Giochi da Tavolo per 3 giocatori

In quanti siete? Da dove venite? Che cosa portate? Vi trovate spesso in tre? Ecco una selezione di giochi da tavolo che scalano perfettamente in tre giocatori, dai più semplici ai più complessi, per organizzare una sfida ludica e avere sempre l'idea giusta.

Approfondimenti
Giochi

Giocare in tre: spesso è visto come la peste bubbonica. Non si sa bene perché, ma pare che il tre sia il numero meno apprezzato dai giocatori, per sedersi ad un tavolo. Pare che due si debbano sempre coalizzare contro il terzo che prende botte e non si diverte. In realtà spesso la cosa non è così scontata e le situazioni sono più fluide. Ci sono giochi da tavolo che si adattano perfettamente ai tre giocatori e altri addirittura pensati specificatamente per questo numero. Scopriamone alcuni, come sempre organizzati in fasce di difficoltà.

Filler e family game che scalano bene in tre giocatori

Copertina del gioco da tavolo Biblios
Biblios

Biblios

  • giocatori: 2-4
  • durata: 30 minuti

Strategia, bluff e un po' di fortuna: questo è quello che serve per giocare a Biblios. Sarai in competizione con gli altri monaci per ammassare la più grande collezione di libri del medioevo. Lo scopo è accumulare punti vittoria in cinque categorie: luci, manoscritti, scribi, pergamene e rifornimenti. Ogni categoria viene incrementata acquistando le relative carte, ma, pur partendo da tre punti di valore a categoria ad inizio partita, questo può cambiare nel corso del gioco, aumentando o diminuendo e mutando così le sorti della gara.

Carcassonne copertina
Carcassonne

Carcassonne

  • giocatori: 2-5
  • durata: 30-45 minuti

Altro gioco da tavolo classico per tutta la famiglia: in Carcassone si estraggono tessere da un sacchetto e si piazzano sul tavolo a costruire il proprio piccolo regno bucolico, cercando al contempo di ostacolare gli altri. Un piazzamento tessere rapido e semplice, alla portata di tutti, ma con un pizzico di sana cattiveria, ottimo anche quando ci si trova a giocare in tre.

splendor copertina
Splendor

Splendor

  • giocatori: 2-4
  • durata: 30 minuti

Se state cercando una sfida in famiglia per tre giocatori, provate a diventare i migliori mercanti di gioielli con il gioco da tavolo Splendor. I materiali lussuosi come le pesanti fiches e le splendide illustrazioni fanno da cornice a un gioco astratto in cui dovrete essere rapidi ed oculati nel comprare carte gioiello sempre più forti e preziose, dando vita alle combinazioni vincenti che vi vedranno trionfare. A ogni turno potete accumulare gioielli oppure spenderli per comprare carte. Ogni carta comprata vi darà punti vittorie e/o bonus per comprare altre carte. Chi individuerà la strada migliore, più veloce e redditizia, vincerà la partita.

takenoko copertina
Takenoko

Takenoko

  • giocatori: 2-4
  • durata: 45 minuti

In Takenoko i giocatori coltiveranno esagoni di terreno, li irrigheranno con canali e faranno crescere tre diverse specie di bambù, con l'aiuto del giardiniere imperiale. Dovranno anche arginare l'incontenibile fame del simpatico panda, che cercherà di mangiare tutto il bambù possibile. Chi riuscirà a far crescere meglio il proprio giardino, soddisfacendo al contempo anche la famelica bestiola, vincerà la partita.

Con degli ottimi materiali e facile da spiegare, Takenoko vi permetterà di intavolare un divertente gioco in scatola, che non può essere definito per questo banale. Scala benissimo in tre giocatori.

Pesi medi per Casual Gamers: quali sono i giochi da tavolo da giocare in tre

Dominion copertina
Dominion

Dominion

  • giocatori: 2-4
  • durata: 30-45 minuti

Dominion è un bell'esempio di gioco da tavolo basato sul deck-building che funziona bene anche in tre giocatori, in cui ciascuno costruisce la propria mano di carte partendo da dieci mazzetti comuni posti a centro tavolo. Lo scopo è quello di costruire un motore per fare più azioni possibili, con cui prendere carte denaro ed infine pagare carte punti vittoria. Correre troppo presto per prendere queste ultime potrebbe però ingolfare la propria mano, dato che non hanno alcuna utilità durante la partita. Dominion è un gioco semplice ma profondo, con un'enorme variabilità e rigiocabilità, date dai molti mazzetti presenti già nella scatola base e dalle numerose combinazioni di gioco possibili. Inoltre ci sono innumerevoli espansioni per chi non si accontenta.

glory to rome copertina
Glory To Rome

Glory to Rome

  • giocatori: 2-5
  • durata: 60 minuti

I giocatori si alternano acquisendo carte da una riserva comune, per costruire edifici sui siti dell'antica Roma. Ci sono diverse condizioni di vittoria e le carte sono multifunzione, potendo essere usate con differenti scopi e ponendo sempre scelte difficili ed interessanti ai giocatori. Inoltre, giocata una carta, gli altri al tavolo possono decidere di beneficiare dell'azione innescata dal giocatore di turno, pagando un prezzo. Un gioco da tavolo vario e profondo, realizzato con solo una manciata di carte, che vale la pena provare anche in tre giocatori.

Lords of Waterdeep copertina
Lords of Waterdeep

Lords of Waterdeep

  • giocatori: 2-5
  • durata: 60-120 minuti

In Lords of Waterdeep i giocatori interpretano il ruolo di uno dei signori di Waterdeep. Attraverso il piazzamento dei vostri agenti, assumerete avventurieri di ogni tipo per completare missioni segrete, guadagnando così ricompense ed espandendo la vostra influenza sulla città. Potrete espandere l'agglomerato urbano con nuovi edifici che forniranno nuove azioni, o anche ostacolare (o aiutare) gli altri signori di Waterdeep giocando carte intrigo per scombinare i loro piani. Con tutte queste azioni, incluso l'utilizzo dei tuoi edifici da parte degli avversari, guadagnerete progressivamente punti vittoria e/o risorse, fino a proclamare il vincitore, alla fine dell'ottavo round.

Roll for the Galaxy copertina
Roll for the Galaxy

Roll for the Galaxy

  • giocatori: 2-5
  • durata: 45 minuti

Roll for the Galaxy è un gioco da tavolo che trasporta il famoso gioco di carte Race for the Galaxy nel mondo della gestione dei dadi, adatto ad essere adottato come proposta per una serata ludica a tre giocatori. Decine di coloratissimi e personalizzati dadi rotolanti andranno gestiti con le classiche azioni di esplorazione, sviluppo, colonizzazione, commercio e produzione. Al termine di una serie di veloci e divertentissimi round chi avrà gestito meglio la sua flotta spaziale di "dadi" sarà il vincitore! Attenzione! A dispetto dei rotolanti e incontrollabili amici il gioco non è affatto banale...

Suburbia copertina
Suburbia

Suburbia

  • giocatori: 1-4
  • durata: 90 minuti

In Suburbia ogni giocatore è chiamato a costruire la miglior città per poter attrarre il maggior numero di residenti e perché non inserirlo in questo elenco di proposte dedicate ai giochi da fare in tre? Al nostro turno possiamo scegliere una delle tessere presenti nel mercato, pagarne il costo e posizionarla nel nostro quartiere. Ogni tessera può fornire, o sottrarre alla nostra città, a seconda delle tessere adiacenti a quella posizionata, profitto e prestigio i due valori che stabiliscono la quantità di soldi e abitanti che entrano (o escono) dalla città. Riuscire a trovare il giusto equilibrio tra edifici residenziali, commerciali, industrie e servizi pubblici è la chiave per il successo!

Giochi in scatola per giocatori abituali: quali sono adatti per tre persone?

Copertina scatola di Agricola
Agricola

Agricola

  • giocatori: 2-5
  • durata: 60-150 minuti

Se apprezzate il piazzamento lavoratori, non potete rinunciare ad una partita ad uno dei classici del gioco da tavolo, il famoso titolo del prolifico Uwe Rosenberg: Agricola. Le quattordici carte che avrete a disposizione durante una partita vi daranno abilità speciali utili alla personalizzazione della vostra strategia di gioco al fine di essere i migliori contadini della partita, mentre vi contenderete gli spazi azione con i vostri avversari. Le azioni a disposizione durante il gioco, infatti, sono ad uso esclusivo e sebbene aumentino al passare dei turni, vi porteranno ad infastidirvi a vicenda, mentre tentate di coltivare campi, allevare animali, ampliare casa eccetera. Le moltissime carte a disposizione, infine, rendono il gioco particolarmente rigiocabile e un sempre valido suggerimento, anche se vi trovate a giocare in tre.

Copertina del gioco Lewis & Clark
Lewis & Clark

Lewis & Clark

  • giocatori: 2-5
  • durata: 60-150 minuti

Gioco di corsa, in cui vince per primo chi completa il percorso fino alla California. Chiave sarà la gestione delle risorse, stavolta prendendone solo il giusto, perché tutto ciò che è in eccesso rallenta il proprio viaggio. Si aggiunge la fondamentale gestione della mano di carte e il deck-building che avviene in corso di partita, limitato quantitativamente ma fondamentale qualitativamente per avanzare più spediti degli altri. Lewis & Clark esalta programmazione strategica, calcoli oculati, giusto tempismo ed adattamento tattico. Se questa descrizione vi ha incuriosito anche solo un po', tenete presente questo titolo per quando vi trovate a dover intavolare un gioco per tre giocatori.

Nations copertina
Nations

Nations

  • giocatori: 1-5
  • durata: 45-240 minuti

Se volete provare un gioco di civilizzazione in tre giocatori, Nations fa al caso vostro.

In Nations ognuno guida una differente civiltà dall'epoca antica fino al mondo contemporaneo. Lo fa con due strumenti: comprando carte da una plancia comune e piazzando i propri lavoratori per attivare tali carte. Le carte forniscono meraviglie, leader, strutture produttive e culturali, forza militare e quant'altro. I lavoratori servono per far rendere al meglio alcuni di questi edifici e costruire così un motore per la propria civiltà. Tra attacchi, carte sottratte, stabilità interna, furto di risorse e quant'altro, vincerà chi meglio avrà saputo guidare ed evolvere il proprio popolo. Solo una minima parte delle carte disponibili nella scatola viene usata in una partita, garantendo un approccio al gioco sempre differente.

robinson crusoe copertina nuova edizione
Robinson Crusoe

Robinson Crusoe

  • giocatori: 1-4
  • durata: 90-180 minuti

Se vi piacciono i giochi da tavolo a scenari ed i collaborativi questo Robinson Crusoe fa per voi anche se vi trovate a giocare in tre, numero spesso complicato da gestire.

Si tratta di una serie di avventure, ciascuna col proprio obiettivo, che dovrete affrontare con la consapevolezza di dover fare delle scelte ben precise tra le azioni a disposizione, altrimenti rischierete di subirne le conseguenze. La vita da naufraghi, si sa, non è delle più semplici e in Robinson Crusoe vivrete fino in fondo la sensazione che l'ambientazione che questo gioco da tavolo vuole ricreare.

Tra ferite e rischio di infezioni, meteo avverso e la necessità di cibarvi, dovrete trovare il giusto ritmo con i vostri compagni di sventura per neutralizzare gli eventi che lo scenario vi proporrà durante la partita, alcuni dei quali verranno risolti nel corso della partita e non subito, portando a termine l'obiettivo della partita.

terraforming mars copertina
Terraforming Mars

Terraforming Mars

  • giocatori: 1-5
  • durata: 90-180 minuti

La nostra missione sarà colonizzare il pianeta rosso, aumentandone i livelli di ossigeno tramite la creazione di una vegetazione apposita, creare oceani sulla sua superficie e costruendo infine tutte le strutture atte ad ospitare la nuova umanità. Ogni giocatore farà ciò grazie ad una mano di carte: all'inizio di ogni round ne pescherà di nuove, pagando in anticipo quelle che vorrà tenere in mano, in previsione di giocarle. Ogni carta supporterà la sua strategia, e lo indirizzerà verso il suo scopo. Alcune servono anche per danneggiare direttamente gli avversari e in ogni caso c'è una forte competizione per gli obiettivi che valgono punti a fine partita e per i traguardi intermedi che ne danno durante il gioco. Un gioco card-driven fortemente ambientato, ampiamente rigiocabile e dalle molteplici possibilità, che ben si presta ad essere giocato quando ci si trova in tre al tavolo da gioco.

Troyes copertina
Troyes

Troyes

  • giocatori: 2-4
  • durata: 90-120 minuti

In Troyes rivivrete quattro secoli di storia dell'omonima città. Lo farete affrontando minacce esterne, comprando carte con differenti abilità e azioni speciali e soprattutto gestendo dadi. Ogni giocatore ha infatti un pool di dadi da lanciare all'inizio di ogni round, di colore diverso in base a dove ha piazzato i propri cittadini negli edifici urbani. A seconda dei risultati, alcune cose potranno essere fatte, altre no e sempre con intensità differente; ma il bello è che ciascuno può anche rubare e sfruttare i dadi degli altri, interagendo così con i piani nemici. Se i dadi non vi infastidiscono, Troyes potrebbe essere la vostra scelta per giocare in tre.

Copertina di Caylus
Caylus

Quali sono i giochi da tavolo per 3 giocatori esperti?

Caylus

  • giocatori: 2-5
  • durata: 60-150 minuti

Il re ha bisogno di un nuovo castello. Sarete i capomastri incaricati di edificarlo. E naturalmente attorno al maniero sta nascendo un intero nuovo e prospero villaggio, con edifici di ogni tipo. Caylus è un classico piazzamento lavoratori che scala benissimo in tre giocatori: ciascuno ha sei pedine e le mette sugli edifici per compiere le corrispondenti azioni. Ogni edificio occupato non può essere utilizzato da nessun altro, nello stesso round. A rendere il tutto più cattivo c'è il prevosto: una pedina che può essere spostata dai giocatori, pagando, e che blocca l'utilizzo di alcuni edifici. Un modo cattivo per ostacolare i propri avversari. Chi avrà saputo sfruttare meglio le proprie occasioni e costruire più alacremente ed efficacemente degli altri, sarà il vincitore.

Forbidden Stars copertina
Forbidden Stars

Forbidden Stars

  • giocatori: 2-4
  • durata: 120-240 minuti

Ambientato nel mondo di Warhammer 40k, questo gioco da tavolo riprende le meccaniche base di StarCraft semplificandole in parte. Diverse razze aliene si scontrano nella galassia, colonizzando pianeti e costruendo flotte ed eserciti. Gli ordini sono piazzati coperti, uno dopo l'altro, in pile su ogni sistema e poi risolti a partire dall'ultimo piazzato, garantendo incertezza sulle mosse avversarie e al contempo una buona pianificazione strategica. I combattimenti prevedono un nutrito tiro di dadi supportato da carte tattiche giocate dalla propria mano. Ogni fazione è fortemente caratterizzata e asimmetrica per unità ed abilità speciali.

le Havre copertina
Le Havre

Le Havre

  • giocatori: 1-5
  • durata: 45-240 minuti

In Le Havre sarete impresari portuali impegnati a fare soldi. Dopo aver riempito di merci uno dei vari scali disponibili, potrete fare solo una di due azioni: prendere tutte le merce da un singolo scalo o piazzare il vostro unico lavoratore su un edifico ed eseguirne l'azione. Nel corso della partita, comprerete e costruirete alcuni degli edifici disponibili (tutti visibili già dall'inizio), per ottenere punti, oppure navi da crociera che vi aiuteranno a sfamare il vostro lavoratore. Un gioco da tavolo molto strategico, con un'interazione non marcata o invasiva ma a tratti fastidiosa e dotato di ampia rigiocabilità. Certamente un titolo da tener presente per le sfide di un certo livello e per gli appassionati di Rosenberg, che ben si presta ad una partita con tre giocatori seduti al tavolo.

Maria copertina
Maria

Maria

  • giocatori: 2-3
  • durata: 210-240 minuti

Maria è un wargame per tre (la versione per due è sconsigliata dallo stesso autore) giocato su due mappe adiacenti, che raffigurano città collegate da una rete di strade. Gli eserciti si muovono e combattono su questa griglia usando un particolare sistema di carte con i semi della briscola. I giocatori si alternano nel giocare carte dalla propria mano sommandole alla forza delle truppe coinvolte. Ma in ogni regione è possibile usare un solo seme, per cui occorre tentare di pilotare lo scontro dove fa più comodo. A tutto questo si aggiunge un'interessante parte diplomatica che segue la storia vera e il ruolo del terzo giocatore che combatte su una mappa a fianco di un avversario e sull'altra sostenendo l'altro. Maria è un wargame consigliato a tutti gli appassionati.

The Great Zimbabwe copertina
The Great Zimbabwe

The Great Zimbabwe

  • giocatori: 2-5
  • durata: 60-120 minuti

Gioco economico e logistico in cui si costruiscono monumenti in Africa cercando di portare da loro quante più merci possibili per innalzarli e guadagnare sempre maggiori punti vittoria. C'è una particolare asta in cui ci si contende l'ordine di turno: chi offre molto vedrà la sua offerta ridistribuita tra gli altri giocatori. Ma la vera chicca del sistema è il fatto che si possano comprare potenziamenti per la propria civiltà (artigiani, dei, specialisti), vedendo però diventare sempre più grande la quantità di punti vittoria da raggiungere per trionfare. In pratica, più ti potenzi, più punti dovrai ottenere, altrimenti tali potenziamenti saranno solo una zavorra per la tua strategia.

Through the Ages: A New Story of Civilization
Through the Ages

Through the Ages: A New Story of Civilization

  • giocatori: 2-4
  • durata: 140-270 minuti

In Through the Ages ciascun giocatore sviluppa una civiltà partendo da una base comune, in epoca antica e avanzando fino ai giorni nostri. Lo farà acquisendo da un display comune una serie di carte che ne definiranno la forma di governo, le truppe, le tecnologie, la produzione di risorse, le meraviglie, ecc. Oltre alle carte comuni, che sono sempre le stesse, ce ne sono altre pescate e giocate dalla mano che possono incidere molto nella partita, rendendola unica. Si tratta di un gioco difficile, denso di regole e di scelte, dalla durata considerevole ma di una profondità unica, in grado di dare molta soddisfazione a chi ha la pazienza di padroneggiarlo.

Triumph & Tragedy: copertina
Triumph & Tragedy

Triumph & Tragedy

  • giocatori: 2-3 (ma direi solo 3)
  • durata: 180 minuti
Volete un wargame atipico? Eccovelo. In Triumph & Tragedy manovrerete tre potenze mondiali a capo di tre diverse ideologie: Capitalismo, Comunismo e Fascismo. Dal '36 al '45, dovrete destreggiarvi tra diplomazia (guidata dalle carte), guerra (usando blocchi, nebbia di guerra tiri di dado) e ricerca (anche qui carte da appaiare per trovare nuove tecnologie, fino alla bomba atomica). La Seconda Guerra Mondiale potrebbe anche non scoppiare mai, oppure essere scritta in modo alternativo, con l'Unione Sovietica che attacca gli Alleati o la Germania che trova la bomba atomica per prima. Si può vincere in tre modi (economico, militare, tecnologico) per un wargame dalle meccaniche classiche ma dallo sviluppo originale ed imprevedibile, che quasi suggerirei da giocare solo in tre giocatori.
churchill copertina
Churchill

Churchill

  • giocatori: 1-3
  • durata: 60-300 minuti

Gioco della GMT in cui vivrete la Seconda Guerra Mondiale dal punto di vista delle conferenze tenutesi tra i grandi capi Alleati: Churchill, Stalin e Roosvelt. Ad una prima fase card driven in cui si cercano di "conquistare" gli argomenti di volta in volta proposti per guidare le sorti del conflitto e volgerli a proprio favore, ne segue un'altra in cui si impegnano le forze militari e, a suon di tiri di dado e modificatori, si tenta di far avanzare i fronti bellici e, al contempo, spendere punti influenza sulle nazioni reduci dalla guerra, per tirarle dalla propria parte. La lunghezza della partita è modulabile ed il gioco è fattibile anche in solitario, usando diagrammi di flusso, ma in tre dà decisamente il meglio.

Commenti

San Marco (Moon, Weissblum; Ravensburger) è un ottimo titolo di maggioranze per 3 giocatori.

Probabilmente andrebbero inclusi anche tutti quei giochi progettati per essere giocati esclusivamente (o quasi) in 3 giocatori:
After The Flood, The End of the Triumvirate, God's Playground, Three Kingdom Redux, Chimera, Haggis.

 

Articolo molto utile e interessante. Oramai 3 è il nostro numero fisso e scegliere il gioco giusto è diventato quasi un lavoro XD

"Tu sei l'Elfo, maestro di spada e di magia. Dovrai usarle entrambe con bravura, se vorrai trionfare."

Bell'elenco.

Io aggiungerei Lorenzo il magnifico, Orleans, Pozioni esplosive, Railroad Revolution

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Zadrow&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

San Marco (Moon, Weissblum; Ravensburger) è un ottimo titolo di maggioranze per 3 giocatori.

Probabilmente andrebbero inclusi anche tutti quei giochi progettati per essere giocati esclusivamente (o quasi) in 3 giocatori:
After The Flood, The End of the Triumvirate, God's Playground, Three Kingdom Redux, Chimera, Haggis.

come per tutti gli altri articoli di queste liste abbiamo incluso soo quelli coni voti medi più alti, i più apprezzati. 

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Bello e interessante articolo,  segnalo The Road to Canterbury,  pensato proprio per tre giocatori 

"König von Siam" che si è trasformato in "The King Is Dead" lo aggiungo alla lista.

Pur non avendolo giocato mi viene in mente anche Star trek Ascendancy

Se cadi sette volte, rialzati otto

Carcassonne dà il suo meglio in 2 secondo me.

"They didn't know it was impossible, so they went ahead and did it" (Mark Twain)

Sì, ma tutti questi giochi mi chiedo se scalano bene in 2 giocatori. (cit. ;)

Quando vedo 3 persone al tavolo la mia proposta ludica va sempre verso questi giochi:

King of Siam (The king in dead)

Carolus Magnus

se si ha più tempo

Patchistory

Tramways

Maria

Churchill

Through the Ages: A New Story of Civilization

Questi titoli secondo me sono quasi esclusivamente da giocare in 3 perché è la loro risoluzione migliore.

ho recentemente giocato a //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) 

Per anni il nostro gioco preferito per 3 è stato costantemente Age of Mythology: the Boardgame, che non a caso è stato creato ad hoc per 3 giocatori (avendo appunto 3 fazioni, e girando alla perfezione solo con tal numero)

Aggiungo QUANTUM, ottimo in tre (per chi non è infastidito nel vedere dadi al posto delle astronavi), e BLOOD RAGE.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare