservo modifiche alla valutazione dopo un discreto numero di partite.

commento basato su una sola partita ( persa nettamente)

9

Nessun commento

Bye
Joseph.

10

Nessun commento

8

Caylus si è rivelato un ottimo titolo, pompato dall'entusiasmo e dalla ventata fresca al panorama statico del german-style.
Il successo è legato alle numerose variabili che offre, la capacità necessaria di gestirle al meglio stimolerà i giocatori da sempre affossati a piantar caffè e spostare coloni.
In Caylus si può vincere in svariati modi e quando meno te l'aspetti può spuntare dietro l'angolo lo spiraglio per rientrare in partita, segno di una rigiocabilità alta. Occorre buttare un minimo di basi nella strategia per gestire al meglio il denaro, investire per partire primi o per evitare le penalità della mancata costruzione del castello, costruire un buon edificio dove i giocatori saranno costretti a pagarvi della fama per usarli o godere dei favori reali sono parte dei molteplici aspetti che Caylus offre. Il saper cavalcare al momento opportuno le situazioni di gioco che si verranno a creare come sempre sarà fondamentale ma state certi: una mossa sbagliata non vi lascerà in panne e ritornare in carreggiata rimane possibile (a meno di non aver giocato da cani per svariati turni).
Per la prima volta si ha l'impressione che il grimorio con la ricetta magica delle sequenze copia/incolla migliori da fare non esiste, al contrario dei soliti di tradizione tedesca, sempre limitati e soffocati nella meccanica. E casomai spuntasse non sarà di definitiva applicazione grazie alla possibilità che hanno i giocatori di ostacolarsi piazzando i loro lavoratori o spostando l'accoppiata balivo/prevosto per rallentare o chiudere il gioco, l'aspetto più riuscito e interessante del gioco.
Un lato non proprio riuscito è la scalabilità sul numero di giocatori, in due ve lo sconsiglio proprio (bassa interazione) meglio una mazzata sulle palle.
Gli volevo dare 1 per le monetine più squallide mai viste ma occorre dare un calcio al mero senso estetico, mitigato da un tabellone semplice e funzonale, da pezzi tutto sommato discreti e dalla qualità: lungo il giusto, non complicato ma che si lascia gustare con il passare delle partite.

10

Splendido! Un vero capolavoro! Concordo con chi lo definisce il nuovo Puertorico. Strategico, senza alcuna dose di fortuna e interattivo al massimo, i ragionamenti si devono fare, ma non stressa chi ci gioca. Insieme a PuertoRico, Age of Steam e Funkenschlag il mio preferito.

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

10

A parte l'iniziale completo disorientamento per la difficoltà apparente del regolamento e l'incredibile numero di diversi edifici poi si scopre un gioco davvero originale, indipendente dalla fortuna e tutto sommato veloce per la categoria a cui appartiene.Mi è piaciuto molto di più come meccaniche rispetto a Puerto Rico anche perchè l'esito della partita è meno influenzato da quello che fanno gli altri e rispecchia dunque + fedelmente se si è giocato bene o male.

7

Nessun commento

9

Dopo 5 partite mi sento di dire anche io la mia su questo gioco. Innanzitutto premetto che amo i Wargames e che non mi gusta l'ambientazione (non perchè non sia resa bene dal gioco, ma perchè io preferisco altre ambientazioni....) quindi il 10 non lo metto! Ho detto che non lo meeeettoooo!!. Per il resto un giocone!! Tante scelte da fare (a volte troppe...), tattica e strategia ai massimi livelli, tutte dipendenti dalle scelte dei giocatori. Inoltre penso che sia leggermente superiore a Puerto Rico, visto che la disposizione sul tavolo non è decisiva. Inoltre è meno evidente il peso dei punti immediati (vedi Capitano in PR e Castello in CY), rispetto a quelli strategici (derivati dalla combinazione di Edifici....). Altro vantaggio (secondo me) rispetto a PR è che qui è molto più facile ostacolare l'avversario in testa, basta sprecare un lavoratore al posto giusto, mentre in PR per ostacolare non devi prendere uno dei ruoli che serve al tuo avversario, ma così facendo rallenti anche la tua strategia, inoltre deve essere fatto in tandem con altri giocatori.... Però penso che qualcuno può sostenere la tesi opposta, e cioè che se in PR nessuno può dare fastidio alla tua strategia che appunto la senti personale e vincente, qui può sempre capitare che il tuo edificio venga sfruttato da un altro sul più bello (e la tua personale strategia a put...e!), E' allora per evitare in parte questo, io propongo di dare 2 PV al proprietario dell'edificio dove viene piazzato un lavoratore avversario. Comunque in definitiva Caylus batte PR. Se poi vogliamo trovare un difetto a Caylus (il classico pelo nell'uovo) eccolo: i Favori Reali che danno PV. Una volta arrivato a 5 ogni turno si possono fare 5 PV sul campo del torneo (pagando in tutto 1 lavoratore, 1 stoffa e 1 moneta), troppo poco rispetto a quello che si deve fare ad esempio per guadagnare 6PV sul sarto (2 lavoratori se non 3 di cui 1 sul mercato e/o negozio) o per 5PV sulla Chiesa (1 lav. + 4 monete) , o tramite oro (ho giocato sempre senza Gioielliere) che è forse il modo più difficile di tutti. Per fare 6PV come il sarto devo spendere in banca 10 monete e 1 lav.....oppure 2 lav se uso la miniera e 5 monete. Questo tenendo in considerazione che il rischio sale tantissimo nelle combinazioni dove sono richiesti più lavoratori.... Tutto questo per dire che nei concitati turni finali per fare PV, il campo da torneo mi sembra un poco avvantaggiato... In definitiva un gran gioco anzi già un classico che consiglio vivamente a tutti.

L'importante non è vincere ma sapere quello che sta facendo il tuo nemico!

9

Decisamente un ottimo titolo e ringrazio di cuore Zuli che me lo ha regalato!
Forse unica nota il fatto che una partita dura molto, soprattutto se si gioca in 5 (e tutti pensano!).

Quando Chuck Norris vince una mano a poker, l'appende grondante sangue al retrovisore del suo pick-up.

Se perdere insegna a vivere, Pier è un maestro di vita.

10

E' sicuramente il gioco più completo e strategico che mi sia capitato di giocare... Ringrazio ancora Andrea per avermi consigliato di comprarlo!

9

Molto bello,sopratutto originale l'ambinetazione.
Buoni i materiali,anche s e a me mancavano tre segnalini blu.
Direi che con puetro rico sono i top!

8

le monete lasciano a desiderare...per il resto e un gran bel gioco..ma due ore non vi bastano x una partita..se si ha tempo..e da provare...!

8

Nessun commento

9

Ottimo gioco estremamnete bello e variabile. Il suo scopo dichiarato è di divantare il nuovo strategioco /gestionale per eccellenza, e sotto questo punto di vista, ha alucne piccole particolarità iniziali (quasi delle pecche che a mio parere credevo potessero sbilanciare il gioco. In particolare mentre inizialmente trovavo che il primo sentiero dei PV fosse sbilanciato, mi sono dovuto dopo un pò di partite ricredere.

Il gioco è molto ben strutturato e le varie possibiltà lo rendono veramente unico nel suo genere Anche se alla fine la strategia vincente rimane sempre quella, però i modi per ottenere questo risultato sono molteplic. Ci sono alcuni edifici "chiave" che se costruiti in serie sono MOLTO forti, ds'altra parte il ruolo di questi edifici è noto a tutti e non significa che costruirli ti dia automaticamente la vittoria

Un gioco stupendo che merita assolutamente nel suo genere

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

10

Eccezionale. Per me (e per il mio gruppo di gioco) e' gia' diventato un classico. Con il vantaggio di non spaventare per lunghezza e/o complessita' come potrebbero Adv. Civilization, Titan, Diplomacy e altri mostri sacri.

9

gioco molto bello...innanzi tutto ottima l'idea del turno prenotato, uno può decidere se sacrificare qualche casella per investire sul turno successivo!tantissima interazione fra le persone in quanto si fucilerebbe l'avversario quando ti frega la casella o va come primo al castello e si becca il favore reale!c'è una buona possibilità di rimonta e bisogna stare molto attenti a equilibrare soldi,materiale e sfruttare al meglio i favori reali.
unico difetto direi il cancello, usato poco e sinceramente lo trovo poco utile.

10

Stupendo e infinitamente longevo!

9

Voto dopo 5 partite con riserbo di cambiarlo.
Indubbiamente un gran titolo di grande spessore. Ottime le meccaniche che permettono una pianificazione buona e ampi margini di scelta.
L'unico difetto che ho realizzato è la troppa centralità della colonna di costruzione nei favori. Se si gioca con giocatori con un minimo di esperienza mi sembra che questa colonna diventi centrale (e purtroppo obbligata). Per il resto spaesa un pò l'incredibile varietà di possibilità.
Attualmente lo valuto leggermente sotto a Puerto Rico, che mi sembra più elegante e pulito come meccaniche.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

9

Veramente bello, molto bilanciato e strategico. Meglio di Puerto Rico

10

Grandissimo gioco. Ho avuto modo di giocarlo più di una quindicina di volte tra partite dal vivo e su BSW. Non c'è verso di avere una partita uguale alle altre. La fortuna tende a zero, più che altro favorendo chi si trova a giocare per primo nei primissimi turni, e a ben poco servono i dinari compensativi per gli ultimi che si trovano a non sapere come spenderli. Basta dire che, raccogliendo un tessuto o una pietra, ci si può presentare al castello al primo turno certi di prendere un favore senza possibilità per gli avversari, ma ben difficilmente entrambi gli edifici rosa (quello che dà il tessuto e quello che dà la pietra) saranno abbastanza distanti dal prevosto...

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

9

Gran bel gioco, per niente noioso, che impegna una serata i giocatori, e che diverte nel vedere la propria quantità di punti crescere più o meno velocemente a seconda delle scelte che facciamo ad ogni turno.

Fortuna quasi assente.
Interazione con gli altri giocatori piuttosto alta perchè OGNI loro mossa influenza direttamente le nostre scelte.
Tante possibilità di tattiche e strategie diverse a seconda di come evolve la situazione nel gioco.
Funziona benissimo e in modo sorprendentemente diverso con 2,3,4,5 giocatori.
Il voto se lo merita tutto.

-- Andrea "Sortilege"
“Playing melts barriers”
Gioco del momento in coppia: Lost Cities, Cesare e Cleopatra
Gioco più richiesto dai miei bimbi, ORA: X-BUGS, Lego (astronavi),
Gioco dell'anno in famiglia

9

Nessun commento

9

gioco veramente bello, valido e non ti stanca mai, naturalmente, tra i miei amici ci sono anche quelli che non lo apprezzano minimamente, ma penso che sia il bello di questo gioco, o lo ami o lo disprezzi.
cmq per me rimane per il momento il gioco a cui ci gioco + spesso.

10

Grandissimo gioco! All'inizio si è spaesati dal gran numero di opzioni possibili, ma passa subito. E' necessaria una buona programmazione a medio-lungo termine, altrimenti non si va lontano. Ottimo da 3 a 5 giocatori, partite sempre diverse per via delle 6 tessere iniziali sempre diverse e delle diverse tessere costruite che cambiano in maniera radicale le partite. Unico difetto, come detto da tutti, le tremende monete, ora cambiate nella seconda edizione. Che dire... se non l'avete ancora comprato, compratelo!

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

10

WOW !!! non vedi l'ora di giocarci , quasi il gioco perfetto nel suo genere , giochi tu non la fortuna.
Da avere !

9

Nessun commento

9

Tra i migliori giochi a cui abbia giocato. Per alcune meccaniche mi ricorda Puerto Rico.
Decisamente da avere nella propria ludoteca personale.

8

Nessun commento

Tolle

7

Iniziatore della dinastia dei giochi di "piazzamento lavoratori", è stato superato da alcuni discendenti (Le Havre in primis). Eccessivamente stratificato, si presta alla stereotipizzazione del gioco.

10

grande gioco uno dei migliori da me giocati insime a puerto rico

tino

9

Nessun commento

10

Una volta credevo che il miglior gioco da tavolo esistente fosse Puerto Rico (il mio unico altro 10).
Poi ho acquistato e giocato Caylus...
E' incredibile!
Non dipende in alcun modo dalla fortuna. Il gioco prevede un sistema di bilanciamento che definire geniale è volerlo sminuire. Bello, bello e ancora bello.

9

Ben congeniato, appagante, tattico, vario. Difficile trovare un difetto in uno dei migliori board-game usciti negli ultimi anni. Un'alchimia di meccaniche originali e altrettante già viste che dà vita ad un gioco imperdibile. Personalmente lo consiglio da giocare in 4, così da godere di un buon bilanciamento. Da avere, imprescindibile.

--
Stef - Stefano Castelli

3

impossibile tener conto di tutte le possibilita' di tutti i giocatori , ci si sbaglia spesso , hanno cambiato edizione quasi subito...

9

Eccellente. Buon feeling. Gira che è una meraviglia....

3

complicatissimo e troppo simile ad altri.

10

Un Capolavoro dell'arte ludica!

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

7

Bel gioco secondo me sopravvalutato,
soffre di multiplayer chaos in 4 giocatori: in poche parole gli avversari ti soffieranno le azioni senza che tu possa esercitare alcun controllo. Indipendentemente dal numero di giocatori si è troppo presi a calcolare la mossa migliore, sbagliando "spesso", che provare a immaginarsi cosa vogliano fare gli avversari può richiedere delle giornate :) L'informazione perfetta quì rende troppo analitico il gioco.
Oltre a questa critica il gioco cmq diverte, daresti via il tuo braccio destro per mettere giù due lavoratori, se solo non lo avessi già dato via una volta per una azione bonus a Tigris :)
Consigliato, ma non osannato

6

Carino e divertente

Non sono i popoli ad dover aver paura dei governi, ma i governi a dove aver paura dei popoli...

9

Bello, bello, bello! Uno dei migliori giochi che mi siano capitati. Assolutamente uno della Top List che siede tranquillamente al fianco di mostri sacri come Puerto Rico.

10

Ecco il mio primo 10!
Caylus se lo merita tutto. Bello sia graficamente che meccanicamente. La fortuna va in vacanza e la strategia fa gli straordinari. Imparare le regole di questo gioco non è difficilissimo ma gestire e padroneggiare la partita è tutt' altro che semplice.
Le partite non sono mai una uguale all' altra e la sensazione di poter recuperare punti anche se si è ultimi o essere rimontati anche se si è primi e sempre presente.
Completamente indipendente dalla lingua e giocabilissimo sia in 2 che in 5, il che non è da poco.
Su BSW gioco spesso e devo dire che ho trovato "personaggi" veramente forti che mi hanno fatto capire come un gioco, giocato ad alti livelli, possa cambiare faccia. Questo per dire che Caylus si apprezza sia all' inizio che dopo tante partite dove lo scoprire nuove strategie ci porta rigiocare il titolo un' infinità di volte.
Consigliatissimo a tutti! Non potete non averlo!

9

La prima impressione è stata di un gioco complicato, in realtà dopo il primo turno il meccanismo risulta semplice e scorrevole.
Un gioco molto tecnico e divertente.
I materiali sono di buona qualità.
Da avere.

8

Nessun commento

8

Appena preso...sto giocandoci da solo per smaliziarmi con le regole e per spiegarlo tutto d'un fiato e senza tentennamenti al mio gruppo....non è complesso...bisogna entrare nel meccanismo....ma poi dentro ci si diverte a combattere per il favore del re ;)

...ha lo 0,0000000001 possibilità di attivarsi...per questo noi lo chiamiamo " sistema 09 "

8

Nessun commento

9

Uno tra i totoli che preferisco, sufficentemente complesso ed impegnativo, se giocato con persone esperte, è bello anche perchè il gioco non ha dipendenze dalla lingua, per chi come me è una capra in inglese è un dettiglio apprezzabile. Odio tutte quelle carte con testi e descrizioni!!!!

9

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

9

Un giocone che eccelle in strategia, difficilmente un novizio potrà vincere la prima prima partita contro giocatori esperti.
Ottimi i materiali (con i soldi della seconda edizione) e bella l'ambientazione.

Da avere.

7

Gioco ripetitivo, brutti i materiali e troppo complicato: ci si sbaglia spesso durante la partita ed è impossibile tener conto di tutte le possibilità di tutti i giocatori.

6

per giocatori: un po' troppe cose da tenere a mente, mi piace l' ambientazione

10

posso capire che un gioco possa non piacere per tanti motivi ma come si fa a dare 3 a caylus??? Certa gente è meglio se continua a giocare al gioco dell'oca invece di scrivere commenti fasulli

10

Tanto bello quanto cervellotico, con in più la possibilità di mettere veramente i bastoni tra le ruote ai tuoi avversari spostando il balivio. Meglio di Puerto Rico? SI, di poco ma indubbiamente si.

10

Veramente un bellissimo gioco!!! Componentistica eccellente (parlo della nuova edizione MF) fatta alla tedesca e corredata anche di tutte le bustine per tenere i pezzi! Gioco molto profondo e strategico ma con regole semplici e chiare! Si impara a giocare in 10 minuti e la fortuna è completamente assente! Dura poco (max 2 ore), è divertente e intelligente, cosa chiedere di più?
Immancabile in una ludoteca che si rispetti!!!

10

Il miglior gestionale mai creato: regolamento chiaro e riportato con i simboli sul tabellone, componenti gradevoli (a parte quelle monete..), diverse strategie tutte ben bilanciate.. decisamente ben fatto.
Forse un pochino freddo, ma non è un vero difetto per un gioco di questo genere.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

9

Nessun commento

Dagon

Fu in quel Momento, credo, che caddi in preda alla follia
H.P. Lovercraft, Dagon

9

Nessun commento

Il nostro futuro dipende dai nostri figli, curare la loro educazione è curare la società futura. Il gioco fa parte dell' educazione del bambino e lo forma, quindi cambiando il tipo di giochi che creiamo e diamo ai nostri figli pilotiamo la loro crescita i

9

Nessun commento

Come lo scoglio infrango, come l'onda travolgo.San Marco! Reggimento Lagunari

10

Bellissimo e strategico all' inverosimile.Uno dei più bei giochi a cui abbia mai giocato.Inltre quel pizzico di "bastardaggine" (vedi prevosto" lo rende ancor più intrigante e pepato.Va giocato più volte per rendersi conto che le variabili in gioco lo rendono diverso ad ogni partita.

N.ro di partite : Moltissime (più di 20).

Ebbene,dopo un bel pò di altre partite,mi vedo "costretto" a ritoccare verso l'alto il voto,ed ad assegnargli il mio secondo "10"!!! Il gioco è realmente fantastico,non smette mai di stupire,la varietà delle strategie attuabili è a dir poco sconcertante,le partite non sono mai e poi mai ripetitive,un giocatore lungimirante e concentrato non è mai fuori dal gioco e dalla vittoria finale...EPICO...

N.ro Partite : Sufficiente (Tra 5 e 10).

Non vergognarti di dimostrare la tua ignoranza,ma vergognati di insistere in una sciocca discussione che la rivela. Jocelyn Eliz

9

Indubbiamente uno dei migliori titoli degli ultimi anni.
Regolamento inizialmente difficile da digerire, ma una volta entrati nel meccanismo la partita scorre con fludita' e chiarezza. Le variabili in gioco sono tantissime e, per questo, e' davvero difficile da gestire e giocare al meglio. Impegnativo, molto impegnativo. Strategia e possibilita' di pianificazione ai massimi livelli. Fortuna ridotta pressoche' a zero.

Difetti:
- Orribili le monete della prima edizione (problema risolto con la seconda)
- Non adatto a giocatori occasionali

9

Ottimo gestionale. Tante strategie, un po' di cattiveria, molti modi per fare punti. Dopo un primo momento di perplessità per le regole che sembrano complesse, ma non lo sono, il gioco è facile da imparare nelle meccaniche, un po' meno nelle strategie.
Pianificare bene le proprie mosse è determinante, dando anche un occhio agli avversari cercando di ostacolarli quando serve.

10

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

8

Nessun commento

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare