Classifica personale di Aka

Titolo Voto giocoordinamento crescente Commento Data commento
CATAN 9,0

Bello, bello, bello!!! Comprato a Natale, è stato protagonista di indimenticabili serate a base di contrattazioni e tiri "infami" di dado...
Certo, è un po' troppo dipendente dalla fortuna, ma l'alea da quel pizzico di variabilità in più che non guasta mai...
Non annoia mai, l'interazione tra i giocatori è sempre alta, c'è la possibilità (concreta) di ostacolarsi, e le strategie per la vittoria sono più di una: puntare sulle carte sviluppo o sulla strada più lunga? ingrandire le colonie che si hanno o fondarne di nuove?
Inoltre è in italiano (che non guasta mai), ed è semplice da spiegare: mai mi sarei aspettato che le mie amiche non giocatrici mi chiedessero per 3 sere consecutive (!!) di rigiocarci...
Da avere e da regalare ai "profani"!

06/01/2006
Fury of Dracula (second edition) 9,0

Capolavoro? Probabilmente si: il gioco immerge fedelmente nell'atmosfera tardo-ottocentesca alla ricerca di uno sfuggente Dracula...
Buona l'interazione tra i giocatori, magnifica la tensione della caccia.
Regolamento tutto sommato semplice, e possibilità per i giocatori di abbandonare una partita in corso e rientrarvi senza problemi in un secondo momento...
Anche il sistema di combattimento non mi è affatto dispiaciuto; forse un po' troppo legato alla fortuna e sbilanciato a favore dei cacciatori (il che obbliga di fatto Dracula a dover costantemente fuggire da possibili scontri).
Unico Difetto: I cacciatori alleati che vincono in gruppo...bella idea, ma con alcune compagnie può accadere che i giocatori più smaliziati "impongano" la loro volontà ai novellini "per un'ottimale gestione della caccia"...di fatto comandando un personaggio in più oltre al proprio.
DA AVERE ASSOLUTAMENTE!

14/01/2008
Citadels 9,0

Bello, bello, bello!
Dopo tante partite ancora non stanca: il giocatore esperto è certamente avvantaggiato, ma anche il neofita non è mai fuori partita.
Anzi: questo gioco può essere considerato come uno dei migliori titoli per introdurre nel mondo boardgame.
E a differenza del pur ottimo BANG! in questo si rimane in gioco fino alla fine!
Unica pecca: le carte sono troppo fragiline e il prezzo è un po' altino per un gioco di carte!

03/09/2008
Age of Empires III: The Age of Discovery 9,0

Non ho mai giocato a Caylus: sarà per questo che apprezzo così tanto il gioco?
Ha tutte le caratteristiche per essere considerato "il gioco perfetto": interazione "forzata" tra i giocatori, numerose strategie per vincere la partita, fortuna presente in piccola quantità per non trasformare tutto in una meccanicistica partita a scacchi, durata ragionevolissima (circa 2 ore e mezza in 5)...
Fenomeni di "brain burning" sempre presenti...ma i turni scorrono via veloci, mentre si posizionano uno dietro l'altro i propri coloni o specialisti.
Possibile inoltre considerare strategie a lungo termine, comprando edifici chiave nelle prime 2 ere che si rivelano fondamentali negli ultimi turni di gioco...ma che apparentemente relegano il giocatore alle ultime posizioni in classifica nel conteggio parziale dei Punti Vittoria: la combinazione di precise strategie di gioco e edifici capitali può determinare devastanti "combo" che ribaltano agli ultimi turni la classifica generale...
Nessun giocatore può mai essere sicuro di vincere... quasi nessuno è tagliato completamente fuori dalla partita.
Un 10 meritato... ma che si rileva ahimè un 9 e mezzo per i seguenti problemi:
-Dubito molto che il gioco in 3 sia entusiasmante come le partite a 5
-Kingmaking possibile in alcune circostanze, senza possibilità di operare valide contromosse
-Potevano mettere da subito nella scatola i pezzi per il sesto giocatore!!!

Da comprare ad occhi chiusi. Finora è il miglior titolo a cui abbia mai giocato.

21/03/2009
Magic: The Gathering 9,0

Un gioco eccellente, con meccaniche perfette...
Rapido, strategico, tende a creare dipendenza: e di quest'ultima peculiarità ne è ben consapevole la Wizard of the Coast che sforna di mese in mese centinaia di nuove carte.
Cercare di "completare" anche solo un'espansione richiede tempo e soldi: ma questo è un problema da collezionisti: tutti gli altri possono divertirsi (fuori dai circuiti professionistici) anche solo con il Mazzo Base e qualche bustina: certo se 15 misere carte non costassero 4Euro sarebbe possibile anche togliersi qualche soddisfazione con le carte rare...

06/12/2005
Carcassonne 9,0

E' entrato nella mia collezione un po' in sordina.. ma quest' estate è stato giocato da tutti (dal mio nipotino di 10 anni a mio zio di 60).
Ottimo se si è in 2, spettacolare in 3, tende a perdere qualcosa in 4 o in 5 perchè la pesca del tassello giusto assume troppa importanza..
In conclusione : un CAPOLAVORO da avere a tutti i costi!!

06/12/2005
Axis & Allies 8,0

Gran Bel gioco. Ricostruire la II guerra mondiale in modo tanto semplice quanto avvincente non è cosa da tutti. Ottimo se si è in 5. Due grandi difetti:
1) la componentistica non adeguata ( troppo poche le miniature per nazione, a ben poco servono i gettoni quando sono scarsi anche pezzi come le Antiaeree e i complessi industriali),
2) la durata biblica delle partite. Non è accettabile giocare ore (e spalmare il gioco in più serate), e aspettare 50 min tra un turno e l'altro!!!

Pur essendo molteplici le strategie applicabili certe scelte operative sono un po' "forzate".. a scapito della varietà delle partite.

Peccato, perchè senza questi difetti potrebbe beccarsi un 9 e 1/2, mentre ora è solo un 8--- .

04/11/2006
BANG! 8,0

Piccolo Capolavoro: è divertentissimo e relativamente semplice...
ogni partita è diversa, ed è riuscito ad appassionare tutti quelli a cui l'ho proposto; in poco tempo è diventato un "must" per le serate in cui siamo "pochi" (6-7, tenuto conto che in 5 o meno non vale la pena e si preferisce puntare su altro), mentre Lupus in Tabula, che riserviamo alle grandi radunate (10 o più) esce decisamente sconfitto dal confronto.

Perchè allora solo 8?? Perchè purtroppo è un gioco ad eliminazione; e spesso è possibile essere eliminati senza aver fatto alcunchè, e perchè effettivamente solo partite con almeno 6 giocatori riescono a essere tirate fino alla fine.

Un mezzo punto in più per l'economicità ( ancorchè relativa: dopotutto è "solo" un gioco di carte):
8 e 1/2!!!

27/12/2006
Chess 8,0

Per il valore storico, le strategie applicabili, l' assenza assoluta del caso sarebbe da 10...
Ma si gioca solo in 2, e per avere una certa sfida gli avversari devono essere di pari livello: 9.
Però a pensarci bene non è che, se proprio devo perdere un pò di tempo, lo preferisca ad altri: anzi spesso opto per qualcosa di più "disimpegnato".... 8!

06/12/2005
Ticket to Ride: Europe 8,0

Ormai sta soppiantando Coloni come "IL GIOCO" introduttivo al mondo dei GdT.
Alcuni miei amici ne vanno letteralmente pazzi, e penso sia uno di quelli che ho prestato di più.
Regolamento semplice, bella componentistica e partite non infinite.
Peccato per lalea un po' troppo determinante e la relativamente poca interattività, specie se si è in pochi. Ma i trenini hanno pur sempre il loro fascino :-)!

01/01/2011
7 Wonders 8,0

Semplice (per chi già è avvezzo ai giochi di carte) e rapido (si gioca in mezz'ora).
Moltissime strategie per vincere la partita, e divertimento sempre presente con qualunque numero di giocatori.
Ottima la qualità delle carte.
Eppure il prezzo un po' alto in relazione alla tipologia di gioco, e un certo tipo di meccaniche che portano i giocatori a "isolarsi" tra loro (l'interazione è presente, ma solo con i giocatori accanto, e la rapidità del turno impedisce di concentrarsi troppo sulle mosse di TUTTI i giocatori altavolo) impediscono di raggiungere la valutazione più alta.
Promosso senza riserve.

21/05/2013
Small World 8,0

Giochino simpatico: 2 regole base ma una grande varietà di razze che lo rendono sempre diverso.
Ottima scalabilità. Apparentemente un turno a vuoto rende impossibile vincere, e scegliere il momento giusto per mandare la razza in declino è la chiave vera della vittoria.
Alcune combinazioni razza+potere speciale sono devastanti.
Non amo la scatola, a parte l'organizer delle razze, i gettoni punti vittoria sgusciano via da ogni dove ed è impossibile risistemarli correttamente, insieme ai milioni di segnalini più o meno utili offerti dalla confezione...
Promosso!

25/11/2013
Taboo 8,0

Ottimo party game, forse il migliore tra quelli in mio possesso.
Intramontabile, spinge anche a fare più di una partita di seguito.
L'unico difetto sta nella possibilità di poter volontariamente fermarsi sulle caselle (basta smettere di rispondere) con la "doppia clessidra" per ottenere un significativo vantaggio al turno successivo.
E' inoltre possibile bypassare le definizioni rendendo di gran lunga più semplice il compito del suggeritore; es: "Che cos' ho mangiato prima?" per suggerire "pizza" ecc...

20/12/2005
Pictionary 8,0

A malincuore, perchè è un gran gioco, ho dovuto smettere di portarlo alle serate tra amici.
Essendo pieno zeppo di "sfide", non era raro trovarsi in situazioni in cui le squadre si avvantaggiavano perchè il disegnatore, nel caos generale, suggeriva a "voce" anzichè a matita l'oggetto da indovinare.
E' una colpa delle persone che giocano e non del gioco in sè ( che purtroppo ben si presta al "baro" di turno).
Giocato con le persone giuste è esilarante.

20/12/2005
Subbuteo 8,0

Ci ho rigiocato a N-Joy, e mi chiedo come ho fatto a "tradirlo" per così tanto tempo a favore di Winning Eleven.
Un classico intramontabile, dove l'allenamento fa la differenza: ciò gli fa perdere quasi la caratteristica di "gioco" a favore di quella di "sport"...
La nuova edizione non mi piace molto ( pallina troppo scivolosa: o sono io ad aver perso la mano).
Sarà comunque difficile riconquistare i giovani: nel simulare il calcio i giochi elettronici fanno la differenza ( e certamente fanno si che il Totti di turno sia più tecnicamente più forte di Gattuso non solo perchè il suo controllore è più abile con l'indice)

22/12/2005
Memoir '44 8,0

Volete un wargame con fattore fortuna assente e ricco di dettagliate tabelle?? statene alla larga...
Volete la possibilità di gestire decine di unità diverse e sfruttarne al meglio le caratteristiche peculiari?? statene alla larga...
Ma se volete DIVERTIRVI, signori, ecco il gioco che fà per voi!
Semplice, alla portata di tutti, obbliga il giocatore a impostare la sua strategia adattandola di volta in volta alla situazione sul campo e alle carte che si hanno in mano.
La componentistica è ottima, il manuale è (abbastanza) chiaro, il supporto della Days of Wonder pressocchè perfetto: su internet è possibile scaricare centinaia di mappe aggiuntive e l'editor per creare le proprie....
Difetti? forse la brevità delle partite porta ad una fine repentina e a volte non in linea con gli obiettivi presunti dello scenario ( un esempio: missione 2: dopo un atterraggio perfetto i miei paracadutisti occupano la cittadina di St. Mere Elgise: tuttavia perdo la missione, nonostante le mie truppe fossero ancora saldamente nel villaggio, perchè i tedeschi riuscivano a fiaccare la resistenza delle truppe di supporto ai lati del campo di battaglia...), e la mancanza di una differenziazione maggiore tra truppe tedesche e alleate: difetto quest'ultimo mitigato dalle espansioni (che permettono di usare i cecchini e i cannoni a lunga gittata, le truppe finlandesi, russe e italianee molto altro ancora).
Da avere.

06/03/2009
Power Grid 8,0

Ad essere bello è bello.
E' quasi perfetto nel suo essere così bilanciato.
I giocatori bravi vincono, ma devono sudare...perchè il gioco fa di tutto per ostacolare chi è in testa.
Se amate il genere aggiungete pure un punto al giudizio.
Non mi è piaciuto molto lo stile grafico scelto (de gustibus...), anche se vedere le proprie centrali che man mano si potenziano aumentando ciminiere e pale eoliche è uno spettacolo...
Perchè non 10? Forse per una certa "freddezza" di fondo che crea un silente contrasto al tavolo tra i cazzeggioni (quelli che giocano con il solo scopo per divertirsi) e i ragionieri (che si potrebbero lasciar andare a calcoli di analisi matematica pur di determiare quanto l'ultimo barile di petrolio influisca sul mercato delle risorse del primo classificato)..
8.5 +
Promosso!!

24/09/2012
Labyrinth 8,0

Il primo gioco che mi ha fatto vedere "oltre" i vari Monopoli e Risiko...
Certamente il gioco che regalerei ad un bambino (anche per la sua capacità di stimolare l'intelligenza visuo-spaziale), e non solo: perchè diverte, fa pensare ma non stressa troppo i neuroni, ed è semplice e rapido.
Un piccolo capolavoro.

28/12/2005
Lupus in Tabula 7,0

Dopo un po' di tentativi finalmente è richiesto a gran voce a tutte le feste a cui partecipo!
Questo è un gioco che ha delle potenzialità enormi: purtroppo ( e questo fatto gli toglie almeno 2 punti) è troppo dipendente dal gruppo in cui si gioca....

31/03/2006
Trivial Pursuit 7,0

Fino a qualche tempo fa era un "must"...
Da giocare assolutamente in grandi squadre composte da elementi specializzati nei diversi campi.
C'è un rischio abbastanza alto di annoiarsi se le risposte "non vanno"....
Può portare all'emarginazione dei giocatori meno preparati....
Ma se la partita è serrata può anche risultare parecchio divertente.

25/01/2006
Boggle 7,0

Piacevole giochino con cui trascorrere in allegria momenti di relax....
Facile da capire, si spiega in 10 secondi, stimolante per il cervello: ma pur sempre un "giochino".
UN 7 che in realtà è un 6.5; ma resta comunque un acquisto consigliato a chi cerca un valido gioco di parole dove conta esclusivamente l'abilità linguistica.

16/02/2006
BANG! Dodge City with High Noon expansion 7,0

Espansione simpatica:
pur non essendo indispensabile (secondo me il gioco base è già perfetto così com'è...) introduce nuovi personaggi -alcuni molto divertenti da usare- e nuove carte per movimentare, ma senza stravolgere, il gioco originale.
Consigliata!

16/11/2007
Saboteur 7,0

Semplice semplice... qualche falla nel regolamento (in alcune situazioni, con un tot numero di partecipanti è quasi impossibile vincere per un ruolo o per l'altro)... ma divertente, veloce e comprensibile anche per chi ritiene Bang! un gioco "troppo complicato".
Sarebbe 6 e 1/2 ma la sua capacità di essere accolto da commenti entusiastici ovunque lo abbia giocato innalza il valore al 7 pieno.

02/01/2009
Catan: 5-6 Player Extension 7,0

Il voto è ritoccato al ribasso perchè ODIO i prodotti in cui si spendono soldi SOLO per aumentare il numero di giocatori, senza introdurre meccaniche nuove.
Catan è un gioco perfetto per 4. Ma in 5 e anche in 6 non mi è sembrato appesantito o estremamente lungo.
Detto questo, purtroppo.... da comprare assolutamente se piace il gioco base!

08/12/2016
Sid Meier's Civilization: The Boardgame 7,0

Bellissimo (in particolare la componentistica) e lunghissimo: Sarebbe da 8 ma convincere qualcuno a fare una partita di 8 ore è un'impresa titanica (non l'ho mai giocato in più di 2 e così perde molto).
Tuttavia è stato il mio primo gioco "serio", grazie al quale ho conosciuto la Tana..
Esiste qualcuno che è riuscito a chiudere la partita con la "Conquista dello Spazio"??

06/12/2005
Pandemic 7,0

7.5, in realtà. Il sistema di diffusione delle epidemie è geniale,
Il gioco è semplice da imparare e molto divertente..
Ma in fondo soffre del problema intrinseco dei cooperativi puri: manca l'agonismo, un giocatore può tendere a divenire l'organizzatore delle mosse altrui, e se non si fa così il gioco prevale..
E in fondo potenzialmente potrebbe essere ripetitivo.
Ma una partita si fa sempre con piacere!

01/01/2011
Wings of War: Deluxe Set 7,0

Questo gioco ha delle potenzialità inaspettate. Poche regole e facili da spiegare. Peccato per i danni nascosti, pur necessari, e la sovrapposizione di regole che rende difficile in alcuni casi capire cosa sta succedendo a chi. E peccato per quegli aerei che sembrano (e in effetti erano) dei veri "scassoni" alati,immanovrabili e lenti.. sto ancora cercando di vedere un duello aereo con tanto di inseguimento "in coda", anzichè giostre medievali con scontri testa-testa.
Il voto può diventare tranqullamente un 9 o un 6, a seconda del numero e del tipo dei giocatori. Generalmente in pochi è più veloce ma anche un po' troppo dispersivo e monotono: il meglio lo dà quando tanti si sfidano su missioni programmate.

03/01/2011
BANG! Wild West Show 7,0

Espansioncina simpatica e un tantinello costosa in rapporto al contenuto...
NON è paragonabile a Dodge City, ma i nuovi personaggi e le situazioni generate rendono simpatica la partita senza stravolgerla troppo. Dubito che vedremo mai giocare la carta WILD WEST SHOW vista la frequenza con cui gli eventi si susseguono (giocato insieme con l'altra espansione le carte "diligenza" e "wells fargo" sono piuttosto rare..)

26/04/2011
Castle Risk 7,0

Giocato una sola volta a casa di un amico, non mi è sembrato poi così male: anzi, la necessità di avere capitali da difendere e la divisione dei territori tra "potenze" omogenee (Russia, Impero Ottomano ecc.), se da un lato lo rendono meno vario del predecessore, dall' altra contribuiscono a creare un'ambientazione tutto sommato più avvincente.
E poi, cosa che non guasta mai, è decisamente più corto del "papà".
6,5! ma dò 7 perchè la media è un po' troppo funerea....

14/12/2005
Pass the Bomb 7,0

Pochi concetti. Un'idea geniale. Una bomba che da sola varrebbe il prezzo dell'acquisto (peccato per l'esplosione che è un po' sotto le aspettative..). Può giocarci chiunque, ottimo modo per far socializzare sconosciuti.. A un certo punto è impossibile recuperare, se putroppo si hanno troppe carte. Ma l'importante in questo caso non è vincere, ma partecipare!

26/12/2011
Conquest of the Empire 7,0

Ha due regolamenti in uno. Per molti è un bene, ma probabilemente questo fatto ha generato un gioco che si trascina dietro alcuni difetti strutturali... Città e strade, nonchè gran parte della mappa inutili nelle partite fatte col regolamento avanzato.
Lunghezza di gioco eccessiva nelle partite con un ampio numero di giocatori.
Mancata differenziazione delle unità.
Eppure il gioco prende: sempre tante le scelte possibili, e troppo poche le mosse.
Sistema di combattimento un po' fortunoso, ma assolutamente non cervellotico...
Votazioni del senato, aste per le alleanze, carte conquista. Si può vincere senza aver dichiarato mai guerra a nessuno...
Il suo "papà" Struggle of the empire deve essere davvero un capolavoro...
E il tabellone è uno spettacolo!

Voto reale 7,5,che senza i difettucci di cui sopra sarebbe potuto anche essere un 8 pieno...
Resto in attesa di giocare anche col regolamento base.

02/05/2009
Scattergories 6,0

Pur essendo il gioco,in sè, molto simpatico (a patto che tutti i giocatori si attengano scrupolosamente alle lettere indicate dal dado...), l' originalità nulla e il rapporto qualità/prezzo pesano come macigni: spendere 41 Euro per un clone di "nomi, cose e città" con un dado e qualche matita non è proprio il miglior modo di investire i propri risparmi....

10/01/2006
Guess Who? 6,0

Bellino.
Nonostrante tutto sommato sia un gioco per bambini, diverte anche gli adulti...
Peccato per il fatto che alcuni personaggi siano chiaramente più identificabili di altri (Provate a vincere quando il vostro omino ha barba e cappello...).

09/11/2007
Pickomino 6,0

Bellino.
Ideale quando si vuole spegnere il cervello e tirare vagonate di dadi in compagnia...
Scala molto bene in 2, e una partita dura poco.
Quando ci sono così tanti dadi la fortuna la fa da padrone, ma le scelte del giocatore possono comunque influire sull'andamento della partita.
Certo... alla fine è pur sempre un "giochino"...

03/01/2009
Clue 6,0

Comprato relativamente tardi... è considerato splendido dai miei amici "non giocatori"; anch'io lo ritengo piacevole anche se un po' povero per meccaniche di gioco e divertimento globale.
Accettabile.

09/12/2005
Go For Broke 6,0

E' considerato da tutti una schifezza immane.
E' vero: dominato dal caso, non offre grandi spunti al giocatore "abile": ma quando ci ho giocato mi sono sempre divertito ( spesso più che al "serioso" monopoli); molto carina la grafica del tabellone e le indicazioni sulle caselle ( "avete vinto una crociera intorno alla svizzera"): da brivido i tentativi di rovinarsi ai dadi.
Consigliato agli scommettitori e a chi non desidera per forza dimostrare una superiorità strategico-intellettuale durante una partita..

09/12/2005
Risk 6,0

Me l'hanno regalato a 6 anni o giù di li: e dopo quasi 20 anni è ancora lì, intramontabile, sempre pronto a lasciarsi giocare.
E' vero: piace a tutti, ma tra i miei amici ha definito uno standard "da dementi" (basti pensare che Carcassonne è stato al confronto definito "troppo complicato") che mi impedisce di presentare loro qualcosa di più impegnativo (Axis&Allies?).
Nonostante il fattore fortuna sia determinante è comunque possibile imbastire una strategia che sfrutti le debolezze del fronte avversario. peccato che sia così difficile recuperare....

14/12/2005
Fireball Island 6,0

Da piccolo era uno dei miei preferiti... in particolare per la spettacolare ricostruzione tridimensionale dell' isola.
Poi dopo un decennio di oblio, l'abbiamo rispolverato ed è risultato (inaspettatamente) ancora divertente.
Le carte, in particolare, permettono ai giocatori di sfoderare vere e proprie "bastardate" in momenti critici del gioco: ad esempio quando i primi esploratori arrivano vicini all'idolo e sono ovviamente colpiti dalle palle di fuoco scagliate dai ritardatari.

17/12/2005
Carcassonne: The River 6,0

Viene ottimamente allegato alla confezione in lingua italiana di Carcassonne: il regalo, pur gradito, si è rivelato abbastanza inutile, pur non complicando o snaturando lo spirito del gioco originale...

06/12/2005
Monopoly 6,0

Chi non lo conosce? Il voto va più al suo valore storico che all' effettivo divertimento che si prova giocandoci: la sua lunghezza eccessiva scoraggia i profani, e l'eccesso di casualità non lo rende appetibile ai professionisti del gioco. Non di meno fino a qualche annetto fa era considerato un buon modo per passare il tempo...Certo che dopo aver costruito sui terreni verdi e viola gli alberghi è solo questione di tempo prima di vincere la partita.
E per far contrattare i giocatori tra loro c'è sempre i Coloni di Catan.

06/12/2005
HeroQuest 6,0

Da "non giocatore" di RPG, posso dire che questo non è certamente uno dei miei titoli preferiti.
Il suo problema principale è dato dall' eccessiva semplicità delle regole per combattere: troppo poche le differenze tra mostri e troppa importanza riservata al fattore dado.
Inoltre sembra che le missioni siano pensate esplicitamente per quattro giocatori, e per un eroe solitario (in particolare il mago) è quasi impossibile uscire vivo dai dungeon.
Resta tuttavia un titolo "storico" che da bambino mi piaceva tantissimo: e che ha l'indiscutibile merito di essere una buona introduzione all' ostico mondo dei giochi di ruolo

28/12/2005
Hotel Tycoon 5,0

ci giocavo da piccolo...e da bambini tutta quella componentistica era sicuramente un ottimo incentivo all'acquisto...
Non l'ho mai comprato però... ora sono anni che non lo vedo più: in compenso ho usato le sue magnifiche strutture alberghiere (che mi hanno gentilmente prestato) per ricreare i palazzi distrutti dagli alieni in un "indipendence day" girato in casa con amici...

06/01/2006
Connect Four 5,0

Simpatico, ma a volte snervante come l'odioso tris....
Con due giocatori capaci è impossibile che uno dei due vinca.
Può essere un riempitivo veloce per momenti di noia...

07/02/2006
Si, Oscuro Padrino! 5,0

Volete un gioco per farvi 2 risate? Eccolo!
Volete avere un minimo di controllo su quello che sta accadendo o pianificare un minimo di strategia per vincere la partita (soprattutto per il boss)? Statene alla larga!
...e se non giocate con le persone giuste (abili oratori... o semplicemente persone un minimo estroverse e in grado di raccontare 2 chiacchiere..) il titolo rischia di diventare un'agonia senza fine..
Sarò io a non averlo capito?
Che qualcuno me lo spieghi!

02/01/2009
Italian Checkers 5,0

Da piccolo la preferivo agli scacchi: più veloce e facile, era un passatempo ideale. Poi sono saltate fuori le sue grandi magagne: strategicamente povero, ripetitivo, porta uno dei due giocatori ad aspettatare la fine della partita mentre la dama avversaria può fare quello che vuole sulla scacchiera. Però che bello realizzare con la dama delle "combo" mangiando 3 o più pezzi!!

14/12/2005
Curse of the Idol 4,0

Bellini i componenti ma non mi ha mai entusiasmato.
Ce l'avevo da piccolo. Ora non lo trovo più.
Il fatto che me ne sia liberato ( e non mi ricordi a chi l'abbia dato) non depone a suo favore.
Per "restare in tema" molto meglio "l'isola di fuoco"....

25/01/2006
Game of Games 4,0

Bah. Non ci rigiocherei mai e poi mai. E da piccolo ci ho giocato poco, ma mi divertivano il biliardo, il golf e quel ridicolo bowling (poi alla fine giocavo a CracK! che mi piaceva molto di più)..

11/04/2011
Battle Masters 4,0

Può un gioco essere contemporaneamente : lungo, sbilanciato, troppo casuale e strategicamente banale???
Battle Master ci riesce in pieno: gli scenari da giocare nella campagna sono pochi ( solo 5 mi pare), e le singole battaglie sono spesso sbilanciate a favore del Bene: il Male muove più spesso, ma attacca di solito con meno dadi. E quando il Bene contrappone la corazzata "Cavalieri e Lord Cavalieri", c'èben poco da fare.
L'Ogre spesso e volentieri rimane "immobilizzato" dopo 3 ferite, manco si fosse rotto, mentre il Cannone avversario è devastante.
Non capisco perchè cavalleria e fanteria muovano lo stesso numero di caselle (l'eccezione è rappresentata dai debolissimi cavalcatori di Lupi, che tendono a correre verso il nemico per poi farsi distruggere).
Pesa inoltre la "staticità" del terreno di gioco ( con il fiume sempre onnipresente ad ostacolare le mosse iniziali di uno degli schieramenti), associato alla quasi totale assenza di tipi diversi di terreno su cui combattere...
Meno male che è uscito memoir'44...
In compenso i materiali sono ottimi e fa sempre un certo effetto vedere il campo di battaglia montato!!

16/12/2005