18Lilliput: tutti contro tutti Magnifico 2019

18Lilliput: tavoli di Play

Nuovo appuntamento con i tutti-contro-tutti dei nominati del Magnifico. Questa volta sotto i riflettori c'è il gioco di Leonhard Orgler.

Approfondimenti
Giochi
Giochi collegati:
18Lilliput

C'è un'intera categoria di persone che leggendo 18xx pensa al genere dei ferroviari, invece che ad una svista (una x in meno) sulla descrizione di un prodotto vietato ai minori. Questo 18Lilliput è un modo ben riuscito di mostrare parte delle caratteristiche del genere ai "normali" giocatori non disposti a impegnarsi per ore in uno dei giochi azionari - altamente competitivi - col nome che inizia col numero 18. Sentiamo cosa ne pensa chi fra i goblin l'ha provato.

Questo gioco era adatto ai tuoi gusti o volevi solo provarlo per curiosità?

 [kopalecor] Se fosse adatto ai miei gusti non lo sapevo, ma quando ho visto il Kickstarter ho fatto subito il pledge; avevo già in collezione un paio di 18xx, ma nessuno con cui giocarli: ho pensato che questo 18Lilliput potesse essere un buon compromesso per iniziare.

[Sava73] "Speravo" fosse adatto ai miei gusti apprezzando parecchio la macro-categoria 18xx.
18Lilliput: tavoli di Play
18Lilliput: tavoli di Play

[Eurek] Questo era uno dei giochi che più attendevo ad Essen dell’anno scorso, per cui l’ho subito comprato a scatola chiusa. Mi sono avvicinato da poco al mondo dei 18xx trovandoli immensamente nelle mie corde, a parte per il fatto che non si riesce mai a chiudere una partita entro la serata. Ecco che 18Lilliput esce toccandomi nel fianco scoperto, oltretutto con la garanzia di un autore navigato alle spalle.

Quali sono secondo te i pregi di questo gioco?

[kopalecor] Se dicessi che è un introduttivo ai 18xx probabilmente direi il falso, gli introduttivi al genere restano altri. Ciò nonostante Orgler riesce a metterci dentro molti concetti che si ritrovano nei titoli di questo genere, dalla costruzione delle rotaie scandita per colore, alle fasi scandite non da un numero di round ma dall'esaurirsi di una tipologia di treni, all'obsolescenza dei treni stessi ed al mercato azionario (sebbene embrionale).

18Lilliput: tavoli di Play
18Lilliput: tavoli di Play
[Sava] Snellezza di regolamento e dinamica se rapportato ad un 18xx

[eurek] E’ difficile valutare il gioco come se fosse un gioco a se’ stante, viene normale valutarlo per differenza rispetto ai fratelli maggiori, uno su tutti 1830. Con questa operazione purtroppo si vedano prettamente i sacrifici fatti dall’autore per renderlo un gioco più accessibile, ed in ultima analisi più breve. I pregi specifici che vale la pena segnalare sono la portabilità, la durata di gioco e la maggiore accessibilità. Ho trovato anche bella la parte iniziale del gioco, dove si costruiscono le tratte e si sfruttano i poteri asimmetrici dei personaggi iniziali.

Quali sono secondo te i difetti di questo gioco?

[kopalecor] Beh, credo che la pecca principale sia proprio legata all'aspetto finanziario, che di fatto è la caratteristica principale dei 18xx (sebbene alcuni titoli lo spingano all'estremo, mentre in altri titoli sia più "gentile"). In 18Lilliput hai una - o massimo due - compagnie che non puoi perdere e su cui gli avversari non possono in pratica intervenire per peggiorarne l'andamento, limitandosi a comprare o vendere azioni a seconda della convenienza del momento.

[Sava73] Non è un 18xx nel senso piu' stretto del termine; o almeno, dal mio punto di vista, ne snatura troppo l'essenza.

18Lilliput: tavoli di Play
18Lilliput: tavoli di Play
[eurek] Anche i difetti si vedono in differenza. I sacrifici per rendere il gioco più accessibile sono subito evidenti, soprattutto nella fase azionaria quasi inesistente, che fa perdere gran parte dell’interazione più cattiva dei 18xx tradizionali. Questo, unito al fatto che le compagnie non possano mai passare di mano, lo rendono molto spostato verso la fase operativa. Mi rimane inoltre un dubbio rispetto all’azione di withhold, che sembra non particolarmente selezionata/interessante nelle partite finora svolte.

A chi lo consiglieresti?

[kopalecor] Lo consiglierei a chi ha sentito parlare di 18xx ma non ha mai avuto modo di provarli e non vuole, però, sedersi al tavolo per rimanerci quattro o cinque ore: 18Lilliput si gioca in quattro in due ore, due ore e mezza con spiegazione (prima partita) e, come detto prima, offre una panoramica di quello che può essere un 18xx. Se invece si ha già un gruppo desideroso di cimentarsi con qualcosa di più cattivo e che non ha problemi di tempo, allora suggerirei di buttarsi da subito su qualche altro titolo.

[Sava73] A nessuno? Non ha la profondità di un 18xx e, per certi versi, è comunque troppo lungo. Piazzamento tessere o draft di azioni, mi vengono in mente titoli piu' immediati o cattivi. Forse agli amanti dei ferroviari; ma, avendo un 18xx "vero" o una versione qualsiasi di Steam, perchè cercare altro?

Play 2019: Area Magnifico
Play 2019: Area Magnifico
[eurek] Difficile dirlo. Sicuramente non lo consiglierei agli appassionati degli 18xx, poiché lo troverebbero troppo riduttivo. Non lo consiglierei nemmeno ad un giocatore German puro. Non lo consiglierei a chi non ama fare calcoli, dato che si sta piegati a scrivere su di un foglietto i dividendi. Non lo consiglierei a un neofita assoluto che si vuole approcciare al mondo dei ferroviari. Non lo consiglierei a mia nonna e in generale agli ultra novantenni che non abbiano un passato da giocatori. Lo consiglierei a chi ne ha già sentito parlare e ne è incuriosito.

C'è un gioco che avresti visto bene negli otto del Magnifico e uno che avresti invece levato? E qual è il tuo Magnifico tra gli otto candidati?

[kopalecor] Mi è piaciuto Feudum, sebbene per certi versi "barocco" l'ho trovato un titolo interessante e che mi ha divertito, poi l'artwork è fantastico. Tra gli otto proposti mi manca di provare Detective e Tokyo Metro; quindi tra i rimanenti sei, se fossi un giurato, voterei per Rising Sun.

[Sava73] Il 2018 non è stato un anno ricco di giochi "notevoli" nelle caratteristiche imposte dal premio; credo quindi che la selezione sia più che valida. 

[eurek] Teotihuacoso è una palla: noioso, ripetitivo, lungo. Da eliminare dalla rosa. L’altro gioco che scricchiola è Blackout Hong Kong. Piacevole; ma, onestamente, nulla per cui meriti di essere ricordato. Il mio magnifico di quest’anno è Root. Ci sono dei giochi più leggeri che considero ben fatti, ma probabilmente fuori target da Magnifico e quindi (giustamente) esclusi: Coimbra, Cryptid, The boldest, Cerberus, Fuji. Forse avrei visto bene come rappresentante american Western Legends, che - pur con i suoi molti difetti-  è il gioco western di riferimento. Altra menzione per John CompanyMythos Tales e Path of Light and Shadows - o erano dell’anno prima? [Ebbene sì - e Mythos Tales addirittura del 2016; NdR]

Commenti

A me è piaciuto, penso sia un buon peso e un buon compromesso per i ferroviari, ma lo vedo meno come introduttivo ai 18XX, per i quali il gioco ad hoc deve essere ancora creato...o forse no.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Scommetto su 18Zoo di Paolo Russo che avete anche avuto ospite su Radiogoblin! Daje Paolo

L'ho provato allo stand del magnifico in tre giocatori e il gioco mi è piaciuto, non ho mai giocato però ad un 18xx. Forse per la durata e il tipo di gioco non credo sia facilmente proponibile.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare