Giochi da tavolo fantasy

paesaggio fantasy

Il fantasy è da sempre un genere che attira moltissimo i nerd in tutti i campi: cinema, letteratura ed anche giochi. Ecco una selezione dei miglori giochi da tavolo fantasy.

Approfondimenti
Giochi

Abbiamo considerato in questo articolo solo il fantasy puro, escludendo cyberpunk (per esempio Earth Reborn, Mech vs Minions), fantascienza (Twilight Imperium III, Dune) e quant'altro senza una forte componente tematica, come i gestionali puri a tema fantasy (Terra Mystica, Caverna, eccetera). Abbiamo escluso anche Cthulhu ed i suoi miti, che trovate prevalentemente nell'articolo sui giochi a tema horror. Infine, non troverete nemmeno i dungeon crawler, perché ad essi è dedicato un altro articolo specifico. 

Si ringraziano Mica e The_LoneWolf per la stesura di alcuni paragrafi.
Copertina di Mage Knight
Mage Knight Board Game

Mage Knight Board Game 

  • Tipo: collaborativo (tutti contro il gioco), competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori esperti  
  • Giocatori: 1-4 
  • Durata: 120-240 minuti 
  • Struttura: a scenari 

Mage Knight è un gioco dedicato solo a giocatori esperti, sia per la difficoltà delle regole, sia per la complessità di gioco, per la costanza ed esperienza che richiede, sia per il lungo tempo di gioco di una singola partita. La maggior parte degli scenari proposti possono essere svolti in solitaria o in collaborazione con altri giocatori. Manovrerete un singolo cavaliere-mago in un mondo fantasy, esplorando terre nascoste ed affrontando mostri di ogni genere, reclutando alleati e guadagnando tesori e reputazione, ogni volta con un obiettivo finale diverso. Si basa sulla oculata gestione di una mano di carte con le quali potete muovere, attaccare, interagire, eccetera. Tra le espansioni consigliate dagli appassionati c'è sicuramente The Lost Legion.

Il Trono di Spade copertina
Il Trono di Spade

Il Trono di Spade – seconda edizione

  • Tipo: competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 3-6
  • Durata: 180-240 minuti
  • Struttura: partita singola
Ambientato ne Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George Martin, Il trono di spade mette in campo la parte militare della storia, tra eserciti, battaglie e controllo territorio. La meccanica base del gioco prevede l'assegnazione segreta e contemporanea degli ordini alle proprie truppe, tramite le quali marciare, saccheggiare, difendersi, supportare e  consolidare il potere. Il sistema di combattimento non prevede l'uso dei dadi ma si somma la forza delle unità coinvolte in battaglia ad una carta personaggio calata, in contemporanea con l'avversario, dalla propria mano. Il riciclo e la gestione di questo piccolo mazzo sono fondamentali: non si potranno riprendere in mano le carte giocate prima di aver esaurito tutto il mazzetto. In una alternanza di alleanze e tradimenti, alla fine un giocatore riuscirà a conquistare il numero di castelli necessari per vincere. 
La Guerra dell'Anello seconda edizione copertina
La Guerra dell'Anello

La Guerra dell'Anello – seconda edizione

  • Tipo: competitivo a squadre (1vs1 o 2vs2)
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 2-4
  • Durata: 180-210 minuti
  • Struttura: partita singola

Le forze oscure di Sauron contro gli eserciti della Luce. Nel mezzo, la Compagnia dell'Anello, che deve sgusciare tra le maglie del male e giungere al Monte Fato per distruggere l'Anello. Ad ogni round i giocatori tirano i rispettivi dadi, con i quali potranno poi eseguire le azioni corrispondenti alle facce uscite. Dalla parte di Sauron si spostano eserciti per conseguire la vittoria militare, ma al contempo si cerca l'Anello, il cui recupero farebbe immediatamente finire la partita. Per i popoli liberi si cercano di mobilitare quante più razze possibili per arginare la forza bellica del nemico e si sposta la Compagnia dell'Anello evitando Nazgul ed altri pericoli. Oltre ai dadi, molte carte multifunzione mettono in gioco eventi ed aiutano nei combattimenti. Un gioco denso di ambientazione, che fa rivivere le avventure del Signore degli Anelli e dei suoi protagonisti. 

Runewars Miniatures Game copertina
Runewars Miniatures Game

Runewars Miniatures Game

  • Tipo: competitivo
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 2
  • Durata: 90 minuti
  • Struttura: a scenari
Un gioco di miniature che riproduce una battaglia campale fantasy. Nella scatola base sono presenti umani e nonmorti, ma sono già in programma espansioni sia per questi eserciti che nuove razze, tutte diverse e con abilità particolari. Il sistema di comando è molto verosimile e particolare: ogni unità è dotata di una propria plancia azioni, su cui il giocatore seleziona in segreto l'azione principale (movimento, carica, attacco, difesa e quant'altro) e una secondaria, che “rifinisce” la primaria (spostamento a destra, attacco feroce, attacco rapido, eccetera). Le mosse vengono così programmate in contemporanea all'avversario, poi rivelate tutte assieme e risolte in ordine di priorità. Ogni mossa ha infatti anche associato un numero che ne definisce l'ordine di attivazione e, in generale, più è efficace una mossa, più tardi verrà eseguita, oltre a dipendere da caratteristiche razziali (es: gli umani hanno generalmente iniziativa più alta dei nonmorti). Gli scontri si risolvono poi a colpi di dadi e abilità speciali. Runewars Miniatures Game si annuncia come il concorrente/successore più agguerrito di quello che fu il classico Warhammer Fantasy Battles, evolvendone le meccaniche in modo intelligente e riproponendo miniature di eccezionale fattura, stavolta già assemblate.
the lord of the rings card game copertina
The Lord of the Rings Card Game

The Lord of the Rings: the Card Game 

  • Tipo: collaborativo (tutti contro il gioco)
  • Per: giocatori esperti 
  • Giocatori: 1-2 
  • Durata: 60-90 minuti 
  • Struttura: a scenari, a campagna. 

Questo è un LCG (living card game), quindi nella scatola base vi verranno fornite un certo numero ci carte e scenari, poi, periodicamente, il gioco viene potenziato da nuove uscite piccole (un mazzo di nuove carte e un nuovo scenario) e grandi (scatole con molte carte e vari scenari). Potrete quindi limitarvi alla sola scatola base oppure espandere il gioco a vostro piacimento, fino a possedere migliaia di carte e decine di scenari. Richiede di fare deckbuilding, ovvero di costruire un mazzo specifico prima di ogni scenario, settandolo a proprio piacimento in base a come pensate sia più efficace. Richiede quindi un'alta dose di impegno e tempo per essere giocato al meglio. Molti scenari sono anche collegabili in un sistema di campagna in grado di favi percorrere tutto il mondo e le avventure della Terra di Mezzo di Tolkien, abbracciando una moltitudine di personaggi e mostri, dai più famosi ai più nascosti.  

Mage Wars copertina
Mage Wars

Mage Wars

  • Tipo: competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori esperti
  • Giocatori: 2-4
  • Durata: 90 minuti
  • Struttura: partita singola
In Mage Wars potrete finalmente essere un vero mago che scende nell'arena per affrontarne altri. Su di un tabellone diviso in zone manovrerete la carta del vostro incantatore e di tutte le creature da lui evocate, applicherete incantesimi protettivi e distruttivi, oggetti magici, maledizioni e barriere, fino a che non emergerà un unico vincitore. Prima dello scontro, ciascun giocatore costruisce come vuole il proprio grimorio: ogni magia ha un costo e ogni mago scelto come personaggio può spendere tot punti per selezionare una moltitudine di carte-incantesimo, a seconda delle proprie attitudini e strategia. Non esiste quindi pesca da un mazzo: ad ogni round sceglierete ed applicherete due incantesimi dal vostro tomo, in contemporanea al vostro avversario. Il resto è risolto con i dadi. Mage Wars mette in campo lo scontro tra maghi più completo e verosimile che esista nei giochi da tavolo. 
Runewars copertina
Runewars

Runewars

  • Tipo: competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori esperti 
  • Giocatori: 2-4 
  • Durata: 180-240 minuti 
  • Struttura: partita singola

Runewars è un gioco per giocatori esperti, sia per le tante regole ed una certa complessità di gioco, che per il lungo tempo di gioco per una partita. Il gioco rientra nella categoria dei 4X (eXplore, eXpand, eXploit, eXterminate) e reimplementa nell’universo fantasy di Terrinoth un vecchio titolo di successo della Fantasy Flight Games (Battlemist). Ogni giocatore impersonerà una delle 4 fazioni in competizione in un numero indefinito di turni per prendere e mantenere il controllo di sei aree che contengano le rune di Drago. Queste possono essere ricevute come ricompensa data ad un eroe per una missione riuscita, quando viene completato un obiettivo segreto o attraverso la guerra con gli altri giocatori. Il sistema di combattimento non utilizza i dadi ma si basa sulla pesca di carte da un mazzo di combattimento. Esiste anche un’espansione - Banners of War - considerata poco necessaria perché si limita ad ampliare la scelta di carte e di truppe del base, questa risulta tuttavia pienamente compatibile con la Revised Edition.

The Lord of the Ice Garden copertina
The Lord of the Ice Garden

The Lord of the Ice Garden

  • Tipo: competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 2-4
  • Durata: 90-120 minuti
  • Struttura: partita singola
The Lord of the Ice Garden è uno strategico che si gioca su mappa e fa leva su piazzamento lavoratori e controllo territorio. I giocatori hanno alcuni cubetti a disposizione da piazzare su una griglia di diverse azioni. Poi li risolvono in ordine, evocando creature sul tabellone, muovendole e combattendo. Il combattimento è completamente deterministico e senza alcun fattore nascosto, lasciato interamente alla strategia e alla tattica dei giocatori. Ogni fazione ha un diverso obiettivo ed una diversa condizione di vittoria, oltre alle due comuni a tutti. Un gioco che affina la strategia e lascia aperte strade diverse per conseguire il proprio obiettivo, senza nessuna ingerenza da parte della fortuna. 
Caos nel Vecchio Mondo copertina
Caos nel Vecchio Mondo

Caos nel Vecchio Mondo

  • Tipo:  competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 3-4
  • Durata: 90-120 minuti
  • Struttura: partita singola

Il gioco ci trasporta nel travagliato mondo di Warhammer Fantasy, nei panni nientemeno che delle quattro divinità del caos, impegnate a spartirsi i confini mortali degli uomini. Avrete un mazzo di carte personalizzato con cui influenzare varie regioni nella prima parte di ogni round, per poi evocare demoni al vostro servizio e infine spostarvi sulla mappa e combattere con gli dei rivali a colpi di dadi. Ci sono tre condizioni diverse di vittoria e ciascuna divinità è più o meno portata a conseguirne una, cosa che aumenta molto l'asimmetria del gioco, se già non bastassero le differenti carte e creature. Dà il suo meglio in quattro giocatori e si arriva a cinque con l'espansione che introduce The Horned Rat, la divinità Skaven. 

Blood Rage copertina
Blood Rage

Blood Rage

  • Tipo:  competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 2-4
  • Durata: 60-120 minuti
  • Struttura: partita singola
Ciascun giocatore manovra un clan vichingo che combatte nel Ragnarok per avere più gloria degli altri. Con un draft di carte si specializza il proprio clan acquisendo abilità speciali e mostri della mitologia nordica da far combattere al nostro fianco. Nelle battaglia conta la maggioranza delle pedine del proprio colore, alle quali ciascun contendente aggiunge segretamente una carta battaglia dalla propria mano. Man mano che la partita prosegue, i punti in palio sono sempre maggiori e i clan diventano sempre più asimmetrici. Un gioco incentrato sui combattimenti e sull'interazione, ma non privo di una buona dose di strategia e tattica. 
Arcadia Quest copertina
Arcadia Quest

Arcadia Quest 

  • Tipo: competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: tutta la famiglia 
  • Giocatori: 2-4 
  • Durata: 60-90 minuti 
  • Struttura: a campagna (ma ogni scenario può essere giocato anche singolarmente) 

Arcadia Quest non è un gioco complesso, ma è comunque consigliato a giocatori che già hanno alle spalle qualche partita a giochi da tavolo introduttivi. Le regole sono semplici, ma la presenza di nemici con movimento ed attacco automatico sulla mappa richiede di memorizzare qualche regola in più rispetto al semplice "muovi ed attacca" che guida i tre eroi a disposizione dei giocatori. L'ambientazione fantasy, classica e simpatica, è ben armonizzata con gli scenari proposti: i giocatori, infatti, sono chiamati a guidare delle gilde di eroi alla riconquista della città di Arcadia, di quartiere in quartiere, lottando tra loro e con i mostri che l'hanno occupata. Il divertimento viene soprattutto dalla possibilità di sferrare attacchi furtivi, colpi alle spalle, teletrasporti, utilizzando una varietà di armi da lancio e da mischia, magiche e non. Di scenario in scenario è possibile acquisire ricchezze, nuove armi e poteri, maledizioni che limitano gli eroi, eccetera. Gli undici scenari sono abbastanza differenziati, seppure alla lunga la ripetitività di fa sentire, facendo sentire la necessità di espansioni. Nota di merito per le splendide miniature superdeformed.

Leggende di Andor copertina
Le Leggende di Andor

Le Leggende di Andor 

  • Tipo: collaborativo (tutti contro il gioco)
  • Per: tutta la famiglia 
  • Giocatori: 2-4 
  • Durata: 60-90 minuti 
  • Struttura: a scenari 
Collaborativo fantasy con cinque scenari forniti nella scatola base ed altri nelle espansioni. Ogni scenario è una piccola storia con una missione da compiere collaborando e calcolando gli incastri migliori, in una sorta di puzzle-game. I classici personaggi (barbaro, guerriero nano, elfo arciere, mago) si muovono in un mondo fantastico splendidamente illustrati su un tabellone fronte/retro, con un obiettivo e una storia sempre diversa.  Occorre coordinarsi alla perfezione e avere un pizzico di fortuna, per non soccombere. 
zombicide black plague copertina
Zombicide Black Plague

Zombicide: Black Plague

  • Tipo: collaborativo (tutti contro il gioco) 
  • Per: tutta la famiglia  
  • Giocatori: 1-6  
  • Durata: 60-180 minuti  
  • Struttura: a scenari

In Zombicide i giocatori affrontano l'apocalisse zombi a colpi di dadi. Ciascuna manovra uno o più personaggi che si fanno strada tra rovine di castelli e villaggi medievali, tra necromanti e nonmorti di vario genere, dai lupi, agli umani, agli abomini. Spendendo i punti azione del vostro personaggio potrete muovere, attaccare, cercare oggetti, il tutto avanzando di livello e acquisendo abilità sempre più forti. L'intelligenza artificiale per manovrare i nonmorti è molto semplice ma efficace e dà del filo da torcere ai sopravvissuti. La versione fantasyBlack Plague – è un po' più rifinita a livello di regole rispetto all'originale Zombicide

Summoner Wars Master Set
Summoner Wars Master Set

Summoner Wars

  • Tipo: competitivo (tutti contro tutti)
  • Per: tutta la famiglia
  • Giocatori: 2
  • Durata: 30 minuti
  • Struttura: partita singola
Summoner Wars mette in scena uno scontro tra maghi che si affrontano a colpi di creature evocate. Ogni esercito è costituito da un mazzo di carte che ne rappresentano i guerrieri e i poteri speciali. Queste stesse carte sono spese come moneta, assieme a quelle uccise al nemico, per evocarne altre dalla mano. Quindi avrete sempre a che fare con una non banale gestione delle vostre risorse. Il materiale di gioco è quindi costituito quasi solo da carte, un tabellone, dadi e pochi segnalini, ma la forza del gioco sta nella grande diversità tra gli eserciti, i differenti stili di combattimento e le innumerevoli combinazioni possibili. 
MageStorm copertina
MageStorm

MageStorm

  • Tipo: competitivo
  • Per: giocatori
  • Giocatori: 2
  • Durata: 60 minuti
  • Struttura: a scenari

MageStorm è un gioco di battaglia campali tra eserciti fantasy, purtroppo abbandonato dalla casa editrice e quindi limitato alla scatola base, che comprende due eserciti e quattro diversi maghi. Si vocifera di una possibile riedizione, ma purtroppo è ancora tutto in alto mare. Si sceglie uno scenario e una combinazione esercito-mago, cosa che rende l'approccio alla partita sempre molto diverso. MageStorm ha in sé parecchie meccaniche semplici ma innovative, come la gestione del movimento tramite obelischi-obiettivo, la superba generazione e progressione delle magie, il combattimento in cui la fortuna è centellinata, la nebbia di guerra che mantiene sempre l'incertezza fino allo scontro, la perfetta compenetrazione tra strategia e tattica. Un piccolo capolavoro che purtroppo, per varie vicissitudini, non ha goduto del seguito che meritava.   

Battlelore second edition copertina
Battlelore second edition

Battlelore – seconda edizione

  • Tipo: competitivo
  • Per: giocatori 
  • Giocatori: 2
  • Durata: 90 minuti
  • Struttura: a scenari

In Battlelore seconda edizione vi troverete alla guida di un esercito, schierato in diverse unità, di una delle tre diverse fazioni disponibili. Ogni fazione pescherà tre carte dal suo mazzo scenario, scegliendone poi una. Incrociando le carte scelte dai due schieramenti, troveremo gli obiettivi delle due parti che determinano come l'una o l'altra fazione potrà guadagnare punti vittoria. Tali carte, inoltre, determineranno la conformazione del campo di battaglia, indicando dove posizionare foreste, villaggi, fiumi e montagne, fondamentali per il corso della battaglia. In Battlelore non aspettatevi sangue e mazzate ad ogni angolo: è un gioco di "controllo territorio", in cui conquistare posizioni sopraelevate o punti strategici vi fornirà punti vittoria, necessari per vincere. 
Ogni turno avrete soltanto un dato numero di carte comando, che vi permetteranno di attivare uno specifico numero di unità, solitamente tre, in determinate zona del campo di battaglia: con estrema semplicità viene rappresentata perfettamente la difficoltà, in epoca medioevale, che poteva incontrare un comandante a dirigere in modo perfetto e sinergico il suo esercito. Le vostre scelte saranno dettate dal caso della pesca delle carte? E i combattimenti gestiti con il dado? No, non spaventatevi: serve un'attenta pianificazione dei turni che seguiranno e un uso intelligente di ogni carta comando.
Verranno in vostro aiuto le tante e diverse abilità speciali di ognuna delle vostre unità, così come le carte magia specifiche di ogni fazione (si può fare anche un po' di deckbuilding).
È presente un accenno di costruzione esercito, per cui sarà possibile decidere cosa portare in battaglia in funzione dello scenario, anche se ovviamente sono presenti diversi eserciti "consigliati" già pronti.

Commenti

Ottimo articolo!

Bella e utile panoramica sui giochi fantasy !

....anche se aizza le scimmie....

I Giochi da Tavolo salveranno il Mondo

Mi permetto altri due suggerimenti, anche se non proprio recenti: Avventure nella Terra di Mezzo e World of Warcraft: Il Gioco da Tavolo, che hanno degli aspetti molto interessanti.

Questi articoli tematici sono intriganti...
Spero ne esca uno sull'ambientazione piratesca.

non ne possiedo nessuno..... quale mi consigliate tra tutti questi? Siamo in 2 e ci piace sfidarci uno contro l'altro....

Se nei giochi  fantasy prendete sempre un mago vi stra consiglio MAGE WARS

'la battaglia dei 5 eserciti'

Diamo pepe alla discussione... perché non c'è Talisman? ;)

non ne possiedo nessuno..... quale mi consigliate tra tutti questi? Siamo in 2 e ci piace sfidarci uno contro l'altro....

Sicuramente Summoner Wars

Concordo su Magestorm: gran bel gioco, purtroppo sottovalutato.

Bell'articolo, ma avrei preferito l'aggiunta nella descrizione, se li gioco fosse American o German o un gioco di Carte! 

VENDO :
The Witcher €35 e Zpocalypse €35 entrambi nuovi incelofanati

[glow=red]Un Giorno Io Busserò Alla Tua Porta, e Tu Mi Aprirai !![/glow]

Disse il Postino

Ricorda, tu sei ad Una Spanna da me...
Ma Io, [glow=red]Sono Ad un Passo davanti a TE[/glow] !!!

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare